Mostre Genova Martedì 13 settembre 2011

Congresso Mondiale degli Amici dei Musei: a Genova si parla di arte del futuro

Genova - Da domenica 18 a giovedì 22 settembre Genova ospita il XIV congresso della Federazione Mondiale degli amici dei musei (Fmam), dal titolo Spatium Artis. Museums and their friends in the future. La federazione si riunisce ogni tre anni in un paese diverso e per quest'incontro è stata scelta l'Italia, in particolare Genova, riconosciuta dall federazione come 'capitale' della museografia italiana, grazie alle realizzazioni museali post-belliche di Franco Albini.

Argomento principale del congresso è il futuro dei musei, tema che viene affrontato sia dal punto di vista architettonico, sia tecnologico, sia per quanto riguarda lo sviluppo di diverse tipologie museali. Partecipano al convegno personalità provenienti da tutto il mondo, tra cui alcuni dei più importanti architetti internazionali, da Mario Botta a Mark Carrol, dal Renzo Piano Building Workshop a Preston Scott Cohen della Harward University, oltre ad esperti del mondo museale e operatori del settore, tra cui Danny Ben-Natan, presidente della FMAM, Paolo Buroni, multivision designer, Alessandra Mottola Molfino, presidente di Italia Nostra, Eleni Vassilika, direttore del Museo delle Antichità Egizie dei Torino, Monsignor Giancarlo Santi, presidente dei Musei Ecclesiastici Italiani, Umberto Allemandi, editore e James Sneider, direttore del Museo d'Israele.

Gli appuntamenti della convention, che si svolgono a Palazzo Ducale nel Salone del Maggior Consiglio, sono aperti a tutti; inoltre per conferenzieri, genovesi e turisti sono state organizzate alcune iniziative collaterali.

La prima è prevista per lunedì 19 settembre dalle 21.30 alle 24.00 quando, sulle facciate principale e laterale di Palazzo Ducale in piazza Matteotti, viene proiettata una video installazione dell'artista Paolo Buroni su Raffaello Sanzio. Lo spettacolo, della durata di 12 minuti viene replicato in continuazione, nel corso della serata.

Il secondo appuntamento, più curioso e non meno importante, come ha precisato Giovanna Rotondi Terminiello, vicepresidente della Federazione Italiana degli Amici dei Musei: «è un'occasione unica per scoprire le bellezze nascoste di Genova».
In via Garibaldi mercoledì 21 settembre a partire dalle 21 vengono aperte tutte le finestre dei Palazzi di Strada Nuova, consentendo a congressisti e passanti di godere della vista dei soffitti decorati ad affresco, grazie a una particolare illuminazione. L'evento è volto a mostrare i palazzi dal punto di vista della strada, così, come vennero anticamente concepiti.

A tutti i passanti, inoltre, viene donata una piccola guida, realizzata dall'Associazione Amici dei Musei Liguri e di Palazzo Ducale, in ricordo dei trent'anni di vita dell'associazione e della Marchesa Carlotta Cattaneo Adorno, che la guidò per dieci anni dal 1981.

Potrebbe interessarti anche: , Io, Valerio. Il mio tempo. Nel 70° della tragedia di Superga a Vado Ligure la mostra dedicata a Valerio Bacigalupo , Giorgio De Chirico torna a Genova, la mostra al Ducale: foto, orari e percorso , The Art of the Brick Genova: opere d'arte fatte con i Lego: foto e percorso , Progetto Paganini Rockstar chiude con 45 mila presenze: tutti i numeri , The Art of the Brick a Genova: la mostra dei Lego. Date, orari e biglietti

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.