Attualità Genova Lunedì 16 dicembre 2013

Natale 2013: tutti i presepi a Genova

Nel video di Sergio Gibellini, il presepe del Bronzin 2013 di Lavagna

Genova - Natale è tempo di presepi. Grotte di legno e cartapesta, pastori con costumi del XVII secolo, statuine napoletane e del Maragliano. Per ricordare la nascita di Gesù in città si moltiplicano i presepi: artistici, di cera, di legno o viventi. Tra paesaggi tipicamente liguri, dalla costa alla valle.

A Nervi, presso il museo Luxoro, c'è Natale in villa: una presentazione al Tempio con esemplari di particolare rarità realizzati da Pasquale Navone. Visibile fino all'1 febbraio.

In centro, fino al 2 febbraio, al Museo dell'Accademia, torna il celebre micropresepe bavarese in cera di J.B. Cetto del XVIII secolo. Al Museo Diocesano l'anello del chiostro si trasforma in un luogo abitato da personaggi dai volti sognanti. Tutte le statue sono in cartapesta. Nelle sale museali invece si snoda  un percorso tematico sulle storie dell'Avvento e del Natale, visibile fino all'11 gennaio. Nella Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, fino al 12 gennaio troviamo100 pittori per un presepe: personaggi di antichi dipinti di soggetti diversi, riproposti dal disegnatore Guido Zibordi e ricomposti a formare un presepe.

Il Presepe napoletano, con oltre 20 pezzi databili fra il XVIII e il XIX secolo, sarà esposto fino al 10 gennaio al Museo di Palazzo Reale. Nell'Auditorium del Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Genova c'è il Presepe biblico animato di Franco Curti. Un presepe meccanico con 150 statuine e ricostruzioni paesaggistiche di Betania, di Gerusalemme e Betlemme al tempo di Gesù (fino al 2 febbraio).

Figure di legno e in costume dei secoli XVII/XVIII formano il presepe del Santuario di Nostra Signora Assunta di Carbonara (La Madonnetta), fino al 2 febbraio. Accanto al presepe c'è l'esposizione di 16 immagini ingrandite dell’immagine della Madonnetta, venerata in altrettanti luoghi del Mediterraneo.

Sempre fino al 2 febbraio nella Chiesa della Santissima Concezione (Padre Santo) il presepe di legno raffigura personaggi della Genova del XIX secolo, del Maragliano e della Scuola genovese e napoletana, inserite in un paesaggio tipico della Liguria.

Nell' Istituto Figlie di San Giuseppe: presepe della  scuola  del Maragliano con  bellissime  figure di pastori e popolane ed eleganti Magi con il loro seguito, in una cornice tradizionale di paesaggio montano.

Presepe con figure genovesi della scuola del Maragliano e altre (secoli XVIII e XIX) nella Chiesa di San Barnaba (fino al 2 febbraio). Nel Monastero delle Clarisse Cappuccine, rievocazione del Presepe di Greccio con figure genovesi del XVIII secolo (fino al 2 febbraio). A Staglieno nell'oratorio del Santissimo Sacramento e San Bartolomeo di Staglieno è possibile visitare il presepe artistico della scuola del Maragliano (dal 24 dicembre al 26 gennaio)
Nel Convento di Nostra Signora del Rifugio in Montecalvario (Suore Brignoline)  è stato realizzato il presepe con rare figure napoletane di grandi dimensioni a manichino ligneo
articolato databili alla fine del XVII secolo (dal 24 dicembre al 2 febbraio). Nella chiesa di San Desiderio presepe ambientato in stile genovese, con statuine del XVIII secolo e giochi di luce e d’acqua e ambientazioni (dal 24 dicembre al 26 gennaio).

A Genova Sampierdarena, nel Santuario di Nostra Signora del Belvedere, è possibile visitare il presepe genovese con statuine settecentesche della scuola del Maragliano (fino al 6 gennaio).

A Genova Rivarolo, nell'oratorio della Chiesa di Santa Caterina di Begato, c'è il presepe scenografico con statue artistiche di legno (secoli XVII/XX) e figurette lignee della Val Gardena, con giochi di luci e suoni (dal 25 dicembre al 2 febbraio).

