Concerti Genova Lunedì 7 gennaio 2013

Palazzo Ducale: al Museo del jazz gli incontri e le video conferenze di gennaio 2013

Charles Mingus

Genova - Riprende nel segno di Charles Mingus, il grande contrabbassista statunitense scomparso nel 1979, la programmazione 2013 di incontri e video conferenze del Museo del jazz di Palazzo Ducale.

Martedì 8 gennaio, come di consueto alle 18.00, i locali del Museo si animano con le proiezioni video dei Mingusiani, ovvero gli epigoni della grande avventura musicale di Mingus, dalla Mingus Dinasty al quartetto Pullen Adams. In programma un’ora di video, reperiti e montati dal collezionista Gigi De Leo, e presentati dai giornalisti specializzati Giorgio Lombardi e Guido Festinese. Si assisterà ad esibizioni live comprese tra il 1979 e il 1989, con la partecipazione di musicisti del calibro di Randy Brecker, Jimmy Knepper, Dannie Richmond, Jack Walrath e Victor Lewis.

Di grande interesse per gli appassionati anche i successivi appuntamenti proposti dal Museo nel mese di gennaio. Martedì 15 sarà la volta de I Californiani, altri filmati rari curati da De Leo incentrati sull’epopea del cool uno dei periodi e degli stili più originali della storia del jazz. Chet Baker, Gerry Mulligan, Bob Brookmeyer, Art Pepper, Jimmy Giuffre fra i protagonisti dell’antologia video.

Il martedì successivo, 22 gennaio toccherà invece a Guido Michelone, giornalista, docente presso la Cattolica di Milano e studioso di note afroamericane presentare un excursus sulla scena odierna del canto femminile nel jazz con l’obiettivo fissato su artiste quali Abbey Lincoln, e le contemporanee Joss Stone, Madeleine Peyroux, Mina Agossi e Melody Gardot.

Si conclude in blues martedì 29 gennaio con una nuova presentazione dell’esperto genovese Luigi Monge dedicata ad uno dei più grandi bluesman della storia, Son House, al secolo Eddie James House Jr, vissuto tra il 1902 ed il 1988. Son House Story ripercorrerà la storia di un chitarrista di gran valore, sia nella tecnica slap, lo schiaffeggiamento delle corde della chitarra, che in quella bottleneck, effettuata utilizzando un collo di bottiglia da far scivolare sulla tastiera dello strumento, Son House ha avuto un’influenza decisiva su musicisti quali Robert Johnson e Muddy Waters.

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Il testimone invisibile Di Stefano Mordini Thriller 2018 Adriano Doria è "l'imprenditore dell'anno" nella nuova Milano da bere. Guida una BMW, porta al polso un Rolex vistoso, ha una moglie e una figlia adorabili e un'amante bella come Miss Italia. Ma ora si trova agli arresti domiciliari, accusato di... Guarda la scheda del film