Concerti Genova Lunedì 12 settembre 2011

Notte Bianca 2011: al Porto Antico in 25mila per Joe T. Vannelli

© Chiara Pieri
Altre foto

Mandaci le tue foto della Notte Bianca (clicca qui per vedere le nostre, e sfoglia la galleria fotografica in questa pagina per vederne alcune che abbiamo ricevuto dalla community)?
Scrivi a .

Genova - Circa 400 mila persone nella notte di sabato 10 settembre hanno affollato le strade e le piazze di Genova nella quinta edizione della Notte Bianca. Un successo di pubblico al quale non è estraneo, e anzi ha contribuito attivamente, lo spiegamento di forze, energie e risorse messo in atto dai Centri Integrati di Via Confesercenti.

Patrizia De Luise, presidente di Confesercenti Liguria: «La Notte Bianca è ormai un fiore all'occhiello nella promozione della nostra città e, fin dalla sua prima edizione, i Centri Integrati di Via e gli operatori hanno dato un contributo essenziale, destinando tempo, risorse ed energie preziose alla sua migliore riuscita. A loro, e ai cittadini e ai turisti che hanno affollato Genova in questi giorni, va il nostro ringraziamento speciale».

«Quest'anno – prosegue Patrizia De Luise – l'organizzazione è risultata particolarmente impegnativa alla luce dall'incertezza sui budget e, conseguentemente, sul programma stesso della manifestazione. Senza tralasciare, ovviamente, il grave contesto economico nel quale le attività sono costrette a operare ormai da diverso tempo. Per queste ragioni la risposta dei Centri Integrati di Via di Genova è stata ancora più forte, importante e sorprendente. Anche se, di fronte ad un impegno che va consolidandosi di anno in anno con immutata passione e entusiasmo, in realtà non è più possibile parlare di semplice sorpresa».

Complessivamente, tra la serata di venerdì e il piatto forte di ieri sera, sono stati 13 i Civ coinvolti, con una cinquantina di eventi tra concerti, esibizioni, spettacoli, mostre e performance per un investimento complessivo superiore ai 150mila euro. 230 tra artisti, compagnie e gruppi che hanno dato vita alle tante attrazioni grazie all'impegno di oltre duemila operatori in ogni angolo della città.

Davvero da record le cifre che ruotano intorno allo spettacolo di Joe T. Vannelli con il suo Supalova on Tour, un evento di house music abbinato ad una scenografia mozzafiato. Secondo le prime stime, lo spettacolo organizzato dal Civ Porto Antico ha attirato tra le 20 e le 25mila persone. «Una grandissima serata, mai vista così tanta gente al Mandraccio – commenta un entusiasta Francesco Turtoro, presidente del Civ – Si è trattato di un evento irripetibile, probabilmente la piazza più grande e affollata dell'intera Notte Bianca». E se consideriamo anche il contest tra dj andato in scena venerdì all'Arena del Mare, che ha avuto in Massimo Di Lena e Carola Pisaturo le sue star per una serata che lo stesso Turtoro ha definito «estremamente raffinata sul piano musicale e riuscitissima anche nei numeri», le cifre della due giorni organizzata dal Civ Porto Antico arrivano a sfiorare addirittura le 30mila presenze.

Ad ogni Civ la sua Notte Bianca: da quella giovane e votata alla house music del Porto Antico, all'immancabile appuntamento con la classica al Sestiere Carlo Felice, dove il quartetto d’archi con Damiano Baroni, Stefano Sancassan, Carlotta Aramu e Simone Boi ha rivisitato i repertori di Bach, Mozart, Handel, Gounod, Pachelbel, Vivaldi e Gardel. «Anche quest'anno è stato un successo – analizza Franco Ardoino, presidente del Sestiere Carlo Felice e di Ancestor, l'associazione che riunisce i Centri Integrati di Via Confesercenti, e con il quale è dunque possibile tracciare un bilancio più generale. – Nonostante alla vigilia ci fosse un po’ di scetticismo circa la possibilità di confermarci sui numeri dello scorso anno, personalmente sono sempre rimasto ottimista e già intorno alle 19, dopo un primo giro per i nostri Civ, mi sono reso conto che avremmo sfondato il muro delle 400mila presenze complessive».

Anche il vicino Civ Amici di via Cairoli ha scelto di rivolgersi ad un tipo di pubblico specifico, in questo caso gli appassionati di gospel, con una mostra dedicata al genere e l'esibizione del Saint-John Gospel Choir. Una scelta ripagata da un ottimo riscontro, come conferma il presidente Luca Panzano: «Siamo soddisfatti, abbiamo avuto una buona risposta che ha soddisfatto soprattutto i bar e, in generale, tutti gli esercenti».

In via Luccoli, la presidente del Civ, Bruna Ledda, pone l’accento sull'«ottimo risultato dei catering di piazzetta Chighizola e di piazza Luccoli, organizzati rispettivamente dalla ditta Briciole e dal Taggiou. Sono stati davvero in tanti, infatti, a scegliere queste due tipiche piazzette del centro storico per la loro cena, prima di rituffarsi nei mille colori della Notte Bianca».

Tra i programmi più ricchi e variegati, c'è senz'altro quello allestito dal Civ Borgo di Prè del presidente Sandro Perico: «Una serata da ricordare, ordinata, precisa e pulita, con tanto pubblico e almeno un paio di picchi di assoluto valore. Il concerto della Big Borgo Band di Claudio Capurro, che ha attratto in via Balbi tantissimi appassionati di jazz, e la grande Festa Latinoamericana andata in scena nel piazzale della stazione della metropolitana di Principe, alla quale hanno partecipato più di 5mila persone».

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La donna elettrica Di Benedikt Erlingsson Drammatico 2018 Halla è una donna dallo spirito indipendente che ha superato da un bel po' la quarantina. Dietro la tranquillità della sua routine si nasconde però un'altra identità che pochi conoscono. Conosciuta come "la donna della montagna",... Guarda la scheda del film