A Genova Voltri, nel Santuario di Nostra Signora delle Grazie, Natale al Santuario delle Grazie: presepe con statuine del XVIII della scuola del Maragliano, inserite in ambiente di vita tipico genovese. Il presepe, appartenuto alla Duchessa di Galliera, fu donato alla Comunità dei frati Cappuccini residenti presso il Santuario (fino al 2 febbraio).

Presepi tradizionali classici e meccanizzati li troviamo: nella Cattedrale di San Lorenzo, dove c'è un gruppo marmoreo con Bambino, Giuseppe, Maria e pastore in atto di omaggio (dal 24 dicembre al 12 gennaio). 
 
Mentre nella Basilica S. Maria delle Vigne c'è il presepe artistico ligneo moderno con figure in grandezza naturale allestito dall’Accademia Ligustica di Belle Arti ( dal 24 dicembre al 2 febbraio). Nella chiesa di San Filippo Neri (via Lomellini 10) c'è il presepe della tradizione (fino al 2 febbraio).  

Al Lagaccio anche l'associazione Gruppo Amici del Lagaccio (via del Lagaccio 82-86) ha allestito il suo presepe tradizionale all’aperto (fino al 12 gennaio). Nella chiesa di San Giovanni di Pré (piazza della Commenda 1), il presepe è di legno (fino al 2 febbraio).

In via Prè, nella chiesa di San Sisto e Maria Bambina, appuntamento con il presepe tradizionale fino al 2 febbraio. Anche nel Santuario di San Francesco da Paola (chiostro) c'è un presepe, visibile però fino al 12 gennaio. Muschio, acqua ed effetti luminosi invece caratterizzano il presepe della chiesa di San Donato in piazza San Donato 10, fino al 25 gennaio.

Dalla vigilia, fino al 10 gennaio nella Basilica di San Siro, è allestito un presepe tradizionale. Come anche nella chiesa di Santa Maddalena e San Gerolamo Emiliani in piazza Maddalena 11 (fino al 2 febbraio).

Abiti genovesi disegnati da Emanuele Luzzati rivestono i personaggi del presepe settecentesco animato che si trova nella Basilica di Santa Maria di Castello (fino al 2 febbraio). Presepe tradizionale anche nella chiesa di San Luca (fino al 2 febbraio) e nella chiesa di San Matteo (piazza San Matteo 18), dal 25 dicembre al 2 febbraio.
 
Un presepe con le statuine di cartapesta è stato realizzato nella chiesa dei Santi Cosma e Damiano, in piazza San Cosimo, fino al 25 gennaio. Da visitare anche il presepe che si trova nello storico Santuiario di Nostra Signora del Monte che sarà visibile dalla vigilia di Natale fino al 2 febbraio.

Nella chiesa di Santa Maria Assunta di Apparizione (via Maggiolo 4) fino al 6 gennaio c'è una Natività. Un presepe ambientato nella baia di Camogli si trova nella Chiesa di San Gerolamo di Quarto (via Redipuglia 24) dal 24 dicembre fino al 23 febbraio.

Un altro presepe tradizionale è stato allestito nella chiesa San Rocco di Vernazza (via del Sole, 4 (dal 24 dicembre fino al 2 febbraio). E nella chiesa di Santa Maria Assunta di Caprafico  (via Oberdan 18), dal 24 dicembre al 19 gennaio.

Mentre nell'oratorio del Santo Rosario di Nervi (via Chiesa Plebana) settima edizione del presepe artistico di Roberto Baldi e Maria Bevilacqua. Un presepe di oltre 35 metri quadrati vivacizzato da diverse movimentazioni, in una ambientazione tipica di montagna con casette fatte interamente a mano in legno e pietra, così come tutti i particolari del mercato (dal 24 dicembre al 26 gennaio).

A Sant'Ilario nella chiesa di Sant’ Ilario di Nervi presepe tradizionale dal 24 dicembre al 19 gennaio. In via Terpi nella chiesa di Santa Maria e San Giustino, caratterizzata da una singolare vetrata, c'è il presepe di Montesignano ambientato in un paese dell’entroterra genovese durante la festa patronale parrocchiale: Gesù nasce in un oratorio diroccato, mentre tra le vie del borgo passa la processione con la cassa della Madonna, i Prelati, il Cristo nero, i portatori che fanno lo stramou, la banda musicale e molti fedeli; nella chiesetta di campagna si celebra la Santa Messa solenne e dalle case con i tetti in ciappe di ardesia escono i paesani, nell’incanto di una notte di mistero (dal 25 dicembre al 2 febbraio).

