Concerti Genova Giovedì 7 febbraio 2013

Maurizio Pollini a Genova. Il concerto alla Gog il 13 marzo

Maurizio Pollini in concerto

Genova - Cominciamo dalla notizia più importante: il concerto di Maurizio Pollini per il centenario della GOG si terrà mercoledì 13 marzo al Teatro Carlo Felice. Era previsto lunedì prossimo, 11 febbraio, poi spostato a metà giugno con l’idea di farne una gloriosa chiusura fuori tempo massimo della stagione del primo secolo di vita della società di concerti genovese, e ora finalmente una data definitiva, appunto il 13 marzo.

Il grande pianista italiano, che venne ospite della GOG a Genova fresco di vittoria del premio Chopin quand’era ancora un giovanissimo, ha scelto le ultime tre sonate di Ludwig van Beethoven, l’opera 109, 110 e 111. Un vertice assoluto della musica occidentale e uno dei capisaldi del repertorio tastieristico come pochi altri: le sonate furono scritte da Beethoven nella sua ultima età, quando da tempo aveva preso congedo dal mondo e dalla sonorità più materiale, visto che era ormai completamente sordo.

E Pollini ha sempre riletto queste pagine da par suo, con cifra intimistica e potente ad un tempo; la sua è una personalità schiva, riservata, e il suo pianismo si è costruito negli anni anche attraverso grandi orizzonti culturali. Come Beethoven, dunque, di poche parole, perchè le parole non servono laddove si fanno strada le note, che per davvero assurgono in questi estremi capolavori beethoveniani ad un mondo superiore.

Lo spostamento del concerto di Pollini lo avvicina temporalmente a quello che era il clou di marzo della GOG, vale a dire il récital di un altro gigante del pianoforte di oggi: il russo Grigory Sokolov, di scena lunedì 4. Vi abbiamo già narrato in passato delle sue meraviglie, diremmo soltanto che l’attesa per il suo ritorno è grandissima e il programma scelto è un impaginato di quelli da far tremare i polsi: nella prima parte Franz Schubert, con i Klavierstucke D 899 e D 946. Nella seconda anche per lui Beethoven, con una sonata di poco precedente a quelle scelte da Pollini: l’op. 106 Hammerklavier. Dunque, un confronto a distanza tra Titani, dal quale il pubblico ha tutto da guadagnare.

Peraltro, se ancora non ne avete avuto abbastanza, vi segnaliamo che marzo alla GOG, e quindi al Carlo Felice, si chiuderà con un altro nome grandissimo del pianismo: quello di Andràs Schiff, che salirà sul palco lunedì 25. Anche per lui Beethoven, con alcune delle prime sonate. Al compositore di Bonn il pianista ungherese ha dedicato un libro (uscito in italiano per il Saggiatore) in cui analizza tutte e 32 le sonate composte da Beethoven per la tastiera.

Dunque, la musica di Beethoven riletta e interpretata da tre fuoriclasse del pianoforte nell’arco di 20 giorni a Genova: cercate di non farvi mancare neppure un elemento di questo formidabile trittico – Sokolov, Pollini, Schiff – perchè non capiterà molto presto un’altra occasione simile.

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Johnny English colpisce ancora Di David Kerr Azione 2018 Alla vigilia di un importante summit internazionale, un attacco informatico rivela l'identità di tutti gli agenti segreti britannici sotto copertura. L'unico rimasto sul campo è in pensione, non ha idea di cosa sia un'App, e si chiama "English,... Guarda la scheda del film