Attualità Genova Giovedì 13 dicembre 2012

Don Gallo riceve il premio 'La ragazza di Benin City'

Don Andrea Gallo

Genova - Domenica 16 dicembre alle ore 16.00 presso il Museoteatro della Commenda di Prè le vittime della tratta premiano don Andrea Gallo, per il progetto La ragazza di Benin City. Dal 2002 il progetto 'La ragazza di Benin City' assegna ogni anno un premio a persone, associazioni, enti che hanno dato apporto alla lotta contro la tratta e che si sono distinti per il loro impegno a favore dei diritti umani, dei migranti, delle donne.

Un riconoscimento speciale andrà a Carla Peirolero per la sua infaticabile attività culturale e per il Suq di Genova. A cura di Claudio Magnabosco e Isoke Aikpitanyi, ideatori del progetto la Ragazza di Benin City in collaborazione con Mu.MA e Consorzio SOL.CO Liguria.

Nelle precedenti edizioni, il premio è stato attribuito a Roberto Saviano, Toni Capuozzo, Elvira Dones, Fabrizio Gatti, Sr Eugenia Bonetti, Don Luigi Ciotti.

In Italia vivono, clandestine e prostitute, migliaia di ragazze nigeriane, molte provenienti da Benin City, sfruttate da un racket che le ha portate in Europa con false promesse e le ha ridotte in stato di vera e propria schiavitù. Il progetto La ragazza di Benin City affronta la problematica delle ragazze africane che giungono in Italia, ridotte in condizione di schiavitù e vuol farsi strumento non confessionale di azione concreta.

Il ritrovo per la 'cerimonia' di consegna del Premio 2012 è fissato per le ore 15.00, presso l'emporio/museo di Fabrizio De Andrè, Via del Campo 29 rosso, perché i temi del premio e le attività del Progetto che lo promuove sono strettamente legati alla storia e al ricordo di Fabrizio De Andrè.

Madrina del premio è Isoke Aikpitanyi, nigeriana, ex vittima della tratta, già ospite di Genova città dei diritti nel 2010, portavoce delle donne migranti al G8 contro la violenza sulle donne (Roma 2009), Premio Martin Luther King 2008, autrice di libri sulla tratta delle nigeriane.

L'attribuzione del Premio a don Andrea Gallo è stata decisa su indicazione e richiesta delle donne straniere aggregate nella Associazione vittime ed ex vittime della tratta che ha sede in Genova. Ma il PRBC sta predisponendo parallelamente all'evento genovese, un evento a Benin City in Nigeria, per premiare Wole Soyinka, scrittore nigeriano, Premio Nobel per la Letteratura; con questo il Premio assume da quest'anno una dimensione internazionale.

La lista dei Premiati sarà resa pubblica solo nell'imminenza dell'evento: a Genova ci saranno, comunque, una responsabile nazionale di Amnesty International, premiata per la campagna svolta in Nigeria contro la devastazione dei territori agricoli a causa delle fuoriuscite di petrolio ed Enrico Maria Papes, voce storica del gruppo rock I Giganti, promotore di due spettacoli Se fossi Fabrizio... dedicato a Fabrizio De Andrè e Terra in bocca, opera rock sulla mafia; censurato alla sua uscita 40 anni fa, è stato rappresentato per la prima volta in pubblico solo lo scorso anno a Pavia ed è vincitore del premio Borsellino 2011.

Potrebbe interessarti anche: , Coop Liguria: buoni acquisto per i lavoratori colpiti dal crollo del Morandi , Rampa di Cornigliano: apertura il 26 marzo, con ultima chiusura dalla Guido Rossa , Genova, a scuola tutti in bici: in 400 in via Garibaldi per una mobilità più sostenibile , Trenitalia Liguria: sui treni Jazz nuovi posti per le biciclette , Pegli, aperto il parcheggio di interscambio gratuito. Presto anche a Quinto e Voltri

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.