Teatro Genova Teatro Akropolis Giovedì 10 marzo 2011

Teatro Akropolis e la seconda edizione di 'Testimonianze ricerca azioni'

Altre foto

Genova - Eleonora Cedaro: Qual è oggi il significato di teatro di ricerca?
Gary Brackett: Penso sia veramente difficile fare qualcosa di nuovo in teatro oggi. Stiamo vivendo questo post post post modernismo che si specchia in un passato recente in cui si è tentato di tutto. L'artista che oggi si pone il problema della forma e, di conseguenza, della sua decostruzione, ha ancora negli occhi e nelle orecchie le esperienze dei grandi sperimentatori del secondo Novecento come Crotowski, Peter Brook, Eugenio Barba, Pina Bausch, lo stesso Living Theatre. Più che parlare di novità penso sia interessante parlare delle ideee che guidano le ricerche...
(da
Teatro Akropolis - Testimonianze ricerca azioni. Volume secondo - AkropolisLibri 2011)

In un mese e mezzo (dal 19 marzo all'8 maggio 2011) di programmazione, tra serate di spettacolo, incontri e laboratori, Testimonianze ricerca azioni intende presentare una selezione della sperimentazione odierna tra drammaturgia, performance, teatro e danza che compagnie storiche come il Living Theatre (appunto) o il Workcenter of Jerzy Grotowski, o più recenti come il Teatro del Lemming, ma anche nuove realtà come Città delle Ebla, Balletto Civile o Viartisti Teatro stanno indagando.
Così se è indubbia l'affermazione di Gary Brackett per 20 anni al fianco di Judith Malina nel Living Theatre, è anche realistico che ci sia sempre chi sia alla ricerca di nuove strade, anche ripercorrendo vecchie forme sperimentali per nuovi modi di guardare e raccontare il mondo.

Al suo secondo anno si conferma dunque la proposta del Teatro Akropolis, diretto da Clemente Tafuri e Davide Beronio, intorno alla volontà di dedicare un palcoscenico a tutto ciò che attraverso forme e linguaggi teatrali si esprime in una performance dal vivo, ma esce da percorsi e circuiti istituzionali.
Compagnia teatrale dedita alla ricerca, ma anche spazio concreto ricavato dalla ristrutturazione di un teatrino scolastico a Sestri Ponente, Teatro Akropolis punta all'apertura e al confronto prevedendo all'interno della rassegna una residenza che consenta ad artisti e spettatori di entrare in un rapporto di maggior interazione attraverso seminari e laboratori che aprono il processo creativo svelando il fare e non solo il prodotto della ricerca. «Sempre all'insegna dell'approfondimento - afferma Davide Beronio - ci saranno incontri di taglio filosofico con Carlo Angelino, Enrico Colli sulla domanda attorno alla quale il teatro Akropolis da sempre lavora ovvero sull'origine del teatro, poi uno dedicato alla figura di Alessandro Fersen, e uno dal titolo Un corso di drammaturgia dell'attore, a cura di Marco De Marinis, docente di Storia del teatro e dello spettacolo e Semiologia nel Corso di Laurea DAMS dell'Università di Bologna».

Ma veniamo ai cinquanta giorni di programmazione al Teatro Akropolis e in altri luoghi della città: tredici spettacoli, quattro workshop e un ciclo di seminari, incontri e conferenze. Tra le proposte spicca la prima mondiale di Wandering.Birds di Gey Pin Ang, attrice singaporiana, che proprio per al Teatro Akropolis presenta in anteprima il 25 marzo il suo ultimo lavoro, frutto della collaborazione di una équipe internazionale di artisti. Sarà per altro, sempre Gey Pin Ang a tenere il primo dei laboratori in cartellone: cinque giorni focalizzati sulla pratica del Tai Chi in relazione allo studio dell'attore (dal 19 al 23 marzo).

