Teatro Genova Mercoledì 8 settembre 2010

Corpi Urbani, Festival Internazionale di Danza nei Paesaggi Urbani

© M. Ballestin
Altre foto

Genova - Da giovedì 9 a sabato 11 settembre a Genova e domenica 12 settembre a Finale Ligure, Corpi Urbani/Urban Bodies - Festival Internazionale di Danza nei Paesaggi Urbani, propone creazioni e performance di compagnie italiane e straniere, in un panorama variegato di forme e linguaggi del corpo, per un totale di 19 spettacoli e 36 artisti. Ideato e organizzato dall'Associazione Artu (Arti per la Rinascita e la Trasformazione Urbana) e giunto all’ottava edizione, il festival valorizza lo spazio urbano e invita alla scoperta del territorio attraverso l'arte della danza contemporanea, convogliando la memoria storica dei luoghi a una nuova visione.

Quest'anno c'è bisogno di concentrare, sia nel senso proprio del termine di ridurre e condensare, sia nel senso più figurativo di focalizzare, circoscrivere mentalmente. Per questo i focus, piccole lenti di ingrandimento che consentono di osservare le diverse proposte artistiche: la Spagna, il Mediterraneo, la giovane danza d'autore italiana e qualche piccola divagazione sul tema.

Il progetto International Dance Raids, che giunge alla sua terza edizione all'interno del Festival Corpi Urbani, prevede la circuitazione di alcuni artisti internazionali che si sono distinti nella creazione artistica per lo spazio urbano. Quest'anno la compagnia ospite è Nabeirarrúa Danza e proviene dalla Spagna: con A dos centímetros del suelo Anuska Alonso e Mar López raccontano un incontro di due, una storia condivisa che diventa molteplice. Tutto a due centimetri dal suolo.

In un'ottica più allargata di rafforzare la relazione con alcuni paesi del Mediterraneo, Corpi Urbani 2010 ospita un'altra compagnia spagnola e artisti provenienti anche da Turchia e Francia. La Intrusa Danza, che nasce nel 1996 dalla collaborazione tra Virginia Garcia e Damian Muñoz, con Staff mette in scena un uomo e una donna e quello che si genera dal loro incontro. La compagnia turca Taldans esplora nuovamente l'universo della coppia con le produzioni Dolap - in cui i danzatori Mustafa Kaplan e Filiz Silanzi si misurano non solo con i loro corpi ma anche con il volume e il peso di un frigorifero e Sek Sek - in cui i due artisti utilizzano il corpo come unità di misura attraverso cui si genera l'azione di movimento. I francesi Styl'O'Styl, tra improvvisazioni di musica jazz e danza hip hop, indagano la possibilità che ha l'uomo di preservare l'armonia e riconciliarsi con il tutto.

In collaborazione con il Network Anticorpi XL, circuito nazionale per la giovane danza d'autore italiana di cui l'associazione Artu è partner dal 2009, il focus giovani danzautori italiani presenta alcune creazioni che in diverso modo prediligono l'interesse a confrontarsi con lo spazio urbano. Marta Bevilacqua in Nec Nec mette in scena una figura femminile doppia che indaga le sue diverse nature senza venirne a capo. Daniele Ninarello in Man size racconta dell'esperienza emozionale che un corpo vive quanto si fa recipiente di storie esterne. I danzatori genovesi Serena Loprevite e Rocco Colonnetta della compagnia KoinèGenova, con Sempre e costante è il mio amore rivelano un momento sospeso, in cui la danza si fa testimone di un amore che riaffiora e si rinforza. Michela Minguzzi in Unbalance-2 esplora il brivido del bilico, nell'assoluta precarietà di un equilibrio vulnerabile al tutto. Giada Meggiolaro in Verecondia degli occhi ricerca il movimento bloccato in un'eterna e immaginaria preparazione alla lotta o alla fuga.

Il progetto speciale Caruggio Cult, nel quartiere della Maddalena, prevede gli interventi site specific di quattro giovani coreografi e danzatori genovesi in relazione ai molteplici aspetti del quartiere del centro storico di Genova. Matteo Bologna in Azione per un'opera orfana constata che l'osservazione dei luoghi fa emergere messaggi. Nicola Marrapodi in L'ennesima sovrapposizione indaga il confine tra il me reale e l'infinità di me che si riflettono e si sovrappongono sulla cornice dello specchio. Andrea Valfré in Serata si prepara a una fuga. Rocco Colonnetta in Mani asciutte appunta spilli sul diaframma del petto.

