Radio Popolare: cronache di luglio - Genova

Attualità Genova Mercoledì 28 novembre 2001

Radio Popolare: cronache di luglio

Genova - Genova/luglio 2001
Cronache
Radio Popolare
5 cd e un libro con 150 fotografie
disponibile nelle librerie

A luglio Radio Popolare aveva una sede genovese, vicino a via Isonzo, in via Sagrado. A due passi dal capolinea del bus 41, finché il transito nella città è stato più o meno normale. Un’ora di cammino dal centro storico, a passo svelto, nei giorni più intensi e tragici delle manifestazioni.
Da quel piccolo spazio, fornito di ottime apparecchiature, trasmetteva commenti, interviste e racconti. Sono iniziate domenica 15 luglio e sono terminate mercoledì 25. Le registrazioni ora sono disponibili in libreria in un sobrio ma elegante cofanetto. Delle originali 100 ore, ne sono rimaste 6, selezionate tagliate cucite arrangiate in un nuovo tessuto, insieme a pezzi musicali di Manu Chao e dei 99 Posse, il tutto passato al vaglio del curatore Angelo Miotto.

Presentato il 27 novembre alla Feltrinelli dal direttore dell’emittente, Piero Scaramucci, il prodotto editoriale è stato ascoltato da un piccolo ma nutrito pubblico.
È un’operazione editoriale ottenuta al puro costo di stampa e manodopera. Il resto del materiale -le registrazioni, le immagini contenute nel libro, le canzoni - sono state donate. “L’idea”, sottolinea Piero Scaramucci “era tenere basso il prezzo della pubblicazione per favorire una larga diffusione”. E i proventi? “Andranno ad iniziative”, spiega Scaramucci “proposte dai genitori di Carlo Giuliani”.

La celebre radio milanese, in quei giorni, aveva mezzi e persone in tutta città. Tra i molti collaboratori, c’era anche un minuscola squadra di interpreti che traducevano e leggevano in tre lingue (inglese, francese e spagnolo) un sunto delle notizie del giorno consultabili sul sito www.mir.it . “L’impresa G8”, racconta Danilo Di Biasio (caporedattore), “per noi è cominciata a Gennaio dell’anno scorso. Con questa pubblicazione facciamo il punto di questo lungo lavoro.”
20 cronisti in loco per 100 ore di registrazione in diretta. “Quest’anno Radio Popolare compie 25 anni”, racconta Scaramucci, “vanta una lunga tradizione di diretta, una forma a noi molto cara, per me la migliore, che ci ha consentito di seguire e raccontare fenomeni e avvenimenti complessi”. “Sul G8 abbiamo voluto essere presenti prima, durante e dopo. Il “durante” di questo evento è stato il più impegnativo nella storia della nostra radio: un migliaio di persone coinvolte, munite di radioline e dislocate in vari punti della città, sempre in movimento, una collaborazione con la genovese Radio Lanterna ( ) per permettere ai genovesi di ascoltare le nostre trasmissioni”. In poche parole, una mega costruzione fatta soprattutto di persone e amplificata dalla portata dell’evento.
“In molti a Genova hanno sfruttato in quei giorni i nostri aggiornamenti, per comunicare con i loro amici o cari dentro le manifestazione e indicare le zone pericolose, le vie di fuga e in generale le condizioni dei quartieri momento per momento.”

"Prima ancora che fosse digerito", conclude Scaramucci, "il G8 era già motivo di analisi e discussioni. Non non proponiamo nessuna delle due cose. La nostra è una storia: dai discorsi di Berlusconi di quei giorni alle voci degli esponenti del Social Forum, a quelle dei manifestanti, della polizia. Fino alla Diaz e oltre. Con qualche errore e qualche esagerazione emotiva, questo lavoro esprime la realtà della situazione."
"Non abbiamo voluto accoppiare suoni e immagini. Abbiamo fatto in modo che i suoni raccontassero gli eventi e non fossero un puro commento alle immagini. Allo stesso modo il lavoro fotografico raccolto nel libro è pura immagine senza suono. È un lavoro per la memoria."
Alle parole del direttore dell’emittente fanno eco quelle di Giuliano Giuliani, padre di Carlo: "Sento dire in giro che «tira una brutta aria». Di censura e soprattutto autocensura. Se è vero, un lavoro come questo è fondamentale per risollecitare la memoria, far riflettere e quindi coltivare un’azione che batta la censura."

radiopopolare.it

Potrebbe interessarti anche: , La crociera al cioccolato passa anche da Genova: la prima Eurochocolate Cruise , Aperte le iscrizioni per i nuovi corsi per Entertainer Kids and Adults e Allievo Elettrico/Elettronico , Scalinata Borghese: «riapertura a dicembre 2019», con un anno d'anticipo , Genova, il Museo Luzzati riapre a Palazzo Ducale. E la statua? , Nuovo supermercato Pam a Genova: apertura in via XX Settembre

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.