Teatro Genova Teatro della Tosse Martedì 12 aprile 2011

Alessandro Bergallo ancora in 'Box 3D'

Altre foto

Genova - La nuova versione dello spettacolo di Alessandro Bergallo e Emanuele Conte, interprete l'uno regista l'altro, Box 3D - teatro interattivo per le in-dipendenze, torna in scena per una nuova serie di repliche al Teatro della Tosse dal 12 fino al 23 aprile (domenica 17, ore 18.30 – mercoledì 20 aprile riposo).

Fin dall'inizio dichiaratamente coinvolgente (interattivo) per tutti coloro che avevano voglia di mettere in piazza, per così dire, le loro dipendenze, manie o nevrosi, Box 3D in questa seconda manche è l'occasione per veder salire sul palco i vostri cari quanto assilanti amici-nemici quotidiani: vere e proprie abitudini senza cui vi è impossibile passare all'ora successiva. Vi mangiate le unghie? Fumate? Masticate compulsivamente gomme o rosicchiate avidamente caramelle? Telefonate a tutti i numeri della rubrica più volte al giorno? Non riuscite a staccarvi dall'e-mail? Da Facebook? Dalla chat? Dalla TV? Riempite fogli e fogli di ghirigori? Vi torturate le guance masticandovele?

Conte e Bergallo mantengono la struttura di Box 3D ma aprono al confronto con il pubblico, sia attraverso la pagina di Facebook di Alessandro Bergallo - i suggerimenti inviati all’artista saranno analizzati sul palco in un confronto catartico tra spettatori e attore - sia aspettandosi email (all’indirizzo promozione@teatrodellatosse.it), perché ognuno possa raccontare le proprie dipendenze e gli stratagemmi per combatterle, oppure ricevendole addirittura la sera stessa dello spettacolo. I testi potranno avere una lunghezza massima di 3.000 battute spazi inclusi (una pagina). Nato proprio da una serie di interviste tra le persone interrogate per strada e via web, oltre a testi e manuali, che indicava soluzioni sicure per vincere le ansie e i vizi più diffusi, Box 3D vuole giocare, smitizzare ma anche andare alla radice di ciò che genera dipendenza.

Ma cosa intendiamo per dipendenza? «Una modificazione del comportamento - spiegano Bergallo e Conte - che da semplice abitudine diventa una ricerca esagerata, che sfocia nella condizione patologica. La persona dipendente perde ogni possibilità di controllo sull'abitudine. A fianco alle dipendenze più tradizionali come quelle del fumo, del cibo, dello sport in questi ultimi anni si sono sviluppate altre nuove forme di dipendenza legate in particolare alla tecnologia: cellulare, internet, i-phone, social network e videogames. Rimane quindi fondamentale il contributo del pubblico prima e durante lo spettacolo, che è stato uno dei motivi del successo di questa edizione di Box 3D».

Potrebbe interessarti anche: , Nasce Teatri del Paradiso: Teatro Sociale di Camogli e Teatro Pubblico Ligure firmano l'accordo , La classe operaia va in paradiso alla Corte, il capolavoro di Elio Petri con Lino Guanciale , Teatro materico e sensoriale in Macbettu di Teatropersona. La recensione , In nome del padre. Mario Perrotta canta errori e fragilità dei padri di oggi , Teatro come Sport, la rassegna del Teatro Sociale di Camogli: programma e spettacoli

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.