Libri Genova Venerdì 12 aprile 2013

Beatrice Solinas Donghi: un omaggio alla scrittrice genovese

di

Genova - Il dipartimento di italianistica, arti e spettacolo dell'Università di Genova e la fondazione Giorgio e Lilli Devoto organizzano per martedì 16 aprile, nell'aula magna della Scuola di scienze umanistiche (in via Balbi 2), dalle 16.00 un incontro e un omaggio alla scrittrice genovese Beatrice Solinas Donghi.

Alla conferenza partecipano Alberto Beniscelli, Giorgio Devoto, Stefano Verdino, Carla Ida Salviati e Massimo Bacigalupo, autore del libro Camilla e Paqui scoprono l’Inghilterra. Intervengono anche Pino Boero, Franca Guelfi, Nicolò de Mari e Camilla Salvago Raggi con le loro testimonianze. A fine incontro verrà proiettato il film di Tonino De Bernardi dal titolo Beatrice Solinas Donghi, scrittrice.

Di seguito la biografia di Beatrice Solinas Donghi.

La scrittrice nasce a Serra Riccò il 29 marzo 1923, dal marchese Jack Donghi, liberale antifascista e collaboratore del Secolo nell’immediato secondo dopoguerra. Madre e nonna paterna inglesi e cultura decisamente bilingue. Vive a Genova. Laureata a Genova in letteratura inglese, ha esordito come scrittrice su Paragone nel 1957. Molto amata da Anna Banti e Giorgio Bassani, fu autrice della Feltrinelli nella prima fase (L’estate della menzogna, 1959; Natale non mio, 1962). Passò poi con Rizzoli negli anni Sessanta e vinse il Premio Campiello nel ’65 con il romanzo L’uomo fedele. In ambito saggistico si è occupata della narrativa vittoriana e in particolare delle sorelle Bronte (Emily Bronte, al di qua della leggenda, 2001); il suo libro La fiaba come racconto (1976) fu molto apprezzato da Italo Calvino. La raccolta delle sue Poesie (2003) è stata promossa da Eugenio De Signoribus nei quaderni d’arte dell’Associazione La luna. E’ stata anche una grande scrittrice per l’infanzia e l’adolescenza, con numerose opere (le più recenti L’enigma della cupola, 2009 e Trilogia di Alice, 2010). Cultrice delle fiabe popolari liguri, ne ha tradotte una scelta fatta da Pino Boero (Fiabe liguri, 1982). Amica da sempre della coetanea scrittrice Camilla Salvago Raggi, è stata nella redazione di Diogene e di Resine. Presente anche assiduamente nella rivista di letteratura giovanile Lg argomenti. Negli anni Settanta e Ottanta ha collaborato alla pagina culturale del Secolo XIX. Il racconto è sempre stato la sua ideale misura narrativa, ben riconosciuta dalla critica; è presente nell’antologia del racconto italiano del novecento, curato da Enzo Siciliano nei Meridiani (2001). L’ultimo suo libro di racconti è Vite alternative nel 2010.

Potrebbe interessarti anche: , Mizar, la boutique corsara di libri torna al Luzzati Lab , Marco Balzano per Incipit Festival: dal romanzo Resto qui all'eredità di Calvino , Maggiani: «In quest’epoca più di umori che di sentimenti, ho deciso di parlare di amore» , Cingolani, robot e uomo: siamo pronti ad affrontare questa convivenza? L'intervista , Book Pride 2018 a Genova, libri e incontri con lo sguardo rivolto alla città. L'intervista a Vasta

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

L'uomo che rubò Banksy Di Marco Proserpio Documentario 2018 È il 2007. Banksy e la sua squadra si introducono nei territori occupati e firmano a modo loro case e muri di cinta. I palestinesi però non gradiscono. Il murales del soldato israeliano che chiede i documenti all'asino li manda su tutte... Guarda la scheda del film