Mostre Genova Museo di Villa Croce Mercoledì 30 gennaio 2013

A proposito di Giuseppe Chiari. La mostra a Villa Croce

'Partitura musicale con colore' di Giuseppe Chiari (1986)

Genova - Inizia con Giuseppe Chiari la serie di incursioni storiche che il museo di Villa Croce ha deciso di intraprendere per riscoprire alcune opere della collezione. La mostra dal titolo A proposito di Giuseppe Chiari… è curata da Vittoria Martini ed è visitabile da sabato 2 febbraio a domenica 7 aprile 2013.

L’inaugurazione è prevista per venerdì primo febbraio alle 18.00 con una live performance di Musica senza contrappunto (1969) di Giuseppe Chiari con i movimenti di Giulia Beatini e il live electronics di Giacomo Gianetta.

La mostra si sviluppa attorno a Partitura musicale con colore (1986), conservata nei caveaux del museo. L’opera è un pretesto per riscoprire il lavoro dell’artista fiorentino scomparso nel 2007 che, tra l’altro, ha presentato numerose volte il suo lavoro a Genova.

Attraverso documenti, fotografie, video e un’installazione fotografica, la mostra permette di rileggere l’opera di Chiari in chiave contemporanea, come un precursore di un concettualismo relazionale. Oltre alle opere in mostra lo spettatore può consultare libri e cataloghi che documentano il lavoro dell’artista, oltre a due manuali autografi per riflettere su come il tempo trasformi la nostra percezione delle opere d’arte.

Questa mostra offre l’occasione di riscoprire artisti del passato per contestualizzare la pratica artistica contemporanea. La performance, concepita e organizzata insieme al conservatorio Nicolò Paganini di Genova, nasce come estensione di un tema d’esame per Composizione Musicale Elettroacustica che prevedeva la realizzazione di una composizione stereofonica della durata di 10 minuti basata su una partitura di Giuseppe Chiari, tratta dalla raccolta Musica senza contrappunto (1969).

La partitura, che viene proiettata su una parete, è un elenco di oggetti, animati e inanimati, alla fine della quale Chiari pone la seguente domanda: «Come far musica con queste cose? Basta toccarle». Nello sviluppo in occasione della rappresentazione a Villa Croce, la composizione è diventata performance multimediale. È stata aggiunta alla prima parte da ascoltare, una scena di movimento nella quale emergono tutti i dettagli musicali degli oggetti della nostra quotidianità.

Potrebbe interessarti anche: , Da Monet a Bacon: al Ducale 60 capolavori dal Sud Africa. Foto, orari e biglietti , Il Salotto del Cavalier Tempesta: gli affreschi di Pieter Mulier a Palazzo Lomellino , Paganini Rockstar come Hendrix, la mostra infiamma Palazzo Ducale: foto e percorso , Handhumans vs Handimals, in mostra le mani dipinde di Guido Daniele , La mostra Fulvio Roiter. Fotografie 1948-2007 a Palazzo Ducale: le foto

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Maria regina di Scozia Di Josie Rourke Drammatico 2018 Scozia, 1561. Maria Stuarda, salita sul trono di Francia dopo aver sposato Francesco II, è rimasta vedova a 18 anni e ha deciso di tornare nella nativa Scozia, di cui è regina per diritto di nascita. Con il suo ritorno Maria rischia di contendere... Guarda la scheda del film