Concerti Genova Martedì 2 marzo 2010

Gianmaria Testa e il suo 'Neverending tour'

Genova - Adesso lascia stare che conosci tutte le sue canzoni, e che l'hai visto xmila volte, ne hai scritto quasi altrettante e un anno l'hai anche presentato. Lascia stare che la compagnia sia la migliore possibile (Silvana mia, Roberto "Pepe" Coggiola - direttore artistico in pectore di Sanremo 2011, dopo 20 anni dietro le quinte-, e Graziella).

È che Gianmaria Testa, (a Genova, Teatro Modena, sabato 27 febbraio 2010) più continua il Neverending tour, più migliora. Chi, in Italia, può reggere da solo un'ora e mezzo di spettacolo, accompagnandosi con la chitarra acustica o elettrica? Così a occhio, nessuno; e all'estero, mah, forse Elvis Costello, di sicuro Silvio Rodriguez e, quando ancora suonava dal vivo, Luis Llàch.
Testa è da qualche anno a livelli del genere; e non solo perché chiude il set con Miniera, di Bixio-Cherubini, però risuonata a tempo di milonga, e nemmeno perché nel bis fa Hotel Supramonte e vien di nuovo giù il teatro, come già prima era successo. No, il punto sono le sue canzoni, la qualità della scrittura e delle armonizzazioni e, forse più di tutto, questa voce di uno che vive la vita tenendo la schiena ben diritta.

Molte fra le più belle canzoni d'amore italiane degli ultimi anni le ha scritte lui: Dentro la tasca di un qualunque mattino, Sei la conchiglia, Gli amanti di Roma. Ma è anche il cantante colto, che lavora con Erri De Luca e ne legge benissimo le poesie e le mette in musica; e poi collabora con quel geniaccio di Pier Mario Giovannone, di cui raccomanda l'ultimo È partita Iva (Roma, 2009).

Noi s'è visto il concerto dal palchetto reale del teatro Modena, dove sedettero una volta il generale De Gaulle e l'allora presidente Giovanni Gronchi. Voi, con ogni probabilità, non c'eravate mica e vi siete persi un bel colpo da 15, fioeui. In camerino Gianmaria Testa ha offerto ottimo Pigato. Spiace non poter fornire l'etichetta, ma s'era di corsa. S'è peraltro lodato a lungo l'olio di Franco Boeri Roi, l'unico che puoi nominare da Tokyo a Kuala Lumpur fino ad Avellaneda e ti dicono: ah sì, che buono il suo olio.

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Tre volti Di Jafar Panahi Drammatico Iran, 2018 Quando riceve il video di una giovane che implora il suo aiuto, la famosa attrice Behnaz Jafari abbandona il set e insieme Jafar Panahi si mette in viaggio per raggiungere la ragazza. Il film è stato premiato al Festival di Cannes. Guarda la scheda del film