150 anni dell'Unità d'Italia: gli eventi a Genova

Attualità Genova Martedì 8 febbraio 2011

150 anni dell'Unità d'Italia: gli eventi a Genova

Genova - Genova celebra il 150° anniversario dell'unità d'Italia con un programma ricco di eventi, mostre, concerti, convegni, tavole rotonde, incontri e conferenze. Le iniziative prendono il via a partire dal secondo weekend di febbraio e si estendono fino all'autunno 2011, con il prossimo Festival della Scienza, che per l'occasione si intitolerà proprio 150 anni.

«Genova - dice l'Assessore alla Cultura Andrea Ranieri - ha iniziato prima delle altre città a festeggiare i 150 anni. Infatti proprio dallo scoglio di Quarto, lo scorso 5 maggio, il presidente della Repubblica Giorgio Napoletano ha dato il via alle celebrazioni nazionali. Questo perché il percorso dell'Unità d'Italia è partito da Genova con la spedizione dei Mille e perché il nostro è un Risorgimento democratico, repubblicano, mazziniano e garibaldino».

I festeggiamenti iniziano sabato 12 e domenica 13 febbraio con Sulle note del Risorgimento: un progetto promosso dall'accademia di Santa Cecilia, che fa tappa nei teatri storici di Torino, Napoli, Genova e Roma. Sabato 12 alle 20.30 al Teatro della Tosse appuntamento con l'incontro Mazzini: la Repubblica e Garibaldi: la rivoluzione Democratica, con gli interventi di Lucio Villari e Giovanni Bietti. A seguire il Concerto di BelCanto con gli artisti di opera studio dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
Domenica 13 febbraio alle 11.30 sempre al Teatro della Tosse, c'è Risorgimusica, uno spettacolo dedicato ai più piccoli. Entrambi gli eventi sono ad ingresso gratuito.

Le iniziative proseguono con il Carnevale di Marzo, Genova dell'Inno, Genova dei Mille, spettacolo scritto e diretto dal cantautore genovese Gian Piero Alloisio, previsto per sabato 12 marzo tra le 15 e le 17. Si tratta di una grande festa partecipata, che coinvolge artisti e intellettuali di spicco, oltre a mille cittadini, vestiti in camicia rossa, provenienti dai nove Municipi genovesi. Lo spettacolo collettivo si snoda tra la Casa di Mazzini, via Cairoli e via Garibaldi, compresi gli interni di Palazzo Bianco, Rosso e Tursi. Il Carnevale si compone di quattordici stazioni musicali e teatrali, visitabili fino alle ore 19, secondo il percorso che si preferisce. Tra i nomi di spicco c'è Max Manfredi, che, nei panni di Goffredo Mameli, interpreta l'inno nazionale, accompagnato dalla banda di Sestri Ponente; Mara De Assis, che interpreta Anita Garibaldi a cavallo e l'attore Enrico Campanati nelle vesti di Giuseppe Garibaldi.

Mercoledì 16 marzo Genova celebra l'Unità d'Italia con la Notte Bianca Tricolore: «una serata popolare» la definisce Ranieri, in cui si esibiscono tutte le tredici bande genovesi, i circoli mandolinistici e due cori cittadini.

All'appello non mancano le iniziative proposte dal Museo del Risorgimento: a partire dalle Giornate Mazziniane da giovedì 10 a sabato 19 marzo, tra tavole rotonde, visite guidate, convegni, aperture straordinarie, per arrivare a maggio alla mostra nazionale Inafferrabile Mazzini, inventore d'Italia a cura di Giuseppe Monsagrati. L'esposizione intende valorizzare il patrimonio documentario relativo ai protagonisti del movimento repubblicano e democratico. Tra i pezzi in mostra, forse, anche il manoscritto originale del giuramento della Giovine Italia.

Una mostra particolare è anche quella che inaugura venerdì 4 marzo presso il Museo Biblioteca dell'Attore: Tommaso Salvini. Un attore- patriota nel teatro italiano dell ‘800, a cura di Eugenio Bonaccorsi, in cui si analizza la figura di Salvini e della sua partecipazione alla battaglia per la liberazione di Roma.

Esposizioni anche alla Galleria d'Arte Moderna di Nervi e al Museo dell'Accadema Ligustica di Belle Arti con Capolavori dell'Ottocento a Genova, una mostra con sezioni dedicate alla pittura del XIX secolo, dalle rappresentazioni di Casa Savoia ai paesaggi, dalle scene di vita quotidiana alle condizioni di lavoro femminile, a quello dell'infanzia.
In parallelo alle mostre sono organizzati percorsi che offrono visite nei musei Wolfsoniana, Raccolte Frugone, Museo del Risorgimento e Palazzo Reale. Gli itinerari intendono sottolineare la ricorrenza dei centocinquant'anni con l'apertura di luoghi espositivi, altrimenti non accessibili. All'interno del progetto di visita sono inclusi anche dimore genovesi ed edifici pubblici: da Palazzo Orsini a Palazzo Celesta, dalla Banca d'Italia al monumento a Cristoforo Colombo e a quello equestre di Vittorio Emanuele II.

Potrebbe interessarti anche: , Ponte per Genova: completato il varo del settimo impalcato. Bucci: «Aperto in primavera» , Harry Potter, il raduno dei fan di Hogwarts al Lago delle Lame in Val d'Aveto , Sciopero dei treni in Liguria nel weekend: orari e fasce garantite , Ponte per Genova: il video di come saranno montati gli impalcati da 100 metri , Genova, nel 2021 arrivano i sindaci da tutta Italia

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.