Teatro Genova Baia del Silenzio Giovedì 30 maggio 2013

Andersen Festival 2013 con Antonella Ruggiero, Avion Travel e Ugo Dighero

Antonella Ruggiero
Altre foto

Genova - «Abbiamo cresciuto una generazione Andersen». Così, dopo 16 anni di supporto al Festival Andersen, il sindaco uscente di Sestri Levante, Andrea Lavarello, riflette sulla manifestazione che coniuga il mondo delle fiabe e il concorso per storie inedite Premio H.C. Andersen. Baia delle favole (quest'anno alla 46esima edizione) con la formula spettacolare che ospita teatro di strada, teatro-circo, racconti e concerti, pervadendo l'intera città e coinvolgendo attivamente le scuole attraverso laboratori nell'arco dell'intero anno.

Una rassegna che da 11 anni vince il bando Arti Sceniche della Compagnia di San Paolo (35mila Euro, quest'anno) a ribadire, come sottolinea anche uno dei componenti della fondazione bancaria, il ligure Stefano Delle Piane, come l'arte e la cultura siano «il nostro petrolio, su cui si deve continuare a investire perché può solo portare benefici» e soprattutto è terreno su cui poche potenze economiche possono competere. Così, mentre non è ancora certo a Sestri Levante il passaggio di consegne dal punto di vista politico (ballottaggio per l'attuale assessora alla cultura, Valentina Ghio al 46,9%, e Massimo Sivori 20,3% il 9 e 10 giugno), come di consueto a Genova è stato presentato il nutrito programma dell'edizione 2013, sempre guidata da Leonardo Pischedda e dallo staff di Artificio23.

In cartellone quasi 100 appuntamenti, organizzati su 4 giornate (da giovedì 6 a domenica 9 giugno 2013), che vanno da anteprime nazionali di spettacoli e concerti come nel caso del tour acustico degli Avion Travel, che vede anche il rientro nel gruppo di Ferruccio Spinetti (8 giugno, ore 21.30) o del concerto con Antonella Ruggiero e la Banda di Piazza Caricameno (domenica 9, ore 19), a straordinarie ospitalità com'è il caso di Circo 238 in anteprima nazionale con Perché no? (7,8 e 9 giugno) e del clown Sky De Sela (8 e 9 giugno), illustre rappresentante di un'arte di famiglia e punto di riferimento per anni in Francia insieme alle sorelle con la nota compagnia di circo contemporaneo Cirque Pocheros.

Tema di quest'anno, che guida l'intero impianto dell'articolata serie di eventi - una vera e propria abbuffata - Paura e Meraviglia per «incroci stradali e artistici - come scrive Leonardo Pischedda nelle sue note al programma - ...caos che viene organizzato solo quel tanto che basta a placare i sensi di colpa, confidando di venir prima o poi visitati dall'inatteso ...in fondo Paura e Meraviglia stanno alla base di tutte le favole belle, quelle che piacciono ai bambini e quelle che risvegliano gli adulti».

Il progetto speciale di questa edizione si articola intorno al funambolo Andrea Loreni, che camminando su una fune - che poi è una corda di basso - offrirà anche una partitura musicale, rielaborata live da un musicista e associata ad una proiezione su un tulle che si srotolerà sotto la fune stessa.

Spettacoli site specific, narrazioni raccolte, sperimentazioni acrobatiche e musicali, acrobazie, comicità, giornalismo-narrato e teatro ragazzi, tutto sempre architettato in un'ottica internazionale è in estrema sintesi quanto andrà in scena per le vie, le piazze e le spiagge di Sestri Ponente.

Tra gli ospiti: giornalisti Umberto La Rocca (Secolo XIX), Mario Calabresi (8 giugno, h. 18.30) e Diego Bianchi alias Zoro (9 giugno, h. 21.30), l'attore e comico Ugo Dighero con uno spettacolo sul turismo sostenibile in A Genova non ci sono più i pinguini (7 giugno, h. 19.30); gli artisti-trasformisti Flavia Mastrella e Antonio Rezza in Troppolitani (7 giugno, h. 21.30) uno spettacolo che vivrà anche di un supporto video gonfiabile e galleggiante, tra stupore e meraviglia. E ancora Bombastic Orchestra, Mr. David, Circo Sonambulos, Andy Snatch, Benjamin Delmas.

Spettacoli di teatro ragazzi scelti tra le compagnie e gli artisti che hanno raccolto più consensi, apprezzamenti e anche premi, creando prodotti estremamente raffinati e intelligenti per un pubblico di piccoli e di grandi tra cui: Bestie del Teatro del Piccione (7 giugno, h. 17); i due vincitori dei Premio Eolo Awards 2013, ovvero La grande foresta (7 giugno, h. 18) della Cooperativa Thalassia e Parole e sassi del Collettivo Progetto Antigone (9 giugno, h. 11), Branciforte, il coniglietto pop up (8 giugno, h. 17) e Il pifferaio di Hamelin (9 giugno, h. 17) entrambe produzioni del Teatro della Tosse, e la narratrice Zara Nelson con Le tre fiabe (8 giugno, h. 18).

E se dalle fiabe al teatro-circo alle narrazioni, questa iniziativa culturale ha trascinato con sé tante anime e realtà quest'anno ne include anche una neonata istituzione culturale il Museo Archeologico e della Città inaugurato in aprile e aperto al pubblico dal 18 maggio 2013 che ospiterà per una narrazione-laboratorio proprio Parole e sassi del Collettivo Progetto Antigone (9 giugno, h. 11) un progetto di militanza femminile che si confronta con il movimento delle donne nato il 13 febbraio 2011 e porta in tournée la storia di Antigone in un Racconto-Laboratorio pe le nuove generazioni. E poi artisti e componenti dello staff del Museo offriranno visite guidate del museo e alla scoperta della storia del centro ligure.

«Ci hanno criticato - conclude Leonardo Pischedda - perché in questo festival c'è troppo e troppo in contemporanea. Ma secondo noi il bello è proprio questo: una vera immersione che ci fa perdere un po' e permette incontri inaspettati. Vi vogliamo frastornare di meraviglia».

Potrebbe interessarti anche: , Sogni per una verità non dicibile in Deflorian/Tagliarini. La recensione , Penultimo spettacolo al BLoser: Per una donna. La recensione , Emma Dante al Teatro della Corte: le anime nude di Bestie di Scena , Marina Cvetaeva in Easy to remember di Ricci e Forte al Duse. L'intervista , Comicità, poesia, riflessione politica in Labbra di Irene Lamponi

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La gabbianella e il gatto Di Enzo D'Alò Animazione Italia, 1998 Una gabbianella viene affidata dalla madre morente ad un gatto, con la promessa che le insegnerà a volare. Guarda la scheda del film