Weekend Genova Martedì 5 marzo 2013

Un'esplosione di lana a Genova per lo yarn bombing di Intrecci Urbani

Sulle scalinate di Palazzo Ducale, il primo assaggio di Yarn Bombing
© Giampaolo Cavalieri
Altre foto

Genova - Si avvicina il debutto di Intrecci Urbani, il più grande appuntamento di Yarn Bombing realizzato in Italia che a partire dal 21 marzo 2013 porterà centinaia di metri di lana lavorata a coprire monumenti, alberi e arredo urbano della città di Genova.
L'appuntamento coinvolge 68 diverse realtà cittadine e attualmente stanno lavorando alla realizzazione dei rivestimenti in lana e cotone circa 1000 persone.

La proposta lanciata lo scorso novembre dall’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Genova, nata nell’ambito di un progetto di servizio civile nazionale con l’obiettivo di sviluppare relazioni tra le generazioni, ha generato grande fermento in città.

L’iniziativa è coordinata dall’Ufficio Cultura e Città mentre la direzione artistica è affidata alla scenografa Emanuela Pischedda dell’Associazione Colorinscena. Va sottolineato che il progetto, oltre gli aspetti scenografici e artistici, visto l’alto coinvolgimento dei soggetti del territorio presenta una forte valenza sociale.

Sarà un grande evento cittadino dal forte impatto spettacolare e di grande richiamo turistico tenuto conto anche del periodo in cui si svolgerà, dal 21 marzo al primo aprile, un periodo che comprende la settimana di Pasqua.

L’istallazione principale sarà al Porto Antico e sono previsti anche interventi artistici a Palazzo Ducale e Palazzo Tursi, le sedi dei tre partner del progetto.

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Darkest Minds Di Jennifer Yuh Nelson Fantascienza U.S.A., 2018 Dopo che una malattia sconosciuta ha ucciso il 98% dei bambini, il 2% dei sopravvissuti sviluppa misteriosamente dei superpoteri. Proprio a causa delle loro straordinarie abilità, i ragazzi vengono dichiarati una minaccia dal governo e rinchiusi in campi... Guarda la scheda del film