Circumnavigando Festival 2013: a Genova torna il teatro di strada

Teatro Genova Domenica 22 dicembre 2013

Circumnavigando Festival 2013: a Genova torna il teatro di strada

Bangditos Theater in 'Ente gut'

Genova - Da tredici anni è ormai tradizione a Genova che a Natale le vie e le piazze della città si vestano dei colori del teatro di strada e del teatro circo con Circumnavigando Festival curato da Boris Vecchio e dall'associazione culturale Sarabanda. E  le famiglie e i bambini lì a bocca aperta, qualche volta sorpresi, altre in trepida attesa sulle scale di una chiesa o ai bordi di una piazzetta, a godersi pillole di destrezza, artigianato sofisticatissimo che gioca su corpi e attrezzi, o su strampalate invenzioni e puro teatro comico, magari mimo, magari clownerie, ombre e/o giocolerie, ma in mille diverse declinazioni.

Nonostante le sempre meno risorse alla cultura, nonostante le sempre meno risorse a chi non ha un teatro, nonostante le sempre meno risorse a chi tra le arti si intestardisce a coltivare talenti fuori moda e fuori mercato, anche per queste feste a partire dal 26 dicembre 2013 e fino al 6 gennaio 2014, dall'Ungheria, dalla Germania, dalla Spagna, dalla Slovenia, dalla Francia, dall'Inghilterra e ovviamente dall'Italia arrivano i migliori talenti di una forma di teatro popolare fatto con la stessa cura e antica pazienza di un qualsiasi manufatto a mano.

Con un anticipo a Savona (per la prima volta, inclusa nel programma) e una serie di appuntamenti a Rapallo (da tre anni nel festival), sarà ancora l'ampio tessuto urbano di Genova, quello del centro storico ma anche luoghi più a Levante (Boccadasse) e a Ponente (Sestri), ad ospitare come teatro naturale la magia incandescente dei tanti artisti. Ma anche il Teatro della Tosse e l'Altrove Teatro della Maddalena faranno da casa ai vari artisti. All'Altrove ci sarà anche un momento di riflessione-discussione sulla figura del clown con Massimo Locuratolo, storico dei generi del comico (28 dicembre, ore 19), che analizzerà l'aspetto non solo comico del clown. Piuttosto eccezionale l'arrivo alla Tosse (3/4 gennaio, ore 20.30) di Joe Bone che, al festival di Edimburgo, ha collezionato premi come rivelazione comica. In una combinazione originale tra abilità umoristiche e rumoristiche porta in scena con il suo talento un vero e proprio crime movie con un montaggio degno di Tarantino, fra garage, flash back, inseguimenti e trovate irresistibili. 

E se quest'anno è stato impossibile portare il tendone da circo al Porto Antico, come eravamo abituati, ci sarà comunque un minitendone - 7 metri di diametro - ad ingresso esclusivo per i bambini, ma con buchi per far partecipare anche i grandi, grazie alla compagnia ungherese Tintalò. 

Vediamo dunque, un po' più nel dettaglio, artisti e linguaggi. Circumnavigando porta a Genova un pezzo storico del movimento dell’animazione teatrale italiana, Teatro Gioco di Vita, tra le prime realtà in Italia a condurre una rigorosa ricerca sul teatro d’ombre - il gruppo è riconosciuto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e dalla Regione Emilia Romagna come Teatro Stabile di Innovazione. Per questa edizione del festival, porta La pietra e il bambino. Una favola di Guia Risari: un canto alla vita e al mistero della natura presentato all'interno di Palazzo Ducale (4 gennaio, ore 16.30 - spettacolo a pagamento, intero 8 euro, ridotto 6 euro). Sempre per il teatro di figura, all'interno del minitendone, Circumnavigando ha scelto un gruppo di artisti ungheresi da tempo impegnati su questo linguaggio ma da poco costituitisi in compagnia Tintalò. Noti a livello internazionale come burattinai ungheresi, guidano il gruppo Peter Sisak e Katalin Sipos, costituito dall’attrice Angela Badacsonyi e Erik Grossmid, tutti provenienti dalla grande scuola statale ungherese il Teatro di Figura Ciroka di Kecskemét.

In collaborazione con l'associazione Arbalete, questa volta un gruppo tutto italiano Limen Teatro, ovvero Laura Colonna e Linda Confalonieri. Il gruppo nato nel 2010 a Castelleone (CR) lavora sulla soglia o confine - come indica il nome stesso - tra linguaggio del corpo ed è un incontro tra danza, giocoleria e acrobatica in Lumi  - a Palazzo Rosso il 26 dicembre ore 15.

