Cristof Yvorè, pittura contemporanea a Villa Croce - Genova

Cristof Yvorè, pittura contemporanea a Villa Croce

Mostre Genova Giovedì 26 settembre 2013

© Luca Giarola / mentelocale.it
Altre foto

Genova - Un coniglio bianco, di spalle, che guarda nel buio. Palloncini sospesi in una stanza vuota. Fiori, nature morte. Facciate di palazzi, finestre nere. Candele che bruciano nel nulla.

È Villa Croce a ospitare la prima monografica italiana del pittore francese Cristof Yvorè, Senza titolo (così come quasi la totalità delle sue opere), dal 25 settembre al 30 ottobre.
La mostra - a cura di Ilaria Bonacossa in collaborazione con il Frac Paca di Marsiglia - si apre con un filmato sull'artista, una videointervista in cui Yvorè, nel suo studio marsigliese, illustra il suo lavoro. Sullo sfondo delle candide pareti di Villa Croce, poi, il percorso espositivo, con tele realizzate tra il 2008 e il 2013.

Quello di Yvorè non è un approccio narrativo all'arte: lavora senza disegno, dipinge direttamente ciò che gli torna in mente. Oggetti banali, per lo più: fiori, candele, ciotole, finestre, riprodotti con una tecnica pittorica caratterizzata dall'opacità e dallo spessore. Cromatismi bassi e incrostati per forme e spazi anonimi, senza tempo. Strati e strati di colore che si sovrappongono uno sull'altro fino a creare confini netti e lampanti tra gli oggetti e le figure.

Una pittura figurativa quasi metafisica, dunque, i cui rimandi più immediati sono a Mondrian (per le griglie e le facciate dei palazzi) e Morandi (per le nature morte). In Yvorè, però, l'atteggiamento sentimentale è quasi totalmente assente. E questo è l'aspetto che distacca maggiormente la sua pittura da quella del Novecento; e la butta nella mischia della contemporaneità.

Potrebbe interessarti anche: , Palazzo Nicolosio Lomellino: riapre al pubblico un gioiello dei Rolli con una mostra su Bernardo Strozzi , Rolli Days 2020 Digital Week: oltre 1 milione di visitatori virtuali , Acquario di Genova riapre dopo il lockdown: orari, prezzi e misure per la visita , La mostra che non c'è: Palazzo Ducale riunisce virtualmente i capolavori genovesi nel mondo , A Palazzo della Meridiana laCulturaNonSiFerma: musica e nuove attività per bambini

Fotogallery

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.