Concerti Genova Lunedì 17 gennaio 2011

Picchio Dal Pozzo live @ Teatro della Tosse

Ecco una recensione tratta dal blog di Riccardo Storti.

Per leggere il blog e lasciare un commento? Clicca qui

Genova - Da tempo non capitava di vedere gente in piedi ad un concerto. Sabato 15 gennaio al Teatro della Tosse (Salà Agorà) è successo. La pietra dello scandalo, il ritorno dal vivo di Picchio Dal Pozzo che ha scelto proprio questa location genovese per presentare il tour italiano e l’ultima uscita del CD A_Live.

La lunga attesa di oltre 30 anni è stata ripagata da una performance memorabile durante la quale Picchio Dal Pozzo ha sciorinato le versioni rigenerate del primo album omonimo più qualche contributo da altre produzione, secondo una scansione fedele ad A_Live.
Però Picchio Dal Pozzo non è solo buona e alta musica, ma anche intrattenimento intelligente tra ironia e provocazione, in un misto di happening spontaneo e di istant messaging impegnato (ma anche no). Tutto e il contrario di tutto, secondo l’ambigua miscela magistrale di alcuni pensatori in musica del secolo scorso (da Zappa a Cage, passando per Stratos).

Così, può capitare che la canzone Il Presidente trovi una propria intrigante attualizzazione grazie alla proiezione contrappuntistica di alcuni frammenti video tratti da Draquila di Sabina Guzzanti o che La bolla raggiunga quasi una ragion d’essere (e di suonare) in compagnia del docufilm Radiophobia di Julio Soto sui postumi della tragedia di Chernobyl.

Ma Picchio Dal Pozzo, anche quando spinge alla riflessione, ti porta a sdrammatizzare e, durante lo smooth jazz di Cocomelastico, spunta sullo sfondo uno Stravinskij in frac e bacchetta perfettamente sincronizzato con l’indolente swing dei nostri. Ed è divertente notare quali occhiate il severo Igor lanci in direzione degli accenti di Aldo Di Marco alla batteria o verso un Paolo Griguolo impegnato in una difficile parte di chitarra, mentre Aldo De Scalzi non sta fermo un secondo tra computer e tastiere.

E la musica? Lo si è già intuìto. Ottima da ogni punto d’ascolto e di gusto. Precisi e – va sottolineato – in ottima compagnia. In aggiunta al trio, il bassista Massimo Trigona (da brivido il suo solo nella wyattiana Off), il tastierista Luca Cresta (che evoluzioni il suo piano elettrico in Cocomelastico), il fiatista Edmondo Romano (ma come gli è venuto in mente di mettere la cornamusa in Merta? Provvidenziale fa rima con geniale?) e il percussionista Dado Sezzi (tra mille ninnoli, quella pentola dagli innumerevoli tintinnii chiamata hang). Sulla sinistra, rispetto al palco, la silhouette mai doma di Sergio Gazzo, che ritmava su un touchpad ogni palpito trasmesso dal palco per convertirlo in effetti grafici.

Gran finale con Uccellin del bosco insieme ad una triade di sassofonisti agguerriti ovvero Giorgio Karaghiosoff e Roberto Romani (entrambi ex picchi) e Jessica Cochis (figlia di quel Pucci Cochis che mixò il primo album, nonché batterista dei J.E.T., quando ancora non si chiamavano Matia Bazar).

Ed ora non ci resta che aspettare ulteriori novità dalla bottega dei suoni di via Redipuglia, dove il Picchio ha il suo nido.

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

The End? L'inferno fuori Di Daniele Misischia Thriller 2017 Claudio è un importante uomo d'affari, cinico e narcisista. Una mattina, dopo essere rimasto imbottigliato nel traffico delle strade di Roma, arriva finalmente in ufficio nonostante il notevole ritardo, ma rimane bloccato da solo in ascensore a... Guarda la scheda del film