Weekend Genova Venerdì 15 giugno 2012

Genova. Via della Costa Ligure. L'itinerario da Mentone a Sarzana

Genova - Avete mai pensato di percorrere l’intero arco della costa ligure a piedi? Magari sì, a qualche temerario sarà venuto in mente. Ma forse non tutti sanno che, se i sentieri montuosi che attraversano la Liguria da ponente a levante prendono il nome di Alta Via dei Monti Liguri, anche il passaggio sul litorale ha un nome: la Via della Costa.

Sono 335 i chilometri che, in dodici tappe, dividono Mentone – sul confine francese – da Sarzana, luogo di arrivo della Via della Costa e punto di congiungimento con la Via Francigena che prosegue verso Sud. Fu l’arcivescovo di Canterbury Sigerico che, recandosi a Roma in visita al Papa Giovanni XV nel 990 d.c., segnò per la prima volta la Via Francigena. Questa, prestando fede ai diari dell’arcivescovo, nel suo percorso originario collegava appunto Canterbury al Vaticano, attraversando Francia, Svizzera e alcune regioni italiane; la Liguria ne era in gran parte esclusa, essendo il porto di Luni, al confine con la Toscana, l’unica tappa ligure prevista dal percorso.

Ma, dopo Roma e Gerusalemme, la terza meta più ambita dai pellegrini cristiani del medioevo era – e per certi versi è ancora oggi – Santiago de Compostela. In quel fascio di vie, che furono per secoli le più importanti vie di comunicazione europee, uno dei tratti più frequentati era appunto la Via della Costa, naturale zona di collegamento tra la Spagna e il Vaticano. Un percorso ininterrotto attraverso la Liguria, immersi in uno dei paesaggi più belli d’Italia, tra terrazzamenti sul mare, riviere fiorite, boschi e paesini ricchi di storia.

Il percorso è posizionato nel primo entroterra, poco distante dal mare, e attraversa centri storici, creuze, alcuni tratti dell’antica Via Romana, strade di campagna e sentieri. In una piccola percentuale si tratta invece di attraversare zone extraurbane, percorrendo passeggiate a mare, tratti sul vecchio tracciato della ferrovia o, nel caso dei centri abitati più grandi, strade cittadine. Tutti passaggi comunque ricchi di suggestioni e in alcuni casi necessari per trovare un posto dove dormire o acquistare gli approvvigionamenti e le altre necessità legate al viaggio.

Si attraversano terre e luoghi che sono ancora capaci di dare grandi emozioni e restituire lustro alla saggezza degli antichi; dai ponti romani e medioevali si passa ai borghi e alle chiese, testimonianze di prime aggregazioni e di stili di vita sociale e lavorativa del luogo. Nel tracciare il percorso alcune scelte sono state determinate dal non voler seguire ciò che il turismo moderno comanda, in favore di luoghi meno conosciuti, ma non per questo meno importanti.

Nell’aprile dello scorso anno c’è stata la consegna ufficiale della guida Via della Costa presso la più importante Istituzione mondiale di ricerche sul pellegrinaggio – il Centro de Estudios y Documentacion del Camino de Santiago – che l’ha inserita nel catalogo della sua biblioteca. Il fatto che anche i francesi della Provenza abbiano completato il percorso Arles-Mentone è poi un ulteriore passo verso la costituzione di un filo rosso che, sulle orme dei pellegrini del medioevo, torni a collegare Santiago a Roma, alla ricerca di una nuova spiritualità non necessariamente religiosa.

Nelle prossime settimane pubblicheremo la descrizione dettagliata di tutte le tappe.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La prima pietra Di Rolando Ravello Commedia Italia, 2018 È un normalissimo giorno di scuola, poco prima delle vacanze di Natale, e tutti sono in fermento per la recita imminente. Un bambino, intento a giocare con gli altri nel cortile della scuola, lancia una pietra rompendo una finestra e ferendo lievemente... Guarda la scheda del film