Un presepe artistico meccanico con statuine del '900 è stato costruito nella chiesa di Sant'Eusebio e sarà visibile fino al 5 febbraio. Dalla Sacra famiglia alla famiglia cristiana è il presepe tradizionale realizzato nella parrocchia di Santa Margherita di Marassi (piazza Rosmini 1) fino al 2 febbraio.

Anche la chiesa del Santissimo Sacramento di via delle Ginestre 51 (dal 22 dicembre al 20 gennaio), e la chiesa della Sacra Famiglia (via Bobbio 21b), fino al 19 gennaio,l hanno realizzato dei presepi tradizionali.

Nella storica cornice dell'Abbazia di san Siro di Struppa (via di Creto 37), una Liguria da sogno: presepe con statuine in cotto della scultrice Brunella Ratto di Cogoleto (24 dicembre 2 febbraio). Presepe tradizionale nella chiesa di Santa Maria della Vittoria (via San Bartolomeo del Fossato 135) fino al 2 febbraio. Presepe artistico meccanizzato nella chiesa di San Bartolomeo della Certosa (via San Bartolomeo della Certosa 15) dal 24 dicembre fino al 2 febbraio.

Nella chiesa di Santa Maria e San Michele Arcangelo di Coronata in piazza del Santuario di Coronata è stato allestito un presepe meccanizzato (dal 24 dicembre al 2 febbraio)
 
Un piccolo grande mondo, fatto di creuze ricostruite con dovizia di particolari, scene di antichi mestieri, la neve che scende copiosa, giorno e notte che s’alternano, e la capanna con la Natività; è il presepe meccanico che è stato allestito nella parrocchia di Sant’Eugenio in Crevari in via Giacomo Canepa, 7A, visitabile fino al 2 febbraio.

Un presepe lo troviamo anche nell'Abbazia di San Nicolò del Boschetto (via Boschetto 29) dal 24 dicembre al 2 febbraio. Nella chiesa di  Nostra Signora della Neve, via Bolzaneto 14; presepe classico (dal 24 dicembre al 2 febbraio). Presepe tradizionale con ambientazione titpica genovese è quello che è stato allestito a Bolzaneto nella chiesa San Francesco d’Assisi (via Custo 9) fino al 30 gennaio. Nel Santuario di Nostra Signora del Gazzo, piazza Nostra Signora del Gazzo 2; Segui le zampogne: allestimento artistico  all’aperto, con statue sagomate dipinte su compensato, visitabile durante l’intero arco della giornata fino al 18 gennaio.

A Sestri Ponente nella chiesa di Santa Maria Assunta, piazza Baracca, presepe tradizionale dal 24 dicembre al 2 febbraio. Un presepe di ambientazione ligure con statuine artistiche dei fine '800 è quello realizzato nella chiesa  della SS. Annunziata della Costa, via Superiore del Gazzo 29 (fino al 2 febbraio). In via da Verazzano c'è il presepe di Marcellino-Natale sull'Erba. Presepe tradizionale nella chiesa di N. S. di Lourdes e di San Bernardino in via Mura di San Bernardino 15 (fino al 12 gennaio). Nella chiesa di San Bartolomeo degli Armeni, piazza degli Armeni 2, presso l'altare del Sacro Volto è stato allestito il gruppo della Natività con figure lignee, e sarà visibile dal 22 dicembre al 12 gennaio
 
Un presepe tradizionale con statuine peruviane, ambientato in un tipico paese montano
del Perù è visitabile nella chiesa di Nostra Signora della Consolazione e San Vincenzo Martire, via della Consolazione 1 (fino al 31 gennaio).  Nella chiesa di Santa Teresa del Bambin Gesù, via Guerrazzi, 23, presepe tradizionale animato con effetti luminosi (dal25 dicembre al 2 febbraio). Nel Santuario di Sant’Antonio di Boccadasse, via Belvedere Firpo, 2 c'è il presepe tradizionale francescano con effetti luminosi (fino all'11 gennaio).

Presepe tradizionale dal 25 dicembre al 6 gennaio nella chiesa di San Martino d’Albaro, via Lagustena 35. Nella chiesa di Nostra Signora del Carmine e Santa Agnese, via Brignole De Ferrari 5 arriva il presepe tradizionale con statuine lignee della Val Gardena (seconda metà XX sec.) dal 23 dicembre al 2 febbraio. Un altro presepe tradizionale arricchisce la chiesa di Santa Maria della Cella, vico Aporti 1 (da 25 dicembre al 2 febbraio) e quella di Nostra Signora del Rimedio in piazza Alimonda 1 (25 dicembre -2 febbraio).

