Concerti Genova Martedì 25 maggio 2010

Gog: la nuova stagione artistica 2010 – 2011

Genova - Onore al merito alla GOG – ormai, in attesa della rinascita del Carlo Felice, unica, vera realtà in grado di dare voce alla musica colta nel capoluogo ligure. Gog che, senza farsi spaventare dalle voci di crisi e di ennesimi tagli alla cultura da parte del Governo, ha presentato ieri pomeriggio la nuova Stagione Artistica 2010 – 2011. Stagione eccellente sotto tutti i punti di vista – per qualità e per varietà innanzitutto – e che tra l'altro prelude ai grandi festeggiamenti che prenderanno il via nell'autunno del 2011: eh già, perchè nel 2012 la Gog compirà la bellezza di cento anni. «È un momento molto delicato per le società di concerti – ha esordito il Presidente della Gog, Nicola Costa – e se i tagli prospettati dal bilancio triennale dello Stato si trasformassero in realtà potremmo tutti quanti chiudere bottega». Anche per questo, ha proseguito Costa, «voglio ringraziare quegli enti e quegli sponsor che non ci fanno mai mancare il loro appoggio, in primo luogo la Compagnia di San Paolo». Di fatto la Gog, dopo una stagione coronata di grandi successi (su tutti, lo stra-esaurito del récital di Maurizio Pollini lo scorso febbraio), e a fronte degli ostacoli continui, grazie anche all'impregno di un direttore artistico che fa dell'entusiasmo contagioso la sua bandiera (stiamo parlando di Pietro Borgonovo, apparso emozionato e commosso), ha sfornato l'ennesima serie di 26 appuntamenti, che ci accompagneranno da ottobre a maggio, con tantissima grande musica, e la spreranza di poter raggiungere un pubblico sempre più eterogeneo e vasto: «gridate ai vostri amici che esiste la Gog. A Genova pochi lo sanno» ha detto Borgonovo.

Oltre ai concerti della stagione, proseguono con successo tutte le iniziative collaterali: i cicli di concerti per le scuole (il lavoro di diffusione della musica, portandone letteralmente il “dizionario” scuola per scuola e classe per classe, grazie anche ad alcuni professori illuminati), ma anche la collaborazione con il carcere di Marassi e l'Ospedale Galliera. Vediamo ora in dettaglio qualcuno degli appuntamenti della stagione.
Si comincia il 18 ottobre con un classico da non perdere: i Concerti brandeburghesi di Bach. Li consigliamo in special modo a chi pensa che Bach sia “noioso”, perchè l'ascolto di questi 6 straordinari capolavori può invece essere un'ottima “prima volta”. Tra gli appuntamenti autunnali di rilievo spicca il ritorno del Quartetto Hagen (29 novembre, con Schumann e Beethoven) e del violoncellista Mario Brunello (ancora Bach con le Suites per cello solo). Concerto per nulla natalizio, ma comunque fissato al 20 dicembre, quello immancabile che ha per protagonista Aldo Ciccolini, una leggenda vivente del pianoforte – ha 85 anni e uno smalto invidiabile, che metterà a dura prova cimentandosi in un programma tutto Liszt. Il 2011 vede tra i suoi eventi la chitarra di Emanuele Segre (31 gennaio), che per l'occasione si porterà dietro un complesso di altre 11 chitarre (elettriche) in un programma che spazierà da Giuliani e Steve Reich, da De Falla a Maderna e molti altri.

Poi tornerà a Genova Murray Perahia, uno dei pianisti più amati sui palcoscenici di tutto il mondo: per lui Brahms e la Hammerklavier di Beethoven. Il 21 febbraio la Gog si è assicurata la presenza di uno dei maggioi violinisti di oggi: Gil Shaham, in solitario, con l'integrale delle Sonate e delle Partite per violino solo di Bach, a fare da contraltare al concerto di Brunello di dicembre. Ci sarà da divertirsi al concerto del Trio Altenberg – tre musicisti di prim'ordine amatissimi dal pubblico della Gog (per loro i classici: Haydn e Beethoven) – e da godere del suono inimitabile dei quattro Stradivari imbracciati dal Quartetto di Tokyo, attesi al Carlo Felice il 21 marzo, per dare vita (insieme a Naoko Shimizu) ai Quintetti di Mozart, musica sublime e di non frequente ascolto. Una settimana dopo (28 marzo) torna Andras Schiff con la Camerata Bern: per loro soprattutto Bach, con due concerti, da non perdere, visto che Schiff è unanimemente considerato il più grande interprete vivente di Bach al pianoforte.

Saltiamo poi al 18 aprile per segnalarvi l'ensemble Les Talents Lyriques, con Christophe Rousset al cembalo e alla direzione: un'occasione unica per conoscere l'opera di Francçois Couperin. I concerti di fine stagione sono anch'essi dei bellissimi fuochi d'artificio: il 9 maggio il récital di canto del mezzosoprano Angelika Kirchschlager, acclamatissima e al suo debutto a Genova; e il 16 maggio Radu Lupu, il vecchio saggio del pianoforte, una presenza costante e affettuosa nei decenni, che non mancherà di stupire il pubblico della Gog con i suoi amatissimi Schumann e Schubert.

Per la stagione completa, gli sconti e quant'altro vi segnaliamo alcuni link utili: cominciando dalla locandina, che potete scaricare cliccando qui: un vero piccolo gioiello liberty concepito da Silvia Bellè. Poi ci sono i dettagli per chi volesse già sapere quanto costano biglietti e abbonamenti: basta cliccare qui. E infine, il dettaglio dei singoli concerti, con il programma di ciascuna serata cliccando qui.

Buona, buonissima musica in compagnia della Gog.

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

L'apparizione Di Xavier Giannoli Drammatico Francia, 2018 Vincent Lindon è Jacques, un famoso reporter di guerra che viene inaspettatamente reclutato dal Vaticano per indagare su un’apparizione avvenuta in un villaggio della Francia. Anna, orfana e novizia, afferma di aver visto la Vergine Maria. Lo straordinario... Guarda la scheda del film