Weekend Genova Rifugio Parco Antola Venerdì 30 marzo 2012

Liguria. Riapre il rifugio del parco del Monte Antola

Altre foto

Genova - Arriva la primavera e, riposte le ciaspole nell'armadio invernale, torna la voglia di camminare. Con le belle giornate le occasioni per stare all'aria aperta e a contatto con la natura si moltiplicano. Una di queste è la riapertura, sabato 31 marzo, del rifugio Parco Antola: «Per trascorrere una giornata percorrendo i tanti sentieri panoramici che conducono alla cima, o semplicemente per passare un weekend di relax godendo del sole sulle terrazze affacciate sulla Val Brugneto» sottolineano Giorgio Baschera e Federico Ciprietti, dallo scorso anno nuovi gestori della struttura.

Il Rifugio, riaperto e restaurato nel 2007, dopo un lungo periodo di difficoltà gestionale pare finalmente essere finito nelle mani giuste: Giorgio e Federico, guidati da una grande passione per la montagna e dal sostegno dell'Ente Parco Antola - che ogni anno organizza escursioni in queste zone - ce la stanno mettendo tutta per garantire continuità alla struttura, ottimo punto d'appoggio per gli amanti delle camminate. Nel tracciare un bilancio del loro primo anno di gestione dimostrano soddisfazione. «È stato un anno molto impegnativo, ma siamo contentissimi» racconta Federico, che sottolinea: «l'augurio per la nuova stagione è quello di iniziare alla grande fin da subito, e queste calde giornate di inizio primavera fanno ben sperare».

La cornice in cui il Rifugio è situato è una delle migliori che il nostro territorio possa offrire: il Monte Antola (1597 m.), tradizionale meta dei genovesi a circa venti chilometri dal capoluogo ligure, prende il nome dal greco anthos che significa fiore. Sono infatti un vero e proprio spettacolo le fioriture che, da aprile a luglio, rivestono i prati sottostanti la vetta: si possono ammirare narcisi, genziane, orchidee, gigli e moltissime altre varietà. Dal punto di vista della fauna poi non mancano le sorprese: oltre alle volpi e ai daini, che talvolta si lasciano avvicinare dagli escursionisti, è possibile avvistare in questi luoghi numerosissime altre specie, protagoniste di un graduale ripopolamento faunistico che ha interessato negli ultimi anni in particolare le zone più alte e difficilmente accessibili.

Non mancano però i sentieri per raggiungere la vetta del Monte Antola, con la possibilità di sostare presso il Rifugio. Abbiamo chiesto a Federico, grande conoscitore di queste zone, di consigliarci alcuni percorsi: «per le famiglie con bambini o comunque per chi voglia fare una passeggiata non troppo impegnativa il sentiero più bello, soprattutto dal punto di vista panoramico, è quello che parte da Casa del Romano (1300 m.) e conduce sino al Rifugio (1460 m.)».
Per i più esperti e volenterosi invece i suggerimenti per raggiungere la vetta sono diversi: il classicissimo sentiero che parte dal Passo dell'Incisa (1070 m.), il tragitto che parte da Tonno in Valbrevenna (914 m.), e quello che ha origine in Bavastrelli (910 m.), piccola frazione nei pressi di Torriglia. Sono tre percorsi impegnativi ma suggestivi, che hanno un dislivello superiore ai 500 metri e sono percorribili in due tre ore.

Una volta arrivati in vetta lo spettacolo è di quelli che tolgono il fiato. Il panorama spazia a 360° sull'orizzonte: a sud si scorgono le navi attraccate nel porto di Genova e l'arco della riviera di Ponente che, verso sera, si punteggia di luci; verso est appaiono le Alpi Apuane, mentre nella direzione opposta le Alpi Marittime. Girando lo sguardo, nelle giornate limpide si riesce a percorre l'intero sistema montuoso fino alle Alpi Retiche. E sullo sfondo della pianura che si stende, come un mare, tra gli Appennini e le Alpi, si stagliano le vette del Monviso, del Monte Bianco e del Monte Rosa.

È probabile che di fronte a tanta magnificenza, contenti della camminata, venga voglia di soddisfare anche l'appetito. E se per una volta si decidesse di rinunciare al classico panino imbottito, seguito da cioccolata e frutta secca per recuperare zuccheri ed energie, l'alternativa è a portata di mano ed invitante: il servizio ristorante del Rifugio è aperto mezzogiorno e sera e offre un valido menù casereccio in larga parte composto da prodotti tipici.

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Il castello di vetro Di Destin Daniel Cretton Drammatico U.S.A., 2017 Una giovane donna di successo è cresciuta accudita da genitori anti-conformisti, una madre eccentrica e un padre alcolizzato. Il padre, vivendo nella povertà più assoluta a causa del suo licenziamento, distraeva i suoi figli raccontando... Guarda la scheda del film