Concerti Genova Lunedì 7 maggio 2012

La Banda di Piazza Caricamento al Teatro Modena. La recensione

Genova - Una Banda di Piazza Caricamento con molte novità, alcune new entry in organico, un nuovo cd in uscita e tanti progetti in cantiere, venerdì scorso ha chiuso, come di consueto, la stagione del Teatro Modena di Genova Sampierdarena con un live alimentato a pedali.

Ri-ciclo music è infatti la nuova iniziativa di Davide Ferrari e soci che consente, attraverso l’uso di un brevetto registrato in Canada dal gruppo Mr. Something & Something, di alimentare strumenti e luci del palco tramite una batteria di otto biciclette alimentate da volontari ciclisti presenti in sala.

Il passaggio dall’alimentazione convenzionale a quella ecologica non ha per nulla frenato l’energia dei sedici componenti dell’ensemble etnopunk con base a Genova, coinvolgendo, invece, il pubblico in una piccola competizione per occupare uno degli otto sellini a disposizione e contribuire così all’interscambio energetico, fra musicisti e pedalatori, nel segno del risparmio di Co2.

A cinque anni dalla sua nascita, la Banda di Piazza Caricamento, due cd alle spalle, l’esordio Babelmusic e il più recente Nu Town (promomusic), continua ad essere un bellissimo esperimento di convivenza multietnica e di scambio culturale; la formazione parzialmente rinnovata comprende ora sedici componenti da dodici diverse nazioni, Tagikistan, India, Sri-Lanka, Brasile, Messico, Marocco, Senegal, Grecia, Ruanda, Australia, Macedonia. Una vera babele di lingue, suoni e culture abilmente coordinata da Davide Ferrari, l’unico italiano del gruppo stabile, animatore, con l’associazione Echo Art, del Festival del Mediterraneo e di molteplici altre iniziative in campo musicale .

Il live 2012 della Banda annuncia una parziale svolta verso sonorità più decise rispetto al passato, un etnorock che vede nei fratelli italo greci Alexandro e Nikos Finizio (chitarra e basso) e nella granitica ritmica del batterista srilankese Kasun Marashina i suoi pilastri. Resta il ricchissimo apparato di percussioni, quest’anno comprendente anche strumenti autocostruiti a partire da materiali di scarto, com’è nella tradizione di molti paesi rappresentati nell’orchestra, così come l’alternanza fra le diverse voci e lingue, dal front man Albert Sardei alle tre ladies Yana Oder (Tagikistan) Nadeshwari Joythimayananda (India/Sri Lanka) impegnata anche in alcune suggestive figure di danza, e Jennyfer Villa (Italia/Ghana).

Fra i pezzi nuovi presentati, che faranno parte del nuovo cd in preparazione, una suggestiva Anima bella dedicata alle donne, e altre composizioni in tema con lo spirito ecologista del nuovo ciclo della Banda; non sono mancati i cavalli di battaglia come Mi Illumino di Meno scelta dalla trasmissione radiofonica Caterpillar per la campagna sul risparmio energetico, l’inno Bembè di Plaza Caricamento, la simpatica Pasta al Pesto e Papadan e, a finire come bis, con la platea in piedi a ballare e Davide Ferrari decisamente soddisfatto accanto al suo fido theremin, la cover di Rock the Casbah dei Clash.

Potrebbe interessarti anche: , A Genova la nave di Vasco Rossi personalizzata per il tour: destinazione Cagliari , Sanremo 2019. I Testi delle Canzoni in gara , La Voce e il Tempo 2019, un gennaio e febbraio tra concerti e incontri: il programma , 20 anni senza De Andrè: Colapesce reinterpreta La canzone dell'amore perduto , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di Santo Stefano

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Un'avventura Di Marco Danieli Commedia Italia, 2019 Sulle note delle intramontabili canzoni scritte da Lucio Battisti e Mogol, Matteo e Francesca scoprono l’amore, si perdono, si ritrovano, si rincorrono, ognuno inseguendo il proprio sogno: lei vuole essere una donna libera, lui vuole diventare un musicista.... Guarda la scheda del film