Genova Giovedì 27 febbraio 2014

Retinite pigmentosa: le frontiere della ricerca

Per informazioni sulle associazioni di volontariato di Genova contattate il Celivo al numero 010 5956815.

Genova - Cos’è la Retinite pigmentosa? Si tratta di un gruppo di malattie, trasmesse per via ereditaria, caratterizzate da una degenerazione progressiva della retina a danno di entrambi gli occhi: in alcuni casi, la capacità visiva del soggetto colpito si riduce fino alla cecità. Le cause scatenanti non sono note, e non esiste perciò alcuna cura.
Come tutte la malattie rare, le notizie relative alla retinite pigmentosa rimangono perlopiù circoscritte.

Per questo l’associazione R.P. Liguria Associazione per la Retinite Pigmentosa e altre Malattie della Retina si impegna per far conoscere il problema a chi non ne ha mai sentito parlare, dando un supporto a chi ne soffre e ai familiari, che spesso si sentono soli e abbandonati a se stessi.

Per saperne di più, basta partecipare al convegno Le novità di riabilitazione visiva per ipo-non vedenti: dall’ottenibile al futuribile, che si svolgerà sabato primo marzo, a partire dalle ore 14, a Genova, presso l'Istituto Chiossone, nell’Auditorium Giuseppe Verdi (corso Armellini 11). L’incontro è organizzato da Istituto David Chiossone Onlus, associazione Retinite Pigmentosa Liguria Onlus, Unione Italiana Ciechi della Liguria e Clinica Oculistica dell’Università di Genova.

Durante questo momento di divulgazione scientifica, che è aperto al pubblico, si discuterà sulle ultime frontiere della ricerca e delle tecniche di riabilitazione visiva a servizio delle persone cieche e ipovedenti.

Questi i temi che verranno trattati: i più innovativi metodi di stimolazione visiva per migliorare la qualità della vista degli ipovedenti, la protesi visiva Argus II, una speranza per i pazienti non vedenti, i polimeri organici fotovoltaici e le nuove prospettive della retina artificiale allo studio presso l’Istituto Italiano di Tecnologia, i più recenti ausili ottici a supporto dei pazienti affetti da maculopatie, le nuove tecniche riabilitative per migliorare le capacità di utilizzo del residuo visivo.

Attraverso gli interventi di esperti e professionisti italiani e stranieri, il convegno si pone l’obiettivo di presentare e far conoscere, in modo chiaro e privo di sensazionalismi, le ultime novità nel campo della riabilitazione visiva, descrivendo quanto oggi è realmente disponibile e ottenibile con le recenti tecniche e quanto potrà offrire in questo ambito il prossimo futuro.

Ecco il programma del convegno:

Dopo i saluti iniziali degli organizzatori e la presentazione di Carlo Enrico Traverso, direttore della Clinica Oculistica dell’Università di Genova, il convegno sarà strutturato in due sessioni di lavoro.

La prima sessione, moderata da Claudio Pisotti, presidente dell’associazione Retinite Pigmentosa Liguria, prevede gli interventi di Guido Corallo, medico oculista, sui Concetti sul campo visivo: sua funzione, le cause di alterazioni, di Josef Zihl, research group leader di Max Planck Institute di Monaco di Baviera, che parlerà delle Stimolazioni visive atte a migliorare la visione in presenza di campo visivo ridotto. Dal punto di vista della ricerca scientifica, interverranno inoltre Maura Arsiero, international key account manager di Second Sight Medical Products di Losanna (Svizzera), che presenterà La protesi visiva Argus II: una speranza per i pazienti non vedenti, e di Fabio Benfenati, direttore Dipartimento Neurosciences and Bain Technologies (Iit), che approfondirà il tema dei Polimeri organici fotovoltaici: una nuova prospettiva per la retina artificiale.

La seconda sessione del convegno, moderata da Claudio Cassinelli, presidente dell’Istituto David Chiossone Onlus, vedrà invece gli interventi di Carlo Enrico Traverso, direttore della Clinica Oculistica dell’Università degli Studi di Genova, sulla Cecità corneale e la possibilità di recupero funzionale e di Cristina Guidi, ortottista assistente in Oftalmologia della Clinica Oculistica dell’Università di Genova sui Nuovi ausili ottici e micro perimetria: nuove possibilità riabilitative nelle maculopatie.

A chiudere il convegno, l’intervento di Elisabetta Capris, medico oftalmologo dell’Istituto David Chiossone, che spiegherà la Riabilitazione presso l’Istituto Chiossone: le novità per migliorare le capacità di utilizzo delle aree residue del campo visivo.

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Lo sguardo di Orson Welles Di Mark Cousins Documentario 2018 What's in the box? Cosa c'è nella scatola? si chiede Mark Cousins cineasta e studioso di cinema, già autore della sua nota (e preziosissima) rilettura personale della storia del cinema in The Story of Film (2011). Grazie all'accesso... Guarda la scheda del film