Attualità Genova Giovedì 6 giugno 2013

Flavio Costantini, un ricordo al Museo Luzzati

Flavio Costantini ritratto con Lele Luzzati

Genova - Mercoledì 12 giugno, alle 17.30 presso il Museo Luzzati viene ricordato Flavio Costantini, il pittore e illustratore romano - ma genovese d'adozione - recentemente scomparso all'età di 86 anni.

L'incontro è introdotto da Sergio Noberini, direttore del Museo Luzzati, e partecipano Antonio Gibelli (storico italiano, professore ordinario di Storia Contemporanea all'Università di Genova), Matteo Fochessati (critico d'arte e conservatore della Collezione Wolfson), Claudio Burlando (governatore della Regione Liguria) e Carla Sibilla (assessora del Comune di Genova alla Cultura e al Turismo).

Per l'occasione verranno presentati La Lampada di Chanukkah, disegnata dallo stesso Costantini e mostrata al pubblico per la prima volta, e il piatto 2013 del Latte Tigullio.

Di seguito una breve biografia di Flavio Costantini.

Flavio Costantini nasce a Roma il 21 settembre 1926. Conseguito il diploma di Capitano di Lungo Corso, presta servizio nella Marina Militare. Dal 1951 fino al 1954 navigherà con la Marina Mercantile.
Fino a questo momento il suo interesse non è volto alla pittura ma alla letteratura. Sarà proprio la lettura di Kafka a indurre l’artista alle prime esperienze verso le arti figurative.

Progetta e disegna stoffe a Santa Margherita per due anni. Apre insieme a Bernazzoli, Biassoni e Veruggio lo studio grafico Firma a Genova. Collabora con le riviste aziendali della Shell e della Esso; più continuativamente per l’Italsider.
Nel 1959 abbandona la grafica e dopo un breve viaggio in Spagna si dedica alla pittura delle Tauromachie.
Dal 1963 al 1979 ispira il suo lavoro a temi di matrice sociale, in particolare esegue una serie di opere a tempera sulla storia dell’anarchia.

Costantini è anche illustratore di libri tra cui Il cavallino di fuoco di Vladimir Majakovskij per la Emme Edizioni, di Cuore di Edmondo De Amicis, mentre per le Edizioni Nuages crea le tavole di La linea d’ombra di Joseph Conrad e di Ricordi dal sottosuolo di Fëdor Dostoevskij.
Realizza i primi ritratti a tempera e collage nel 1980 con una predilezione per gli scrittori e collabora con quotidiani e periodici nazionali (Corriere della Sera, La Repubblica, Panorama, L’Espresso, L’Europeo, Grazia, ecc.).

Dal 1982 produce un ciclo di opere sul naufragio del transatlantico Titanic e per un decennio si interessa particolarmente alla morte di Nicola II e alla città di Pietroburgo e dintorni.
Di recente, dopo il ciclo dedicato al tema della Rivoluzione Francese, ispira il suo lavoro al Pinocchio di Collodi.

Le sue prime importanti mostre personali vengono allestite a Milano alla Galleria del Naviglio (1969 e successivamente 1976, 1985) e alla Galleria Schwarz (1971). Tra le molte esposizioni si ricorda la personale La pittura nella Torre alla Torre del Lebbroso di Aosta (1987) nonché le numerose collettive nelle principali capitali del mondo: Roma, Londra, Ginevra, Mosca, Tokyo.
Nel 1972 è presente alla Decima Quadriennale Nazionale d’Arte al Palazzo delle Esposizioni di Roma mentre nel 1985 espone al Padiglione d’Arte Contemporanea al Parco Massari di Ferrara, nel 1986 alla Quarantaduesima Esposizione Internazionale di Arte della Biennale di Venezia, con Arte e Alchimia, a cura di Arturo Schwarz, nel 2000 alla Triennale di Milano con la mostra La luce del silenzio e nel 2010 la grande mostra monografica al Museo Luzzati a Porta Siberia, Genova.
Dal 2008 l’artista è presidente dell’Associazione Museo Internazionale Luzzati.

Potrebbe interessarti anche: , Meteo Liguria, inverno in arrivo: previste nevicate nell'entroterra , Spim Genova, al via la gara per la vendita di 49 appartamenti: prezzi e info , Scalinata Borghese a Genova: il progetto di riqualificazione. Le foto , A Los Angeles abbattuta la statua di Cristoforo Colombo: ecco perché , Via 30 Giugno: info sulle chiusure via Telegram della Protezione civile

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Tutti lo sanno Di Asghar Farhadi Drammatico, Thriller Spagna, Francia, 2018 ... Guarda la scheda del film