Concerti Genova Mercoledì 15 febbraio 2012

Genova. Celentano attacca Avvenire, don Gallo risponde su Facebook

Genova - Da una parte Famiglia Cristiana e Avvenire, Adriano Celentano e don Andrea Gallo dall'altra. Lo scambio di attacchi tra il molleggiato e i due giornali apre un dibattito all'interno del mondo cattolico.

L'affondo del cantante viene dal palco di Sanremo durante la prima serata del Festival, andata in onda martedì 14 febbraio: «Se c'è una cosa che non sopporto, non solo dei preti ma anche dei frati, è che nei loro argomenti, quando fanno la predica, non parlano mai della cosa più importante, cioè del motivo per cui siamo nati, quel motivo nel quale è insito il cammino verso il traguardo, quel traguardo che segna non la fine di un'esistenza ma l'inizio di una nuova vita. I preti non parlano mai del paradiso, quasi come a dare l'impressione che l'uomo sia nato per morire. Ma noi non siamo nati per morire, siamo nati per vivere».

Poche ore dopo arriva l’apprezzamento di don Gallo, che scrive su Facebook: «Caro Adriano, la tua omelia di Sanremo è stata una puntuale lezione anche per me sul concetto della morte corporale. Forse senza saperlo hai ricalcato la spiegazione della morte degli antichi monaci Benedettini. Nel prefazio della Messa dei defunti in latino, parlando della morte, si esprimono così: vita mutatur, non tollitur, il che significa che in quella circostanza la vita non è tolta, ma trasformata. Grazie, ti sento con me nel cammino con gli ultimi».

La stoccata più dura di Celentano riguarda le due testate cattoliche: «Avvenire e Famiglia Cristiana andrebbero chiusi definitivamente: si occupano di politica e delle beghe del mondo. Per loro il discorso di Dio occupa poco spazio, lo spazio delle loro testate ipocrite, le critiche che fanno a uno come don Gallo, che ha dedicato la sua vita per aiutare gli ultimi».

Le polemiche erano iniziate quando la stampa cattolica aveva criticato il cachet del cantante ospite a Sanremo, ritenuto eccessivi. Celentano, però, ha deciso di devolvere i 350mila Eu dati dalla televisione pubblica a favore di alcune famiglie disagiate e di Emergency, associazione italiana che fornisce cure mediche e chirurgiche gratuite alle vittime della guerra e della povertà.

«Con quei soldi si potevano non chiudere le sedi giornalistiche Rai nel Sud del mondo e farle funzionare per un anno intero», ribatte Avvenire. Un appoggio alla testata arriva anche dal segretario generale della Fnsi Franco Siddi, che ha dichiarato al quotidiano dei vescovi: «Per fortuna i giornali non dipendono da Sanremo e ancor meno da Celentano, le cui battute senza senso fanno ridere chi può godersi Sanremo, ma non cambiano un paese che ha bisogno oggi più di ieri di giornali di idee e di identità come Avvenire e Famiglia Cristiana, ma anche di tanti altri che sono l’opposto e il contrario» (fonte: Agi).

La critica di don Gallo nei confronti delle due testate risale a domenica 12 febbraio: «Mi meraviglio di Avvenire e Famiglia Cristiana: non conoscono Celentano e il mondo dello spettacolo. Il loro potere è moralistico. È lodevole l'iniziativa di Celentano, che vuole aiutare famiglie in difficoltà e riconoscere l’intervento per la pace di Gino Strada. Celentano si è messo in gioco a Sanremo davanti a 25 milioni di persone e ha un'occasione per dimostrare che non vuole calpestare il futuro».

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Venom Di Ruben Fleischer Azione U.S.A., 2018 Venom, il protettore letale, uno dei personaggi Marvel più enigmatici, complessi e tosti arriva sul grande schermo. Guarda la scheda del film