Concerti Genova Martedì 21 febbraio 2012

Genova. Lorenzo Capello, la recensione del disco 'Il Partenzista'

Sabato 24 marzo, alle 21.30, Lorenzo Capello è in concerto con il suo quintetto al Count Basie Jazz Club di Genova, in vico Tana.

Genova - Originali ed interessanti le note jazz che arrivano da Riva Trigoso, dove vive e opera il batterista Lorenzo Capello. Già componente del gruppo pop rock Valerie Allagare, Capello è il protagonista di svariati progetti in ambito jazz e classico (i gruppi Istralia ed Alea ensemble di Paolo Damiani), attivo in campo teatrale e didattico, e ora approdato al suo primo cd da solista.

Il Partenzista (Orange home records) propone otto composizioni originali e due riletture, Burma Shave di Tom Waits e The Auld Triangle dei Dubliners: scelte singolari, emblematica espressione della grande libertà che si respira all’interno del cd, nel quale le influenze e le suggestioni di Capello vengono utilizzate come spunti per originali esplorazioni nelle forme di un moderno e raffinato linguaggio jazz.

«Chi è il partenzista? È il contrario dell’arrivista. Lui vorrebbe, anche per una sola volta partire: cercare un lavoro, assemblare un automodello in scatola di montaggio, preparare un risotto, fare un disco: tutto potrebbe essere una partenza, verso chissà dove e fin chissà quando». Con questo manifesto d’intenti, il viaggio di Capello all’interno del proprio immaginario musicale può spaziare dai suggestivi e articolati temi di Martin Mystere vd. Doctor Alzheimer e Lo zucchero filato, alle atmosfere circensi di Il circo di fine anno, fino ai richiami progressive di Everybody's drug con tanto di citazione dai Pink Floyd, senza dimenticare il jazz con È arrivato il 26 del mese e lo swing con Passato prossimo futuro possibile.

Il tutto è sapientemente orchestrato da un quintetto in cui i due fiati - i sax di Antonio Gallucci e il trombone di Francesco Di Giulio - sono i principali protagonisti, sostenuti da una solida ritmica formata, oltre che dal leader, dal basso di Dino Cerruti e dalle tastiere di Lorenzo Paesani, che spicca nel pezzo in trio Deseo temor.
Anche il finale risulta all’insegna della libertà espressiva con il pezzo che intitola il disco, basato su un’ermetica lirica del batterista recitata da Massimiliano Caretta su una danza percussiva, e chiuso dopo alcuni minuti di silenzio da una ghost track, A Refreshment Stand, ispirata al rock psichedelico.

Il risultato è un’opera che più variegata di così non poteva essere, e l’impressione, ascoltando i pezzi del cd, è che dal vivo le originali proposte di Capello possano trovare il terreno congeniale per suggestivi sviluppi.

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Pupazzi senza gloria Di Brian Henson Azione, Commedia, Crimine U.S.A., 2018 Guarda la scheda del film