Dal 27 marzo al 3 aprile, settimana dedicata interamente al teatro-danza con una panoramica di stili e tematiche presentate da diverse compagnie: Nari-Frangioni/UBI Danza, ENZdtsp, Daniele Albanese/Compagnia Stalk e Balletto Civile (di recente ospite al Teatro della Tosse per la rassegna Danza con me). Il gruppo, diretto da Michela Lucenti, presenta lo spettacolo L'amore segreto di Ofelia, tratto da un testo di Steven Berkoff e propone un laboratorio e una dimostrazione di lavoro del progetto europeo Corpo a Corpo.

Il 5 e il 6 aprile, due giornate in cui il Teatro del Lemming presenta lo spettacolo Dioniso e Penteo – Tragedia del Teatro, per solo 7 spettatori a replica - quattordici repliche (sette al giorno). Il gruppo, che torna a Genova, dopo più di dieci anni di assenza, è noto per la ricerca caratterizzata dal coinvolgimento drammaturgico e sensoriale degli spettatori.
Altra proposta in anteprima nazionale, questa volta, il 12 aprile, con Green Terror del Living Theatre, uno dei gruppi di teatro di ricerca che hanno maggiormente rivoluzionato l'idea stessa di teatro. Lo spettacolo, frutto di riflessioni sul mondo contemporaneo e su problematiche legate all'ecologia, vedrà coinvolti anche i partecipanti al laboratorio che il Living Theatre terrà al Teatro Akropolis dal 7 aprile. Green Terror sarà presentato anche il 10 aprile, in una sua versione urbana, a Villa Bombrini di Cornigliano - in collaborazione con Società per Cornigliano.

Si prosegue il 17 aprile, con Dietro l'arabesco. Il pensiero dell'origine e l'esperienza del teatro, giornata-studio dedicata all'approfondimento dell'origine del teatro e della filosofia, alla quale parteciperanno Carlo Angelino dell'Università di Genova, Florinda Cambria dell'Università de L'Aquila ed Enrico Colli. Durante la giornata verranno presentati anche i risultati del lungo lavoro della Compagnia Teatro Akropolis sull'origine della tragedia e il pensiero di Nietzsche, attraverso i suoi due ultimi lavori, Amor fati e L'anticristo.
Il 21 aprile è un'altra data importante per l'arrivo a Genova, per la prima volta, del gruppo romagnolo Città di Ebla che presente uno spettacolo ispirato a La Metamorfosi di Kafka.

Testimonianze ricerca azioni chiude con una quattro giorni, dal 4 all'8 maggio, dedicata al Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards, che festeggerà a Genova il suo venticinquesimo anniversario. Il Workcenter porterà al Teatro Akropolis e a Chiavari tre diversi lavori rappresentati nell'ultimo anno in tutto il mondo, e terrà un laboratorio di cinque giorni aperto a tutti.

Ad arricchire ulteriormente il programma gli incontri, un seminario di tre giorni sulla drammaturgia del teatro del '900 con Marco De Marinis del Dams di Bologna all'Alliance Française e, in collaborazione con la Provincia di Genova, una giornata di studi dedicata ad Alessandro Fersen, di cui quest'anno ricorrono i cento anni dalla nascita.

Potrebbe interessarti anche: , Comicità, poesia, riflessione politica in Labbra di Irene Lamponi , La Tosse rialza il sipario del Teatro del Ponente: gli spettacoli della stagione 2019 , Il gabbiano di Čechov al Teatro della Corte: la crisi esistenziale dell'uomo contemporaneo , Se mia madre mi facesse a pezzi... Dragonetti fa di nuovo centro con l'adolescenza , Il Teatro della Tosse sbarca a Ponente: gestirà il Cargo di Voltri. Il progetto

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Parlami di te Di Hervé Mimran Commedia, Drammatica Francia, 2018 Alain è un rispettato uomo d'affari e un brillante oratore, sempre in corsa contro il tempo. Nella vita, non concede alcuno spazio alle distrazioni e alla famiglia. Un giorno, viene colpito da un ictus che interrompe la sua corsa e gli lascia come conseguenza... Guarda la scheda del film