Weekend Genova Giovedì 16 giugno 2011

Dal Suq alla Sagra del Fuoco di Camogli: le manifestazioni che aderiscono al progetto Ecofeste

Genova - Ci sono il Festival Suq di Genova, iniziato mercoledì 15 e in programma fino al 26 giugno, il Memorial Massarino a Busalla (2 e 3 luglio), l'Eco Preboggion a Sestri Ponente (9 luglio), la Festa dei pescatori ad Arenzano (10 luglio), il 3° Palio gastronomico della Val d'Aveto a Rezzoaglio (sempre il 10 luglio), la Festa degli alpini a Serra Riccò (20 e 21 agosto), la Sagra dei fuochi artificiali a Recco (7 e 8 settembre): sono già una trentina, in undici comuni del territorio della provincia di Genova, le manifestazioni e sagre estive in programma nell'estate 2011 che hanno sottoscritto l'adesione a Ecofeste, un progetto pilota lanciato da Provincia di Genova e Regione Liguria in collaborazione con Fondazione Muvita, Amiu Genova e Novamont, che certifica attraverso un marchio l'adozione nelle feste delle buone pratiche di sostenibilità ambientale, in particolare per la riduzione e la gestione dei rifiuti, con l'obiettivo di incoraggiare comportamenti individuali virtuosi e sostenibili.

L'iniziativa è finanziata con fondi regionali a favore dello smaltimento dei rifiuti, che su tutte le quattro province sono stati utilizzati in progetti per la riduzione dei sacchetti di plastica, e nella sola Provincia di Genova per il progetto pilota di Ecofeste. La volontà è estendere il progetto all'intera Liguria.

Ecofeste intende non solo ridurre l'impatto dei rifiuti prodotti nelle feste aderenti (manifestazioni gastronomiche, ricreative, sportive, culturali, di animazione sociale e valorizzazione territoriale, che si svolgono nell'ambito dei Comuni del territorio provinciale e che vanno da 100 coperti a 21.000 come la sagra dei fuochi di Recco) ma promuovere e diffondere le buone pratiche di raccolta differenziata e riciclaggio anche nella vita quotidiana dei cittadini.

La diminuzione della produzione di rifiuti indifferenziati e la corretta gestione dei rifiuti stessi nell'ambito delle sagre e feste locali assumono infatti una valenza di non poco conto considerato il forte consumo di imballaggi e di stoviglie usa e getta normalmente utilizzati in occasione di questi eventi.

Tali impatti possono essere fortemente ridotti attraverso l'adozione di opportune misure gestionali e la scelta di materiali riutilizzabili o biodegradabili e compostabili, e le feste stesse possono diventare per il pubblico occasione di imparare la sostenibilità divertendosi. Il rigido disciplinare per ottenere il marchio di Ecofesta prevede che le feste soddisfino i seguenti requisiti:

1) effettuare la raccolta differenziata di carta, cartone, vetro, plastica, lattine, oli di frittura, organico;

2) individuare un responsabile della festa per la gestione dei rifiuti e formare gli addetti sul tema specifico;

3) utilizzare stoviglie, posate e bicchieri riutilizzabili (ceramica, vetro, metallo) o stoviglie monouso (ma in tal caso queste dovranno essere unicamente in materiali biodegradabili e compostabili certificati);

4) utilizzare il minor quantitativo possibile di imballaggi;

5) prevedere specifiche attività di comunicazione sul tema della raccolta differenziata destinate al pubblico della festa. Si sta ragionando sull'introduzione di altri requisiti, a partire dalle prossime edizioni: la distribuzione di acqua del rubinetto e l'uso di prodotti a km zero.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Sogno di una notte di mezza età Di Daniel Auteuil Commedia 2018 Daniel è molto innamorato di sua moglie ma ha molta immaginazione e un miglior amico che a volte è fin troppo ingombrante. Quando questi insiste per una cena "tra coppie" per presentare la sua nuova amichetta, Daniel si ritrova bloccato... Guarda la scheda del film