Teatro Genova Domenica 15 settembre 2013

Laura Sicignano: lo spettacolo del Teatro Cargo, Scintille, sbarca a New York

Laura Sicignano

Genova - Lo spettacolo teatrale Scintille, che narra l’incendio della Triangle Shirtwaist Factory, uno degli eventi che ha ispirato la Festa dell'8 marzo, sbarca a New York. Lo spettacolo è, infatti, tra i quattro lavori selezionati per far parte della rassegna, curata dalla professoressa Diana Del Monte, Teatro di Narrazione.

Scintille, che viene letto giovedì 19 settembre all’Istituto italiano di cultura della città statunitense, è l’unico testo ligure che si inserisce nell’Anno della cultura italiana negli Stati Uniti e, per questo motivo, la sua esportazione ha ricevuto il sostegno della Regione Liguria e del Comune. Ma come si è arrivati a portare questo spettacolo genovese sotto il cielo di New York? 

«Tutto è nato in maniera molto casuale» racconta Laura Sicignano, direttora del Teatro Cargo e regista di Scintille. «Diana Del Monte è venuta a conoscenza dello spettacolo grazie a una professoressa dell’università Cattolica che lo aveva visto a teatro a Milano. In origine il testo non era nato pensato per l’esportazione, ma visto il clima soffocante italiano, abbiamo deciso di portarlo anche all’estero».

E New York ha subito accolto di buon grado il lavoro genovese che viene presentato sotto forma di reading, «una formula molto in voga in America – prosegue Sicignano – che permette, svelando il testo nella sua essenzialità, ai produttori e agli agenti di valutarlo in vista di una eventuale produzione e messa in scena».

Più in generale l’estero ha apprezzato Scintille che in Francia è già stato selezionato nel progetto Face à Face, il premio francese più importante per la drammaturgia. «Dispiace dirlo, ma ormai in Italia con il massimo sforzo si ottiene il minimo risultato, mentre l’estero si dimostra molto più aperto e recettivo».

Un’emozione in più, portare lo spettacolo a New York, città dove sono avvenuti i fatti narrati da Scintille. «Desidero visitare i luoghi della tragedia dove ogni anno viene celebrato l’anniversario con una cerimonia intima e senza retorica. Una morte annunciata, quella di 146 donne fra cui molte italiane e una ligure, proveniente dall’entroterra nei pressi di Chiavari, e tante immigrate dell’est e ebree, costrette a lavorare in uno spazio pieno di stoffe e di lampade a gas, senza nessuna protezione e via di sicurezza, tranne una piccola scala che è poi crollata durante l’incendio. E anche se avevano provato a protestare, le loro rimostranze erano state represse dalle forze dell’ordine come atti di ribellione» spiega Sicignano.

Un problema, quello della sicurezza sul lavoro, ancora, purtroppo molto attuale. «Mentre eravamo in tournèe con Scintille, in Bangladesh si è verificato un episodio simile a quello avvenuto a New York. Con un numero di vittime ancora più elevato date le proporzioni del mercato globale odierno. Eppure le vittime sono sempre le stesse: principalmente donne e tutte quelle persone che non hanno gli strumenti per tutelarsi».

Sicignano racconta poi dei progetti futuri del Teatro Cargo: «Porteremo in tournèe lo spettacolo, fatto con i giovani rifugiati, L'Odissea dei ragazzi, che abbiamo anche rappresentato alla presenza del ministro per l'integrazione Cecile Kyenge, nell’ambito della Festa democratica 2013. Andremo anche in Svizzera, al Festival Internazionale di Teatro di Lugano».

«Da quest'ultimo progetto ne è nato anche un altro - prosegue Sicignano - Uno di questi giovani rifugiati, Rahmatullah Safi, di 18 anni, mi ha raccontato la sua storia e abbiamo deciso di far nascere un testo scritto a quattro mani. Un progetto che ci ha già dato delle soddisfazioni: ha ricevuto il premio Le acque dell’etica, riconoscimento per la drammaturgia di impegno civile e, poi, è stato selezionato nella sezione Migranti per un altro premio che verrà consegnato proprio a Genova».

Potrebbe interessarti anche: , Lo Schiaccianoci, balletto al Carlo Felice: un classico di Natale tra sogni e tradizione , Sergio Maifredi: primo Sovrintendente alla guida del Teatro Sociale di Camogli , Circo, teatro, acrobatica, poesia in bilico in Circumnavigando 2018-19 , Davide Enia al Modena con L'abisso tratto dal romanzo vincitore del Mondello , Spettacoli tout public e pubblico protagonista alla Tosse con Resistere e creare

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

L'uomo che rubò Banksy Di Marco Proserpio Documentario 2018 È il 2007. Banksy e la sua squadra si introducono nei territori occupati e firmano a modo loro case e muri di cinta. I palestinesi però non gradiscono. Il murales del soldato israeliano che chiede i documenti all'asino li manda su tutte... Guarda la scheda del film