Concerti Genova Mercoledì 21 luglio 2010

Richard Galliano: Camogli apre il Liguria Jazz Summer

Genova - Si è aperta nel migliore dei modi, martedì 20 luglio, la rassegna Liguria jazz summer, con un intenso concerto solo del fisarmonicista Richard Galliano, l'artista francese che rappresenta un esempio unico di crossover nel panorama mondiale del jazz.

Partendo dalla tradizione, Galliano ha saputo proiettare nella modernità uno degli strumenti più legati all'immaginario popolare, allargando le sonorità dal jazz alla classica (di quest'anno l'incisione di Bach per gli specialisti della Deutsche Grammophon), senza tralasciare il tango e le radici francesi della musette.

Sul palco del porticciolo di Camogli, Richard Galliano non fa in tempo a salire le scalette e a spogliarsi della custodia, che subito si lancia sulla tastiera, mettendo in chiaro dopo poche note lo spirito della serata. Il frenetico attacco di Tango per Claude e l'immediato sfoggio di virtuosismi sono la premessa di una scaletta rapida, trascinante e dai pochissimi cali di tensione.
Musette, valzer e ritmi latin diventano un pretesto per la costruzione di un fraseggio personale, in cui l'artista gioca a disilludere le aspettative del pubblico: nel momento stesso in cui la gamba inizia a tenere il tempo di una milonga, o le mani a battere per un accenno di tango, subito Galliano porta l'ascoltatore in un viaggio attraverso armonie e paesaggi inaspettati, dove l'accompagnamento ideale della danza diventa un contrappunto di stampo barocco.

Molto lontano dal jazz classico e molto lontano dalla tradizione popolare, la sua fisarmonica inventa un genere nuovo che li comprende tutti. E il risultato, tra riferimenti alti e un'indole bassa, diverte: dal lirismo di Caruso all'intramontabile Odio l'estate, dagli standard classici alla trascrizione di un Bach organistico (ma senza trascurare l'arcinota Badinerie), Galliano trascina in un viaggio nella musica senza distinzioni, ricordando da vicino il chitarrista australiano Tommy Emmanuel e i suoi one-man show.

I brani scorrono veloci sotto le dita di un artista in grado di trasformare la fisarmonica in un organo, in un synth o in un flauto: una piccola orchestra capace persino - agendo sul soffietto - di replicare le onde del mare.

Due pause, quattro bis e l'immancabile chiusura affidata al Libertango di Astor Piazzolla: dopo un'ora e mezza di concerto un Galliano soddisfatto e visibilmente provato lascia il palco nell'ovazione del pubblico. La convinzione è quella di aver assistito - finalmente - a un modo nuovo di affrontare il jazz: moderno, sincero e fuori dagli schemi. La fisarmonica che non ti aspetti.

Potrebbe interessarti anche: , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Lo splendore dei Gonzaga con l'Ensemble Biscantores , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Overlord Di Julius Avery Azione, Horror U.S.A., 2018 Seconda Guerra Mondiale. A poche ore dal D-day un gruppo di paracadutisti americani, vengono incaricati di penetrare nel territorio Francese occupato, per distruggere il trasmettitore radio che si trova in cima al campanile di una chiesa. Guarda la scheda del film