Corpi Urbani/Urban Bodies aderisce al Network Internazionale di Danza in Paesaggi Urbani Ciudades Que Danzan, rete internazionale di festival di danza che stimola le città a una programmazione di danza nei rispettivi scenari urbani. All'intero di questa rete quest'anno Artu ha ideato un progetto di scambio con i festival Danse en Ville (Eupen, Belgio), Urban Moves (Manchester, Gran Bretagna) e Trayectos (Zaragoza, Spagna). Ogni partner ha individuato una compagnia di danza contemporanea sul proprio territorio che sarà ospitata all'interno degli altri festival. Quattro strutture condividono così quattro diverse creazioni, offrendo un'occasione di crescita e arricchimento sia per gli artisti sia per gli spettatori. La compagnia belga Irène K. in Inside-Time / Outside-Space utilizza un groviglio di fili a rappresentare una frontiera, fisica o immaginaria, ideale o reale, che diventa metafora della vita ingarbugliata. La compagnia inglese Chameleon in Search and find esplora l'idea della compatibilità e dell'incomprensione. La compagnia spagnola LaMov in Como o vento mette in atto la semplice espressione del corpo, alternando momenti di estrema eleganza e liricità e altri più dinamici e inattesi. La compagnia individuata da Artu è KoinèGenova con lo spettacolo Sempre e costante è il mio amore che è già stato rappresentato nei festival partners.

Tra gli eventi speciali del festival il progetto Temporabilia, della compagnia genovese UBIdanza, prevede la partecipazione di cinque interpreti adulti e dodici bambini (della classe IB della Scuola G. Daneo), coinvolti in un'analisi generazionale sull'idea della ciclicità del tempo. In controtendenza rispetto a un mondo e a un teatro urlato, dichiarato, esibito, lo spettacolo è uno sguardo innamorato del mondo e fiducioso in un’utopia pratica e riformista (Marc Augé, Che fine ha fatto il futuro. Dai non luoghi al non tempo).

Il programma:

Genova

giovedì 9 settembre Focus Spagna
ore 18.30 Chiostro delle Vigne
LaMov [Spagna] in Como o vento
ore 19 Piazza San Matteo
Nabeirarrúa Danza [Spagna] in A dos centìmetros del suelo
ore 19.30 Piazza San Matteo
La Intrusa Danza [Spagna] in Staff

venerdì 10 settembre Focus Giovani Danzatori Italiani
dalle 18.15 alle 20.30 Progetto Speciale Caruggio Cult
ore 18.15 Piazza del Ferro
Matteo Bologna in Azione per un’opera orfana
ore 18.45 e 19.30 Piazza della Maddalena
Nicola Marrapodi in L'ennesima sovrapposizione
ore 19 e 19.45 Via Macelli di Soziglia 39
Andrea Valfré in Non abita più qui
ore 19.15 e 20 Piazza Lavagna
Rocco Colonnetta in Mani asciutte
ore 21 Stazione Metropolitana San Giorgio
UBIdanza in Temporabilia – passo uno
ore 22 Palazzo Ducale
Marta Bevilacqua/Arearea in Nec Nec
ore 22.15 Palazzo Ducale
Daniele Ninarello in Man size
ore 22.30 Palazzo Ducale
KoinèGenova in Sempre e costante è il mio amore

sabato 11 settembre Focus Mediterraneo
ore 21.30 Palazzo Bianco
Taldans Company [Turchia] in Dolap
ore 22.15 Palazzo Rosso
Styl’O’Styl Compagnie [Francia] in Fragment Chorégraphique
ore 23 Palazzo Bianco
Taldans Company [Turchia] in Sek Sek

Finale Ligure – Finalmarina

domenica 12 settembre
ore 16.45 Piazza San Giovanni Battista
Compagnie Irène K. [Belgio] in Inside Time / Outside space
ore 17.30 Piazza Vittorio Emanuele II
Michela Minguzzi [Italia] in Unbalance-2
ore 17.45 Lungomare Migliorini
Giada Meggiolaro [Italia] in Verecondia degli occhi
ore 18 Lungomare Migliorini
KoinèGenova [Italia] in Sempre e costante è il mio amore
ore 18.30 Via Garibaldi/Piazza V.Emanuele II
Company Chameleon [UK] in Search and find.

Potrebbe interessarti anche: , Comicità, poesia, riflessione politica in Labbra di Irene Lamponi , La Tosse rialza il sipario del Teatro del Ponente: gli spettacoli della stagione 2019 , Il gabbiano di Čechov al Teatro della Corte: la crisi esistenziale dell'uomo contemporaneo , Se mia madre mi facesse a pezzi... Dragonetti fa di nuovo centro con l'adolescenza , Il Teatro della Tosse sbarca a Ponente: gestirà il Cargo di Voltri. Il progetto

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Modalità aereo Di Fausto Brizzi Commedia Italia, 2019 Diego è un imprenditore bello, ricco, famoso. Tutta la sua vita è dentro un cellulare di ultima generazione. Ivano pulisce i bagni dell’aeroporto, non è bello, non è ricco, non è famoso. Un giorno, poco prima di... Guarda la scheda del film