Concerti Genova Lunedì 8 febbraio 2010

Elisa, un circo degli orrori nel videoclip di 'Anche se non trovi le parole'

© elisatoffoli.com
Altre foto

Genova - Un giorno di pioggia intensa su Genova, due più caldi e soleggiati.
Dal 5 al 7 febbraio 2010 molte zone dei quartieri di Marassi e San Fruttuoso sono stati il set del videoclip di Elisa Anche se non trovi le parole, secondo singolo tratto dall'album Heart. Quando, dalla seconda metà di febbraio, sarà in rotazione sui principali canali musicali, molti di voi si divertiranno a scovare i luoghi in cui è stato girato. Noi, che siamo andati a curiosare sul set, vi diamo qualche dritta.

Precisiamo subito che la neomamma Elisa non ha partecipato alle riprese, pur avendo contribuito attivamente alla sua realizzazione: «ci ha spedito tutti i suoi diari, le sue foto. Abbiamo ricevuto via posta valigie che contenevano la sua vita» spiega il regista Paolo Caredda. Tutti documenti che hanno avuto un ruolo chiave, dal momento che fanno parte del «libro magico di Elisa» creato dall'artista Francesca Traverso, un diario le cui pagine si alternano nel video alle animazioni dei burattini costruiti dalla compagnia genovese Il Circo di Cagliostro.
E in effetti il video si sviluppa «come un circo degli orrori», prosegue Caredda: «il burattino che impersona Elisa a un certo punto viene addirittura tagliato a metà. Elisa stessa non voleva emergere come una stella. Oggi i video sono tutti patinati, glossy. Questo no, non lo sarà».

Caredda - che nel 1997 aveva diretto il primissimo videoclip di Elisa, Sleeping in your hand - racconta anche che inizialmente, per creare quest'atmosfera d'altri tempi, il video di Anche se non trovi le parole doveva essere girato da qualche parte nell'Europa dell'Est: «si pensava a posti tipo Brno o Bucarest. Poi la scelta è caduta su Genova, una città senza tempo».
E veniamo ora alle location: nei tre giorni di riprese, la società di produzione genovese Condominium Production, ha girato in lungo e in largo i quartieri di San Fruttuoso e Marassi: via del Piano, via Tortosa, corso De Stefanis, via Torti, via Ferretto, la Biblioteca di Villa Imperiale. Aguzzate la vista, chissà che non ritroviate qualche scorcio vagamente familiare.

Qui sotto, intanto, potete vedere in anteprima alcune immagini del set negli scatti di Carlo Lavatori, direttore della fotografia del videoclip.

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La prima pietra Di Rolando Ravello Commedia Italia, 2018 È un normalissimo giorno di scuola, poco prima delle vacanze di Natale, e tutti sono in fermento per la recita imminente. Un bambino, intento a giocare con gli altri nel cortile della scuola, lancia una pietra rompendo una finestra e ferendo lievemente... Guarda la scheda del film