Italianissimo ma attivo in Spagna, Gianni Risola è la testa della Compagnia Otto Panzer. Clown e artista di strada non disdegna il cabaret cercando di far tesoro di una frase ripetutagli a scuola: «Risola, se continui a fare il pagliaccio non farai mai strada» ovvero fare mestiere del proprio hobby. Con una formazione internazionale e una natura eclettica, Dana Augustin, dalla Slovenia, è scultrice, danzatrice, musicista e acrobata circense e con il suo Wo affronta i vari stati dell'essere lungo tessuti e evoluzioni aeree. Ingegnere di folli quanto straordinarie creazioni è Ulik dalla Germania: geniale inventore di oggetti macchine giganti e imprevedibile interprete di esibizioni al limite del possibile. Sempre dalla Germania, la compagnia Bängditos theater nata nel 2005, dall'esperienza di Heike Gronholz, Olivier Capelier, Tom Lanzki et Nailor Holmsten, in diverse compagnie e una passione condivisa per gli spettacoli a cielo aperto. BÄNG, ci tengono a precisare i Bängditos theater, è l’espressione di un attitudine che associa la serietà professionale alla libertà di creazione e al piacere di giocare ci presenteranno il loro Ente gut (6 gennaio al Porto Antico, ore 16.30).

E a capodanno? Lo scenario è inizialmente nascosto sotto grandi teli...tutto sembra essere lasciato lì, sotto la polvere. Perché l'appuntamento è con C’era una volta spettacolo originale e coinvolgente di Ondadurto Teatro, presentato dal Comune di Genova, a cura di Associazione Sarabanda - 31 dicembre 2013, ore 22.45 in piazza De Ferrari (ingresso libero). 12 rintocchi e un vecchio ed impolverato libro si apre... I retroscena e le zone d'ombra di note fiabe da Lewis Carroll ai Fratelli Grimm, ispirandosi a Johann Karl August Musäus e Hans Cristian Andersen, in una rilettura anche amara, certo contemporanea che rimescola e contamina con la tecnologia la tradizione creando un'esperienza ampliata di un immaginario fiabesco, con proiezioni dinamiche e strutture movimentate sia da congegni meccanici sia da attori, e un forte lavoro sulla partitura musicale tra repertorio italiano anni '40, "canzonette", e le sonorità di Nicola Piovani ma anche elettroniche.

E ancora, tra discipline diverse, Teatro Necessario che riunisce artisti dal profilo versatile e molto diverso tra esperienze in campo teatrale, circense e musicale si accorda su un linguaggio poetico, per un radicale scardinamento dei confini, su una narrazione sottile fatta non di parole ma di gesti, saranno a Palazzo Ducale (Salone del Maggior Consiglio) con uno dei pochi spettacoli a pagamento Nuova Barberia Carloni (29 dicembre ore 18). L'attrice e danzatrice Lara Quaglia stupirà con una performance tra corda verticale, trapezio e tessuti imparati alla Flic Scuola di Circo di Torino. Dalla Francia, il musicista, compositore per il teatro e attore a titolo secondario Jean-Louis Cortès, arriva a Genova con Macadam Piano già sperimentato in numerosi festival di arti di strada in tutta Europa. Ancora dalla Francia, Cie Excuse è una compagnia fondata da Dominique Lajoux, attore, autore e direttore artistico di creazioni artistiche multimediali, che spesso si ispirano al mondo del cinema, e si fondono con il burlesco, l’ironia e l’improvvisazione dell'arte di strada. In una continua ricerca tra circo e linguaggio fisico, Stefano Di Renzo, che lavora tra l'Italia e l'Inghilterra, analizza storie attraverso l’equilibrio, la manipolazione di oggetti e il movimento corporale. A Genova sarà a Palazzo Ducale (28 dicembre ore 16.45) con On my way: un uomo e il suo viaggio lontano dalla terra d'origine. Ultima realtà - esclusivamente in questa carrellata - di origine tutta locale, L’Opera delle Marionette, del marionettista ligure Mauro Pagan per un divertentissimo teatro di burattini: marionette e pupazzi in gommapiuma, realizzati da Mauro Pagan e Sonia Rosati e adatti ad un pubblico di tutte le età.

Potrebbe interessarti anche: , Aggiungi un posto a tavola, il musical al Carlo Felice: grande classico del teatro italiano , Diversità, lingue e linguaggi in Vader tra teatro-danza e teatro-circo , Elio porta in scena Il Grigio di Gaber e Luporini al Teatro Modena , Teatro della Tosse: il programma 2019/2020, spettacoli dal centro al Ponente , Teatri del Paradiso: stagione 2019/20 tra spettacoli e incontri, da Camogli a Bogliasco

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.