Concerti Genova Martedì 25 settembre 2012

Paganini: sette concerti in omaggio al grande musicista

Genova - Dal 28 settembre al 23 novembre torna la rassegna Hommage à Paganini, giunta quest'anno alla terza edizione.
La kermesse, organizzata dall’Associazione Amici di Paganini sotto la direzione artistica di Cristiano Gualco, propone sette serate musicali, tre delle quali avranno per interpreti i Premi Paganini Massimo Quarta, il 28 settembre alle 20.30, presso l’Auditorium della Casa Paganini (piazza S. Maria in Passione); Bing Huang, il 26 ottobre alle 20.30, presso l’Auditorium Musei di Strada Nuova (Palazzo Rosso - via Garibaldi 18); Mariusz Patyra, il 9 novembre alle 20.30, presso lo stesso Auditorium.
Ogni concerto sarà introdotto da un’intervista agli esecutori, a cura di Cristiano Gualco,
direttore artistico degli Amici di Paganini e primo violino del Quartetto di Cremona e sarà,
infine, accompagnato da un accurato programma di sala.

La rassegna cameristica intende offrire un percorso i cui programmi mettono in rilievo la fecondità dell'eredità musicale di Paganini - con riflessi anche su altri aspetti della cultura.
 
Tra i motivi di spicco della rassegna ci sono la presentazione di pagine paganiniane e la presenza di interpreti paganiniani di alto prestigio, allo scopo di contribuire a creare, anche intorno a Paganini, una tradizione interpretativa basata su criteri filologici. A tale proposito sono presenti tra gli interpreti tre vincitori di Premi Paganini (Massimo Quarta, Bin Huang e Mariusz Patera). Inoltre, molti dei brani di Paganini in esecuzione sono raramente proposti (il IV quartetto per chitarra e archi, la Grande Sonata per chitarra) e per i concerti è previsto l'uso di organici strumentali tipicamente paganiniani: violino (solo e accompagnato), il quartetto per chitarra e archi, il duo chitarra e viola, il quartetto per archi.

In esecuzione non solo brani di Paganini, ma anche di autori coevi o successivi che rendano efficemente il contesto musicale europeo in cui il linguaggio paganiniano viene alla luce. Durante la rassegna anche prime esecuzioni assolute: il brano per chitarra di Alessandro Solbiati, Le sei corde di Niccolò e del Quartetto canonico - da Paganini/Dallapiccola di Michele Trenti, entrambi ispirati a Paganini.
Non manca una componente sui riflessi dell'arte paganiniana sulle generazioni successive di musicisti, dai violisti Ysaye e Suk a Ravel e più in generale ai compositori del Novecento: Castelnuovo Tedesco con Capriccio diabolico - omaggio a Paganini e Schnittke con A Paganini.

La rassegna è inoltre caratterizzata da interpreti di livello internazionale, dalla presenza cospicua di musica contemporanea, con composizioni di Mirto (classe 1972), Pujol (1957), Solbiati (1956), Trenti (1961), Schnittke (1934) e del Novecento storico (Castelnuovo Tedesco, Ravel e Villa Lobos) e dall'attenzione a giovani interpreti, scelti tra i più promettenti talenti internazionali (Quartetto Arquà, Trio Broz, Paolo Andreoli).

Potrebbe interessarti anche: , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Festival Organistico Internazionale: la ventesima edizione tra Liguria e Valle d'Aosta , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Un amore così grande Di Cristian De Mattheis Commedia Italia, 2018 Vladimir parte dalla Russia, San Pietroburgo, dopo aver perso la mamma alla volta dell’Italia, Verona, alla ricerca del padre che non aveva mai conosciuto. Quest’ultimo ha abbandonato la madre di Vladimir a San Pietroburgo quando lui aveva pochissimi... Guarda la scheda del film