Concerti Genova Mercoledì 3 marzo 2010

La Scala: la grande musica apre le porte ai giovani

Genova - Approfittando del fatto che mentelocale.it si sta espandendo anche a Milano, vi raccontiamo di alcune nostre scorribande meneghine a caccia di buona musica. Intendiamoci, Genova sta cercando di salvare il proprio teatro - ma l'ultimo Nabucco al Carlo Felice ha lasciato molto perplessi - e la GOG continua a offrire ai propri spettatori una stagione d'altissima qualità - basta citare i due strepitosi concerti del mese scorso, vale a dire i récital ravvicinati di Grigory Sokolov e Maurizio Pollini. Ma, che ci volete fare, per chi ama la musica è comunque un po' pochino. Bisogna fare qualche trasferta. E il pensiero corre naturalmente a Milano, che in Italia è sempre stata la capitale della musica colta, con i suoi teatri, il suo Conservatorio, il suo pubblico.

E la Milano musicale che conta - la Scala in primis - si sta aprendo molto nei confronti dei giovani. Basterebbe citare la Società del Quartetto, la più antica e prestigiosa società di concerti italiana, che offre il biglietto ai giovani a 5 Eu. La Scala, dicevamo, da quest'anno, su impulso del sovrintendente Lissner, ha varato un progetto coraggioso: La Scala under 30, che consente enormi facilitazioni ai giovani per l'accesso agli spettacoli della stagione: basterebbe citare l'anteprima di Carmen, il 4 dicembre scorso, riservata agli abbonati di questa particolare formula.

E la Scala, per l'appunto, continua a navigare in un mare sconosciuto per bellezza al resto degli enti lirici italiani. Quest'anno, dopo la discussa Carmen inaugurale di Emma Dante, diretta da Daniel Barenboim, abbiamo assitito a un eccellente Rigoletto con protagonisti Leo Nucci e Elena Mosuc e un validissimo James Conlon alla direzione: uno spettacolo classico, quello firmato dai registi Ezio Frigerio e Franca Squarciapino, ma che non sfiorirà mai una vera e propria lezione di teatro musicale. Soprattutto, la prova dell'indomito Leo Nucci (nome omen), salutata dalle ovazioni e dall'affetto del mitico loggione scaligero.

In questi giorni è in scena Da una casa di morti, capolavoro estremo di Leoš Janáèek: una musica di forza e di poesia irresistibili sulle memorie di Dostoevskij deportato in Siberia, una profezia dei lager nazisti e dei gulag staliniani, descritta nel 1928 da Janáèek, genio della musica céca. Lo spettacolo di Patrice Chéreau è stato accolto alla prima di domenica scorsa da plauso ed entusiasmo unanime, a dimostrazione del fatto che della musica del Novecento non c'è da aver paura.

Un piccolo spot per concludere: se siete giovani al di sotto dei 30 anni di età, contattate l'associazione La Barcaccia, che di trasferte musicali ne organizza tante e bellissime (e a prezzo vantaggiosissimo): alla Scala per l'appunto, capitanati dal giovane presidente Francesco Gallarati, i barcaccini sono appena stati per il Don Giovanni firmato da Peter Mussbach (con il mitico arrivo di Donna Elvira in Vespa), e torneranno sabato 20 marzo per il Tannhäuser di Wagner: una produzione imperdibile, con una star del podio come Zubin Metha e l'allestimento della Fura dels Baus.
Buon ascolto.

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Il tuo ex non muore mai Di Susanna Fogel Commedia U.S.A., 2018 Due amiche del cuore si ritroveranno improvvisamente e involontariamente coinvolte in un roccambolesco complotto internazionale. La causa di tutto? Un ex... come al solito! L’ex fidanzato di Audrey, spia in incognito, ritorna dal passato in cerca... Guarda la scheda del film