Concerti Genova Mercoledì 26 settembre 2012

Dente e Pan del Diavolo per Babel a Palazzo Ducale

Dente

mentelocale.it è mediapartner del Festival

Genova - Da venerdì 16 a domenica 18 novembre la Sala del Munizioniere di Palazzo Ducale diventa la cornice di Babelil Festival di editoria, musica e persone indipendenti a cura della casa editrice underground genovese Habanero e della Fondazione per la cultura di Palazzo Ducale.

Durante la kermesse a ingresso gratuito appuntamento con i live di Dente, Pan del Diavolo, Alessandro Raina (Amor Fou) e l'Orso, ma anche con i reading di Marco Philopat, Wu Ming, Simone Lenzi (Virginiana Miller), Gianni Miraglia e Vasile Ernu e con le presenzationi di nuovi libri con Nicolai Lilin, Don Andrea Gallo, Oreste Pivetta e Alicia Banfi.

L'evento si svolge in concomitanza con l'Altra Metà del Libro, festival diretto da Alberto Manguel che vede la partecipazione, tra gli altri, di Daniel Pennac e Ian McEwan.
Tra reading, presentazioni, dj set e concerti, Babel offre anche la possibilità di acquistare libri dalle oltre trenta case editrici presenti a Genova in occasione della manifestazione.
La direzione artistica del Festival è a cura di Emanuele Podestà, mentre la direzine di produzione è affidata a Stefania Bianucci, Federico Podestà e Davide Colombino.

Lettera di presentazione del festival

Volare come un uccello: ecco il sogno; correre sulla bicicletta: ecco oggi il piacere. Si torna giovani, si diventa poeti

Si diventa poeti: Babel come sogno entusiasta e caotico, come poesia che prende forma, diventa installazione, si innesta in una struttura fatta di più di trenta case editrici coinvolte in vari modi, venti free press e fanzine, cinque etichette discografiche, trenta performance in tre giorni. Babel come luogo in una società di non-luoghi, momento di aggregazione nell’epoca della solitudine post moderna e post industriale. Post. Ma se ci fosse qualcosa di 'pre'? Se noi fossimo a ridosso di un qualcosa ancora da succedere e quindi impossibilitati ad accorgercene?

Si torna giovani: coniugare, unire, sorridere, cantare, emozionarci. La gioventù di Babel si rinverdisce nelle midolla attraverso e grazie a Genova. La storia di Genova è una storia di indipendenze. Le indipendenze politiche e artistiche che hanno modellato ed intagliato Genova e lo spirito dei genovesi, nel bene e nel male, stimolano ancor di più a coinvolgere ed incentrare la nostra tre-giorni su temi e parole come indie, underground, alternativo, sogni anch’essi che echeggiano senza essere arrocchi, senza dover schermare niente, ma anzi diventando spina dorsale di una discussione, di un percorso, voci diverse che sono valori aggiunti.

Se «l’altra metà del libro» è per Manguel, in sintesi, il lettore stesso, noi di Babel proponiamo di aggiungere alla discussione il nostro apporto parlando dell’«altra» altra-metà-del-libro, ovvero quell’editoria – indipendente, ça va sans dire – che, povera di risorse ma mai di contenuti, ha dovuto fare in modo di andarsi a prendere un proprio pubblico – a volte costruendoselo, addirittura – attraverso un transfert positivo fatto di fiducia, presenza, eventi, credibilità, attendibilità.

Emanuele Podestà, HabanerO

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

The End? L'inferno fuori Di Daniele Misischia Thriller 2017 Claudio è un importante uomo d'affari, cinico e narcisista. Una mattina, dopo essere rimasto imbottigliato nel traffico delle strade di Roma, arriva finalmente in ufficio nonostante il notevole ritardo, ma rimane bloccato da solo in ascensore a... Guarda la scheda del film