Weekend Genova Sabato 18 maggio 2013

Borghi abbandonati di Liguria: Canate di Marsiglia

Altre foto

Genova - Se i lavori per la strada carrabile non si fossero fermati alla frazione di Marsiglia sono sicuro che il borgo di Canate (comune di Davagna) sarebbe abitato ancora oggi. Collocato sulle alture dell’entroterra genovese in prossimità di San Martino di Struppa questo piccolo borgo abbandonato risalta per la felice ubicazione e la ricchezza che, nonostante l’incuria del tempo, ancora traspare.

Terrazzini con ringhiere decorate in ferro battuto, scale rivestite in ardesia e i resti di qualche lampione testimoniano la vitalità di questo borgo che, ancora nel 1951, vantava 96 residenti. Incredibile se si pensa che questo paese è resistito non solo al tempo (alcuni studi collocano la formazione dei primi nuclei abitativi intorno al XII° secolo) ma anche alla furia nazi-fascista che qui - e lo ricorda una lapide visibile nel centro del paese - hanno appiccato fuoco al villaggio in uno dei tanti tristi episodi di rappresaglie alle attività partigiane.

A Canate di Marsiglia si può arrivare da molte parti: noi lo raggiungiamo grazie al sentiero che parte da San Martino di Struppa con due ore circa di pianeggiante sentiero in costa. Percorrere questa mulattiera significa percorrere un pezzo di storia del contado genovese: lungo il percorso si incontra un antico trogolo utilizzato dagli abitanti per il proprio fabbisogno e per abbeverare gli animali. Poi ci si inoltra lungo un castagneto, che con i suoi frutti immaginiamo fosse abbondantemente sfruttato durante le difficoltà create dalla guerra. Infine qualche muretto a secco ancora in piedi ci lascia immaginare la caparbietà del contado genovese.

Distratti e incuriosi dall’approssimarsi dell’entrata del villaggio ci spaventiamo quando, all’entrata del paese, veniamo accolti da due vere e proprie oche da guardia per nulla intimorite (che niente hanno da invidiare alle gloriose antenate del Campidoglio) e dal pascolo di alcune capre, che ruminano indisturbate. Rimaniamo di stucco a scoprire che, strada carrabile o no, qualcuno a Canate resiste ancora oggi. Curiosando tra le viuzze dell’antico borgo non è difficile immaginare quale fosse il prodotto tipico di questo paese: tra le case in rovina si notano botti di legno, torchi e damigiane, segno evidente di una diffusa coltivazione della vite e ottime per qualche scatto. Troviamo anche alcuni resti di mangiatoie per i bovini che durante la primavera venivano portati al pascolo ai vicini monti Alpesisa e Lago. Forse oggi questa strada la percorrono le simpatiche capre che abbiamo incontrato.

Giungiamo infine ad uno spiazzo panoramico in fondo al villaggio, la vista spazia sulle colline circostanti permettendoci di apprezzare come una felice posizione abbia aiutato e permesso a questi tenaci abitanti di coltivare la vite.
Ci piace perderci per le viuzze e evocare nella nostra mente le immagini e le voci di questo borgo quando ancora era vivo: tornare sulla via principale è un tuffo in un passato meno remoto grazie ai resti dei lampioni e la lapide a centro paese diventa cuore dell’agorà di Canate.
Ci lasciamo dietro questo borgo con la certezza che, per quanto idealizzata nelle nostre teste cittadine, la vita in questi lidi si sia fermata ma non la poesia che ancora trasmette.

Esistono inoltre due percorsi alternativi a quello descritto per giungere a Canate: i più coraggiosi e allenati possono osare il percorso utilizzato anticamente dagli abitanti che parte dal ponte di Cavassolo: 1100 scalini in pietra per quarantacinque minuti di passione.
Per chi invece predilige un sentiero più tranquillo è possibile giungere anche tramite la mulattiera che parte da Marsiglia, il borgo che ha raccolto i fuggiaschi di Canate.

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Ocean's 8 Di Gary Ross Azione, Drammatico, Thriller U.S.A., 2018 Cinque anni, otto mesi, 12 giorni... Questo è il tempo durante il quale Debbie Ocean ha progettato il colpo più grande della sua vita. Sa perfettamente che deve mettere su una squadra con le migliori nel loro campo, a cominciare dalla sua... Guarda la scheda del film