Genova Venerdì 22 aprile 2011

Fadivi: Carlo Lepri presenta il suo libro 'Viaggiatori inattesi' alla Berio

Per informazioni sulle associazioni di volontariato di Genova contattate il Celivo al numero 010 5956815.

Genova - Un gruppo di genitori genovesi ha un sogno: rendere indipendente la vita dei loro figli perché abbiamo un futuro sicuro anche quando loro non ci saranno più. Per realizzare il loro sogno queste mamme e questi papà di ragazzi disabili hanno fondato l'associazione Fadivi e oltre, attiva dal 2000.

Nel novembre del 2010 è stata ultimata la ristrutturazione dell'ex scuola Vidoni, in viale Teano 12, a Genova Quarto: «Dal 2011 abitano nella struttura, che è stata una scuola speciale dagli anni Settanta fino al 1991, sedici dei nostri ragazzi, mentre altri cinque seguono le nostre attività diurne», spiega Roberto Bottaro, presidente dell'associazione.

Fadivi e oltre ospita sedici persone disabili anche in via Tonale 37, nella residenza La magnolia: «È un centro sanitario e riabilitativo dove i ragazzi vivono e svolgono attività». Ma Fadivi e oltre pensa anche alle vacanze estive dei ragazzi disabili: «Abbiamo restaurato due villette a Pietra Ligure. Qui i nostri figli potranno trascorrere le giornate estive su una spiaggia riservata interamente a loro». Ogni anno vengono organizzati inoltre degli incontri che uniscono le famiglie agli operatori.

Lunedì 23 maggio dalle 16.00 alle 18.00 Fadivi e oltre presenta il libro Viaggiatori inattesi. Appunti sull'integrazione sociale delle persone disabili, di Carlo Lepri. La giornata è stata organizzata in collaborazione con l'assessorato alle Politiche Formative e ai Servizi Educativi del Comune di Genova. Insieme all'autore interverranno Roberto Bottaro di Fadivi, Doriana Allegri e Sandra Timossi del Comune di Genova, Mario Calbi e Roberta Caldin.

Il libro parla della disabilità come di un'esperienza personale inattesa. Carlo Lepri presenta in questo saggio sei immagini attraverso le quali l'inatteso viene socialmente riconosciuto: l'errore della natura, il figlio del peccato, il selvaggio, il malato, l'eterno bambino, la persona. Dall'analisi di queste figure e dal ruolo sociale che ad esse viene assegnato, l'autore introduce il concetto di bisogni di normalità e lo presenta come fondamento di una psicologia inclusiva.

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Nessuno come noi Di Volfango De Biasi Commedia Italia, 2018 Betty è un’insegnante di liceo bella, anticonformista e single per scelta. Umberto è un noto docente universitario, affascinante, strafottente alle prese con un matrimonio noioso e privo di passione. I due si incontrano per la prima volta quando Umberto... Guarda la scheda del film