Concerti Genova Giovedì 12 settembre 2013

Festival Musicale del Mediterraneo: il programma di giovedì 12 settembre

Stella Chiweshe

Genova - Ancora appuntamenti per il Festival musicale del Mediterraneo, che prosegue fino a domenica 15 settembre.

Dopo l’apertura di venerdì 6 settembre con il gruppo Arakne Mediterranea che ha portato il ritmo delle pizziche e delle tarante, si è proseguito con le contaminazioni di Transufism, con le sonorità salentine e i canti greci e con le voci poliritmiche e con il movimento proveniente dall’Indonesia.

Oggi il Festival ci porta in Africa tra la musica percussiva delle ritualità vodoo e le sonorità della Mbira, musica e strumento a pizzico che porta agli stati alterati di coscienza e alle comunicazione con gli Dei.

Di seguito pubblichiamo il programma completo di giovedì 12 settembre:

Palazzo Rosso

Ore 21.00 - Mbira trance: Stella Chiweshe (Zimbawe)
La Mbira, musica e strumento a pizzico che porta agli stati alterati di coscienza e alla comunicazione con gli Dei, suonata dalla Regina della Mbira, la prima donna dell’etnia Shona a rappresentare una tradizione per secoli concessa solo agli uomini, e per questo persegui-tata e imprigionata.

Ore 21.45 - Le fou de l’historie Achille Akapko (Benin)
La ritualità voodoo della cultura Fon e Yoruba: musica percussiva, canti e danza afro sia tradizionale che riletta in chiave contemporanea, messa in scena da Akapko, danzatore e musicista da anni con Koffi Koko, accompagnato da percussionisti di tradizione, Medard Sossa e Moussa Sanou.

Stella Chiweshe
La regina della musica mbira dallo Zimbabwe - come è spesso chiamata, è la prima artista donna che ha guadagnato il prestigio in un genere musicale dominato dagli uomini, la Mbira music, spina dorsale della musica tradizionale dello Zimbabwe.

È una delle poche musiciste dello Zimbabwe e di tutta l'Africa del Sud, che da più di 35 anni riveste un ruolo fondamentale nella musica tradizionale. Quando lo Zimbabwe era ancora una colonia, Stella fu riconosciuta segretamente come una suonatrice di mbira nelle cerimonie proibite. Prima dell'indipendenza questo strumento doveva essere tenuto nascosto, perchè il Governo coloniale lo aveva bandito per paura dei suoi poteri magici. Suonare la mbira era punito con la prigione.

Chiamata spesso con il soprannome di Nonna della musica tradizionale, Stella Chiweshe è rispettata e considerata importante non solo nel suo paese ma in tutto il mondo per aver suonato in centinaia di festival e teatri: rappresenta un esempio per il resto delle donne che fanno musica nello Zimbabwe dove, prima ancora dell'indipendenza del paese, ha realizzato più di 20 singoli e 7 album di Mbira music, tra i quali il suo singolo Kasahwa col quale ha ottenuto il disco d'oro nel 1975.

Cos'è la Mbira? è il primario strumento delle tribu Zezuru della popolazione Shona ed è stata suonata per oltre 1000 anni in cerimonie religiose e rituali, presso le corti reali, e in occasioni sociali. Consiste in 22 o 28 chiavi di metallo montate su una struttura di legno ed è solitamente collegata a una cassa di risonanza (una zucca). Le chiavi sono suonate con i due polllici verso il basso e l'indice verso l'alto.

Achille Akapko
Nato a Ouidah, Benin, danzatore, musicista e coreografo formatosi sin dall'infanzia sulle danze e i ritmi della sua cultura, Fon e Yoruba, inizia a suonare e danzare per i suoi antenati e le sue divinità. Dopo il suo apprendistato nel monastero tradizionale Vodudou in Benin, trasmette la sua conoscenza all'interno di diverse compagnie di danza dell'Africa dell'Ovest.

Achille Acakpo vive e lavora ora in Austria, come musicista presso Impulstanz a Vienna, insegnando danza e percussioni in Europa e negli Stati Uniti. Accompagna come musicista e assistente il danzatore e coreografo Koffi Koko.

Compone la musica delle sue creazioni coreografiche. Passage, Ça, Wind, Le foglie che resistono al vento, La beu du diable. Questa ultima creazione è stata presentata nel 2012, alla Biennale Danza di Venezia.

Le fou de l'histoire è lo spettacolo che raccoglie lo stile coreografico di Achille Acakpo, ispirato dalle danze tradizionali del Benin; è un interessante miscuglio di slanci potenti e di arresti, di salti energici e di dolcezza, e di elementi espressivi legati alla terra, ogni movimento ha una storia e un significato (simbolico), per il corpo fisico e spirituale. Le fou de l'histoire è in prima nazionale.  

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Darkest Minds Di Jennifer Yuh Nelson Fantascienza U.S.A., 2018 Dopo che una malattia sconosciuta ha ucciso il 98% dei bambini, il 2% dei sopravvissuti sviluppa misteriosamente dei superpoteri. Proprio a causa delle loro straordinarie abilità, i ragazzi vengono dichiarati una minaccia dal governo e rinchiusi in campi... Guarda la scheda del film