Attualità Genova Mercoledì 28 settembre 2011

Nicla Vassallo racconta la manifestazione 'Benedetta cultura', a Palazzo Ducale

Nel video, Nicla Vassallo, professore ordinario di Filosofia Teoretica e membro del Consiglio Direttivo di Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, presenta gli appuntamenti Benedetta cultura (sabato primo ottobre) e Luoghi comuni (da martedì 11 ottobre), entrambi a Palazzo Ducale.

Video di Francesca Baroncelli & Lorenza Delucchi

Genova - La cultura, antica ricchezza d'Italia, da sempre ci identifica nel resto del mondo. È tradizione e, nello stesso tempo, possibile spazio di innovazione, è il paesaggio di monumenti e di luoghi d'incanto, è il sapere - i saperi - delle nostre università e delle diverse competenze. Se la trascuriamo, se la perdiamo, saremo condannati a un triste declino, come individui e come paese.

Fondazione per la Cultura di Genova e Comune di Genova organizzano, sabato primo ottobre alle ore 17.45 a Palazzo Ducale (piazza Matteotti - Genova), Benedetta cultura! Il sapere di un paese per il bene comune, un dibattito a più voci per fare il punto sullo stato di un settore strategico per il nostro futuro.

Nel corso dell'appuntamento, a cura di Anna Longo, Piero Dorfles, Luca Formenton, Salvatore Settis, Nicla Vassallo e la stessa Anna Longo si interrogano sul ruolo della conoscenza come valore e come risorsa cruciale per la crescita di una comunità. Sarà anche una riflessione sul nostro rapporto con la cultura, in un quadro nazionale e internazionale dove la crisi riduce drasticamente in alcuni paesi - ma non in altri - le risorse destinate al settore. Perché accade questo? Come mai proprio in Italia non ci si rende conto che la conoscenza è la condizione principale della competitività? Quanto rende investire in istruzione, cultura e ricerca e quanto rischiamo riducendo i finanziamenti? La deriva di indifferenza, accentuatasi negli ultimi anni, è destinata a perdurare? Oppure ci sono segnali di cambiamento?

La discussione intende proporre un'idea di cultura come qualcosa in cui credere, e da cui ripartire per contrastare l'involuzione, l'elogio dell'ignoranza e dell'arroganza che ha accompagnato il declino civile ed economico degli ultimi anni. Per concretizzare l'istanza del pieno sviluppo della persona umana annunciato nell'articolo 3 e quel sostegno alla cultura fondato sull'art.9 della nostra Costituzione, per costruire la consapevolezza necessaria alla democrazia.

Ecco i relatori

Piero Dorfles – giornalista e critico letterario
Autore e conduttore di numerosi programmi radiotelevisivi, è responsabile dei programmi culturali del Giornale Radio Rai e da tredici anni conduce, assieme a Patrizio Roversi prima e Neri Marcorè dopo, la trasmissione Per un pugno di libri di Raitre. Il suo ultimo libro, Il ritorno del dinosauro – una difesa della cultura, è pubblicato da Garzanti.

Luca Formenton – editore
Presidente della casa editrice Il Saggiatore e vicepresidente della Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, un'istituzione che, oltre al lavoro di salvaguardia del patrimonio editoriale italiano, si occupa di studi e ricerche sulla cultura editoriale. Insegna Storia dell'editoria contemporanea al Master in Editoria e giornalismo dell'Università Sapienza di Roma.

Anna Longo – giornalista culturale
È vice caporedattore della redazione cultura del Giornale Radio Rai. Su Radio1 ha condotto la trasmissione Il Baco del Millennio. Cura la rubrica di Start sui luoghi e i paesaggi dell'Italia Unita. È stata docente di Teorie e Tecniche della Comunicazione Radiofonica all'Università Statale di Milano e ha insegnato al Master in radiofonia all'Università Sapienza di Roma.

Salvatore Settis – archeologo e storico dell'arte

Intellettuale di fama internazionale, è membro di importanti Istituti di ricerca europei e americani ed è stato Rettore della Scuola Normale Superiore di Pisa e presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali dal 2007 al 2009. Autore di numerosi saggi, nel 2010 ha pubblicato per Einaudi Paesaggio Costituzione Cemento.

Nicla Vassallo – filosofo
È professore ordinario di Filosofia Teoretica all'Università degli Studi di Genova. Tra la sua autorevole produzione scientifica, in italiano e in inglese, menzioniamo le opere più recenti: Per sentito dire: conoscenza e testimonianza (Feltrinelli 2011), in qualità di autrice; Reason and Rationality (Ontos Verlag 2011) e Terza Cultura (il Saggiatore) in qualità di co-curatrice.

Potrebbe interessarti anche: , Freddo a Genova, esteso l'orario d'accensione del riscaldamento: le info , Genova, ordinanza anti-alcol anche a Voltri: vie e disposizioni , Genova tra le 19 città da vedere nel 2019 per Skyscanner: la classifica , Provinciale di Portofino distrutta dalla mareggiata: partono i lavori , Genova, la riprogettazione di Prè passa dai cittadini con il Quaderno degli appunti

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Mia e il leone bianco Di Gilles de Maistre Drammatico 2018 Mia è una quattordicenne che vive in Sudafrica insieme ai genitori. Fin da piccina ha giocato con un cucciolo di leone bianco di nome Charlie costruendo una splendida amicizia con l'esemplare. Un giorno Mia scopre che il padre vuole vendere Charlie... Guarda la scheda del film