Concerti Genova Sabato 28 gennaio 2012

Genova. I Cani live alla Claque in Agorà. La recensione

Altre foto

Genova - Lo sfondo, quello della Claque, la terza sala del teatro della Tosse, era tipico, adatto per serate del genere. Ricorda per le luci (poche a dire il vero), e lo spazio locali come il jubamboo di Savona o il circolo degli artisti di Roma, luogo da cui I cani, protagonisti del concerto di ieri sera provengono.
La gente non mancava. È sorprendente pensare alla curiosità che ha creato attorno a sé questo progetto musicale. È sorprendente la curiosità, ma anche il mistero creato attorno. Nessuno ne conosce i componenti: «È un gruppo di universitari romani» – dice qualcuno «No, in realtà è uno solo, gli altri li ha presi solo per il tour»- dice un altro.

È certo che il successo ottenuto, nato dai video caricati su youtube a fine 2010, con canzoni – I pariolini di diciott'anni e Wes Anderson – accolte da subito con entusiasmo, I cani lo sfruttano, nel vero senso della parola. Il repertorio è breve, hanno pochissime canzoni all'attivo. Un solo album, dieci brani. Li hanno suonati tutte velocemente, cominciando con un ritardo di un'ora, con pochissime pause, dimostrando di non voler essere lì, di avere fretta di andarsene, senza dare la minima spiegazione, come fanno di solito le nuove band, di cosa dicano i testi. Forse l'intenzione è quella di mantenere il mistero. Lo sguardo dei componenti era perso chissà dove.
Se guardavi negli occhi il cantante, Niccolò Contessa, dalla prima fila, potevi capire perché il suo addetto stampa ha preferito rimandare le interviste al pomeriggio dopo. Hanno suonato tutte le canzoni dell'album, più una cover che sta ormai entrando nel repertorio della band: Con un deca degli 883. Ho sentito ragazzi tra il pubblico che la consideravano la più bella canzone della serata. Serata che si è conclusa con un tuffo del cantante sui fan e la scena patetica di un ragazzo romano senza ormai più voce che lotta per non farsi sottrarre l'asta del microfono dagli spettatori.

Il rammarico resta, perché a me I cani hanno deluso. Mi ero innamorato dei loro testi, che abbinano moda a verità assolute e una sfumatura di banalità, che sembrano non prendere una posizione verso la sottocultura hipster che sta spopolando negli ambienti universitari, ma che comunque ne parlano, ci ricordano che esiste.
Poco tempo fa, dimostrando una notevole autoironia la band ha fatto stampare delle magliette con impressa la scritta: I cani sono sopravvalutati. Ecco una verità assoluta.

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

L'ape Maia Le olimpiadi di miele Di Alexs Stadermann, Noel Cleary Animazione Australia, Germania, 2018 Guarda la scheda del film