Concerti Genova Lunedì 18 marzo 2013

Bruno Marini, Massimiliano Rolff e U.T. Gandhi: il concerto incanta Villa Bombrini

Bruno Marini, Massimilano Rolff e U.T. Gandhi
© Carmelo Calabria
Altre foto

Genova - «Tutto quello che suoneremo stasera è totalmente improvvisato. Di quanto ascolterete fra poco, ne sappiamo tanto quanto voi».

La precisazione del sassofonista Bruno Marini ha reso esplicito ciò che si era già potuto intuire dai primi tre brani del concerto di sabato 16 marzo a Villa Bombrini, quarto appuntamento della rassegna Suoni, parole, ritmi del mondo.

Il trio composto da Marini, al sax baritono e flauto, Massimiliano Rolff al contrabbasso e U.T.Gandhi alla batteria, ospitato dagli organizzatori di Jazz Lighthouse, si è presentato all’esordio dal vivo, ed il concerto ha assunto i tratti di una piccola lezione su composizione istantanea ed interplay, l’intesa fra i musicisti che condividono il palco, temi ricorrenti nell’universo del jazz. Dopo una introduzione in forma libera condotta dal flauto di Marini, un pezzo dal ritmo più sostenuto edun funky suggerito da un contagioso riff del baritono, la scaletta si è sviluppata per un’ora e mezza di musica intensa, avvolgente, accesa dal fuoco ritmico di Gandhi e sviluppata su ampie parti soliste dei fiati e del contrabbasso. 

Rolff  bassista residente a Genova, dove cura i programmi del club Count Basie, si sdoppia fra ritmica e solismo dimostrando personalità e sicurezza anche in un contesto rischioso come quello del gioco senza rete, Marini alterna  le profondità del baritono alle note liquide del flauto e offre spesso l’innesco tematico alla struttura dei pezzi che nascono in diretta, ed il drumming creativo di U.T. Gandhi, ricco di frammentazioni e caratterizzato da episodiche 'esplosioni' è l’ideale completamento del concetto di gruppo formato da tre solisti.
Ovviamente a tratti si coglie anche il limite di una proposta nata sulla spontaneità del momento, e ci sono momenti nei quali la musica si riduce in piccole cellule ritmiche, quasi alla ricerca del filo da riprendere per costruire il quadro collettivo.

Ma l’interesse dell’esperienza risiede anche in questo, perché consente, a chi sia interessato ai meccanismi più nascosti del suonare, un approccio in tempo reale con ciò che passa nella mente dei musicisti. Al termine, a suggellare il carattere di jam session, anche un fuori programma con la cantante pop Francesca che, senza microfono e senza preavviso, ha dato vita ad uno struggente pezzo soul jazz. Prossimo appuntamento a Villa Bombrini sabato 20 aprile con l’artista più nota della rassegna, la pianista romana Rita Marcotulli, impegnata in un concerto di piano solo.

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Il tuo ex non muore mai Di Susanna Fogel Commedia U.S.A., 2018 Due amiche del cuore si ritroveranno improvvisamente e involontariamente coinvolte in un roccambolesco complotto internazionale. La causa di tutto? Un ex... come al solito! L’ex fidanzato di Audrey, spia in incognito, ritorna dal passato in cerca... Guarda la scheda del film