Concerti Genova Venerdì 15 febbraio 2013

Felice Clemente, jazz latino al Borgoclub

Genova - Jazz contemporaneo condito nella musica latina e con un pizzico di ritmi afro. Questo il menu concertistico proposto per sabato 16 febbraio con inizio alle 21.30 dal Borgoclub di via Vernazza a Genova.

Chef d’eccezione il sassofonista e clarinettista milanese Felice Clemente, classe ’74, con il suo quartetto composto dal pianista Massimo Colombo, il bassista Giulio Corini ed il veterano della batteria Massimo Manzi .

Si tratta di una fra le formazioni più interessanti nel panorama jazz nazionale del momento, il cui leader, già nel top delle classifiche più recenti delle riviste specializzata Musica Jazz e Jazzit, vanta esperienze con diversi esponenti del jazz internazionale e nazionale come Yuri Goloubev, Gregory Hutchinson, Jimmy Greene, Quincy Davis, Marco Tamburini, Tino Tracanna, Stefano Di Battista, Roberto Cecchetto, Claudio Fasoli e Tullio De Piscopo.

Insieme i quattro hanno inciso nel 2011 il cd Nuvole di Carta, che  ha ricevuto 4 stelle dalla bibbia del jazz mondiale Downbeat prevedendo per Clemente un futuro ricco di affermazioni anche fuori dall’Italia. Ultima fatica discografica di Felice Clemente ad oggi, il disco in duo con Javier Pérez Forte alla chitarra classica dal suggestivo titolo Aire libre.

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Lo sguardo di Orson Welles Di Mark Cousins Documentario 2018 What's in the box? Cosa c'è nella scatola? si chiede Mark Cousins cineasta e studioso di cinema, già autore della sua nota (e preziosissima) rilettura personale della storia del cinema in The Story of Film (2011). Grazie all'accesso... Guarda la scheda del film