Concerti Genova Venerdì 13 settembre 2013

Festival Musicale del Mediterraneo 2013: il programma di venerdì 13 settembre

Tran Quang Hai

Genova - Ancora qualche giorno, fino a domenica 15 settembre, per il Festival Musicale del Mediterraneo, la kermesse che porta a Genova le sonorità del mondo.
Venerdì 13 settembrein scena l’esperienza sonora delle campane tibetane e del canto sciamanico proveniente dal Vietnam.

Ecco nel dettaglio il programma di venerdì 13 settembre:

Castello D’Albertis

Ore 18.30 - Zeit Mantra Friedrich Glorian (Germania) + On the ground Project (Italia)
L’esperienza sonora delle campane tibetane integrata da azioni e visioni. Una performance multisensoriale realizzata da due artisti europei con dedizione verso l’Oriente: Friedrich Glorian, polistrumentista maestro di ritmiche e canti dell’India e Roberto Rossini, storico performer metropolitano.

Palazzo Tursi

Ore 21.00 - Canto armonico sciamanico: Tran Quang Hai (Vietnam)
Il canto armonico della tradizione sciamanica siberiana, emissione vocale simultanea di due e più note, tecnica unica per efficacia musicale e terapeutica, presentata da uno dei più grandi esperti al mondo, insignito della Legione d’Onore in Francia per la sua ricerca dedicata alla voce.

Friedrich Glorian & ontheground project
Friedrich Glorian, musicista tedesco con formazione sia nel jazz e nella musica contemporanea che con I maestri a New Delhi, tra cui Vidur Mallik, Ustad rahim Fahimud-din Khan Dagar, Uday Bhawalkar, Madhu Bhatt Tailang, esperto di canto indiano, percussioni, basso, tanpura e campane tibetane, quest’ultime protagoniste per le azioni e le immagini create da Roberto Rossini, storico performer e ricercatore visivo, nei primi anni ’80 tra i fondatori del Centro UH!, ricercatore di antropologia della performance, membro della direzione artistica di Art Action International Performance Festival, docente di Teoria della performance in Iat Gong e autore del libro La performance tra arte, mito, rito e gioco. È fra i protagonisti di Albedo, associazione culturale per l’immaginazione attiva.

Da questo incontro nasce Zeit Mantra, un’esperienza sensoriale, un concerto, un evento multimediale dedicato al misticismo tibetano sotto la luce interpretativa di due artisti europei con forte dedizione per le ritualità orientali. Zeit Mantra è un’esperienza sensoriale, con una visione terapeutica legata al rilassamento e alla meditazione, dove il pubblico sarà invitato ad abbandonarsi alle suggestioni sonore e visive creata dai due artisti, che con linguaggi diversi, si uniscono in una creazione originale pensata in relazione allo spazio del Castello d’Albertis e al tema del festival che ospita questo evento: estasi e trance, sacro e profano sono elementi nei quali Friedrich Glorian e Roberto Rossigi hanno lavorato nel corso della loro carriera di performer musicali e visivi. Zeit Mantra accompagnerà lo spettatore in un viaggio dai confini indefiniti di spazio e tempo, da usufruirne come opportunità di benessere per il corpo e per la mente.

Tran Quang Hai
«Il canto armonico è un canto magico, un segreto degli antichi sciamani mongoli, uno yoga sonoro praticato dai monaci tibetani, una vibrazione che penetra fino alle cellule». Così viene definito il canto difonico, una tecnica vocale caratterizzata dalla produzione simultanea di due suoni, uno grave detto fondamentale o bordone e l’altro detto armonico, che ha un timbro simile a quello di un flauto.

Il canto difonico si è rivelato uno strumento utile anche in campo terapeutico, con effetti sulla capacità di concentrazione, estensione del controllo della respirazione, percezione musicale, consapevolezza e sviluppo vocale.

Etnomusicologo, musicista e compositore, Tran Quang Hai è tra i più grandi e importanti interpreti al mondo del canto armonico, o overtones, praticato in Tuva, in Mongolia, in Siberia, in Sudafrica. Nato in Vietnam nel 1944, in una famiglia che conta cinque generazioni di musicisti, ha studiato al Conservatorio di Saigon e seguendo gli insegnamenti del padre, Tran Van Khe, presso il Centro di Musica orientale di Parigi. Polistrumentista, suona oltre 15 strumenti musicali vietnamiti, cinesi, indiani, iraniani, indonesiani e europei. In Francia è stato insignito della Legion d’Onore per la ricerca sulla voce. Maestro di artisti come D.Stratos, D. Hykes, M. Monk, R. Laneri, si è esibito in oltre 2.500 concerti in 45 paesi, contribuendo all’introduzione della musica difonica nella musica contemporanea.

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Venom Di Ruben Fleischer Azione U.S.A., 2018 Venom, il protettore letale, uno dei personaggi Marvel più enigmatici, complessi e tosti arriva sul grande schermo. Guarda la scheda del film