Presepe tradizionali si trovano: nella chiesa di San Giovanni Bosco e San Gaetano, via Rolando 15 (fino al 13 gennaio); chiesa di Santa Maria Assunta di Carignano, via Innocenzo IV 8 (fino al 6 gennaio);  chiesa dei Diecimila Martiri Crocifissi, via Canevari 34 (dal 25 dicembre al 2 febbraio); chiesa di San Francesco d’Albaro, via Albaro 35 (dal 25 dicembre al 7 gennaio), chiesa di Santa Zita, via Santa Zita 2 (dal 25 dicembre al 12 gennaio); chiesa di San Martino di Murta, piazza Chiesa di Murta 8 (dal 25 dicembre al 6 gennaio); chiesa di San Giorgio di Bavari, piazza San Giorgio di Bavari 1 (dal 22 dicembre al 26 gennaio).

 
Presepi in mostra
 
Alla Biblioteca Berio (via del Seminario 16), c'è il presepe creato da A Compagna in continuo divenire, arricchito ogni anno da nuovi protagonisti tratti dalla tradizione presepiale genovese. Quest'anno, in occasione del 90° anno di fondazione de A Compagna, nel presepe è stata inserita una casetta in rappresentazione dell'associazione (fino al 7 gennaio).

Sempre nella Biblioteca, nel salone al pianterreno è stata allestita una Natività miniata:
esposizione di riproduzioni rappresentanti la Natività e l’Adorazione del Magi, tratte da
codici mininiati (fino al 7 gennaio). Nel tunnel è stato allestiro un tour fotografico di Presepi genovesi con gli scatti di Paolo Picciotto

I presepi di 16 artisti realizzati in diversi materiali e in varie ambientazioni sono in mostra fino al 12 gennaio nell'oratorio di San Giacinto di Fontanegli (via Basciari 2).

Presepi viventi

Il presepe vivente nella chiesa di Santa Maria di Granarolo e dintorni (salita Granarolo 87) è itinerante e si dipanerà tra le vie del quartiere il 22 dicembre dalle 14.30. All'interno del santuario di Nostra Signora dell’Acquasanta in piazza Chiesa dell’Acquasanta, 4  a Voltri i raffiguranti saranno vestiti con abiti barocchi altri con abbigliamento semplice per rappresentare il popolo che si reca al cospetto di Gesù. Il 15 dicembre alle 15.30.

È l'Epifania il soggetto che viene rappresentato all'oratorio di Sant’Ambrogio (via Poerio 9) sempre a Voltri dove ci sarà un Festa in onore dei Re Magi il 6 gennaio dalle 15. La partenza del corteo è prevista dal piazzale dell'oratorio da dove Magi a cavallo percorreranno le vie cittadine. Alla fine festa di premiazione dei vincitori del concorso dei presepi.
Un'altro presepe vivente sarà visitabile in piazza Pallavicini a Rivarolo in collaborazione con Agesci gruppo Scout. Il 15 dicembre alle 14.30.
 
E per chi vuole spostarsi sulla costa, i personaggi del presepe prenderanno vita nel Borgo Marinaro di Boccadasse il 15 dicembre dalle 14 alle 17.

Potrebbe interessarti anche: , Coop Liguria: buoni acquisto per i lavoratori colpiti dal crollo del Morandi , Rampa di Cornigliano: apertura il 26 marzo, con ultima chiusura dalla Guido Rossa , Genova, a scuola tutti in bici: in 400 in via Garibaldi per una mobilità più sostenibile , Trenitalia Liguria: sui treni Jazz nuovi posti per le biciclette , Pegli, aperto il parcheggio di interscambio gratuito. Presto anche a Quinto e Voltri

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Peterloo Di Mike Leigh Drammatico 2018 Il giovane trombettiere Joseph sopravvive miracolosamente alla sanguinosa battaglia di Waterloo e torna a casa, a Manchester, dalla sua famiglia di umili operai. Ma un'altra battaglia si prepara da quelle parti: quella del popolo inglese del dopoguerra,... Guarda la scheda del film