Concerti Genova Mercoledì 2 maggio 2012

A Palazzo Ducale le Sonate per pianoforte di Beethoven

di

Genova - La Gog (Giovine Orchestra Genovese) compie cent'anni e propone per la prima volta in Italia l’ascolto di tutte le Sonate di Beethoven sugli strumenti originali dell’epoca, per un periodo che va dalla fine del Settecento al 1827, anno della morte dell’artista.

Gli appuntamenti, nel Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale, sono da giovedì 3 a domenica 6 maggio, a partire dalle 15.30, con le conferenze sull'opera beethoveniana del musicologo Danilo Faravelli. A partire dalle 17.00 e dalle 19.00, invece, ci saranno i concerti. Su quattro strumenti d'epoca si alterneranno Gregorio Nardi, Alessandro Commellato, Massimiliano Genot, Riccardo Zadra, Costanza Principe e Edoardo Torbianelli. Alle 11.00 (fino a sabato 5 maggio) è previsto un concerto per gli studenti.

Beethoven, costantemente alla ricerca di un suono sempre più perfetto, suonava e componeva sul fortepiano, strumento a corde percosse mediante martelletti posti in azione da tasti. In suo nome è rimasto in uso per alcuni anni, dopodiché è avvenuta l’inversione dei due termini. Era nato il pianoforte.

L’evoluzione della scrittura musicale di Beethoven è parallela a quella dello strumento di cui fu uno straordinario propulsore. L’ascolto di tutte le Sonate su strumenti originali di diversi costruttori permette di cogliere anche minime differenze nelle sonorità cercate dall’autore.

I fortepiano utilizzati a Palazzo Ducale rappresentano la tradizione europea del ventennio in cui operò il compositore: si tratta di uno Jean-Louis Dulcken (Germania, 1796), uno Joseph Bohm (Austria, 1825), un John Broadwood (Inghilterra, 1829) e un Karl Stein (Austria, 1829).

«Con questa iniziativa si entra nel cuore della fabbrica viva della musica», ha spiegato il presidente della Gog Nicola Costa, mentre il direttore artistico Pietro Borgonovo ha sottolineato l'importanza del compositore nell'evoluzione della musica da camera: «Beethoven è stato un avanguardista, pensava a quello che si sarebbe potuto suonare domani. Con le sue creazioni, la musica da camera è uscita definitivamente dal dilettantismo e ha incontrato un pubblico più maturo».

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo 2019, un gennaio e febbraio tra concerti e incontri: il programma , 20 anni senza De Andrè: Colapesce reinterpreta La canzone dell'amore perduto , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di Santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Glass Di M. Night Shyamalan Drammatico, Fantascienza U.S.A., 2019 Ritroviamo la guardia giurata David Dunn all’inseguimento dell’identità sovrumana di Kevin Wendell Crumb, ovvero la Bestia, in una serie di incontri sempre più pericolosi, mentre Elijah Price Price emerge dall’ombra nel... Guarda la scheda del film