Salone Nautico 2012: Genova guarda oltre la crisi

Attualità Genova Fiera di Genova Mercoledì 3 ottobre 2012

Salone Nautico 2012: Genova guarda oltre la crisi

Genova - «Non sarà il Salone della crisi. Sarà un Salone forte, competitivo e innovativo, che vuole dare segni di cambiamento». Così la presidente della Fiera di Genova Sara Armella descrive il cinquantaduesimo Salone Nautico Internazionale, in programma da sabato 6 a domenica 14 ottobre alla Fiera, ma con eventi collaterali sparsi per tutta la città, da Nervi a Sampierdarena.

900 espositori, oltre 1400 imbarcazioni in mostra su una superficie di oltre 200 mila mq, tra quattro padiglioni, due marine attrezzate e ampie aree all'aperto. Questi i numeri dell'edizione 2012 della kermesse genovese dedicata alla nautica da diporto.

Alla Fiera è quasi tutto pronto (qui le foto in anteprima degli allestimenti). Ecco quindi qualche dritta per orientarsi tra gozzi, yacht e barche a vela. Nelle aree all'aperto si possono ammirare imbarcazioni a motore fino a 16 m, derive, canoe e kayak. Le marine, oltre alle prove in mare, ospitano barche a motore e a vela, multiscafi a partire da 12 m, catamarani. La banchina H è quella dei maxiyacht (tra cui la Stella Maris, madrina della kermesse). Nel piazzale Marina 1 (area coperta e scoperta) sono ormeggiate imbarcazioni a motore fino a 18 metri.
Per quanto riguarda le aree coperte, le barche si trovano principalmente nei Padiglioni Blu e S, che ospitano rispettivamente imbarcazioni a motore fino a 16 metri e imbarcazioni pnemuatiche, il primo; imbarcazioni a motore fino a 12 metri, attrezzature per la pesca sportiva e strumentazioni per la navigazione, il secondo. Il Padiglione C invece è dedicato interamente ad accessori e abbigliamento tecnico. Gli accessori per imbarcazioni a vela si trovano invece nel Padiglione D.

Oltre alle barche, il Salone ospita un'ampia offerta di eventi tra laboratori didattici, prove di vela e di canoa dedicate ai più giovani, conferenze e incontri per gli operatori del settore. Nel piazzale d'ingresso del quartiere fieristico viene ricreato il Villaggio Olimpico di Londra 2012, dove i più piccoli possono avere il battesimo della vela e provare un simulatore di kitesurf, oltre a incontrare gli atleti che hanno partecipato alle Olimpiadi. E poi, un'area dedicata alle imbarcazioni storiche, sia da lavoro, sia da regata. Il tutto con l'obiettivo di far nascere o rinvigorire la passione per il mare.

Il Salone, come detto, esce anche dai confini della Fiera. Dopo l'edizione zero del 2011, per il secondo anno torna Genova in Blu, l'ampio programma di eventi fuori salone che coinvolge tutta Genova. Ogni sera, dalle 18.00 alle 23.00, in giro per la città - da Nervi a Sampierdarena, passando per il centro storico - ci sono eventi culturali, musica per le strade, negozi aperti, mostre nei palazzi storici (la maggior parte degli eventi è a ingresso libero, ma alcuni sono ad invito o riservati ai possessori della card di Genova in Blu, per info genovainblu.it).

Ad aprire e chiudere Genova in Blu, due concerti gratuiti: quello di Francesco Baccini in via XX Settembre davanti al Palazzo della Borsa (domenica 7, ore 18.30) e un concerto sinfonico diretto da Maurizio Billi aperto alla città al Teatro Carlo Felice (sabato 13, ore 21). In mezzo, tante occasioni di intrattenimento non solo per espositori e visitatori, ma anche per i genovesi: tavolate e serate gastronomiche, concertini a cielo aperto, spettacoli teatrali (tra cui Attenti a quei tre al Teatro della Corte con Tullio Solenghi, Maurizio Lastrico e Enzo Paci, giovedì 11), serate da ballare per i più giovani (tra cui il dj-set di Dado Funky Poetz al Porto Antico, venerdì 12).
Qui, il programma completo degli eventi di Genova in Blu.

Inoltre, anche i CIV (Centri Integrati di Via) hanno parallelamente organizzato una serie di iniziative collaterali che vanno dalla gastronomia ai mercatini, dagli eventi speciali nei negozi alla musica dal vivo. Qui il programma completo delle iniziative dei CIV.
«Un grande sforzo corale per preservare la leadership internazionale del Salone» dice Sara Armella. «Un modo significativo per affrontare questi tempi difficili» commenta l'assessora alla Cultura del Comune di Genova Carla Sibilla.

Già, perché nonostante l'ottimismo e la voglia di andare avanti la crisi c'è, e si sente. «Alcune aziende che erano presenti nelle scorse edizioni del Salone, quest'anno non ce l'hanno fatta a partecipare» spiega Anton Francesco Albertoni, presidente di Ucina, che precisa: «la crisi della nautica non è dovuta solamente alla crisi globale iniziata nel 2008, ma è una crisi tutta italiana. Questo paese non ha voluto credere in questo settore, ora il governo deve intervenire inserendo la nautica tra le priorità di sviluppo». Tra i segnali di questo periodo di difficoltà, il fatto che «per la prima volta in 52 edizioni gli imprenditori della nautica non saranno presenti alla cerimonia inaugurale (sabato 6 ottobre, con la partecipazione del viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Mario Ciaccia, ndr) per esprimere al Governo lo stato di prostrazione del comparto, che vede il mercato nazionale sostanzialmente azzerato e la perdita di ventimila posti di lavoro».

Potrebbe interessarti anche: , La crociera al cioccolato passa anche da Genova: la prima Eurochocolate Cruise , Aperte le iscrizioni per i nuovi corsi per Entertainer Kids and Adults e Allievo Elettrico/Elettronico , Scalinata Borghese: «riapertura a dicembre 2019», con un anno d'anticipo , Genova, il Museo Luzzati riapre a Palazzo Ducale. E la statua? , Nuovo supermercato Pam a Genova: apertura in via XX Settembre

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.