Concerti Genova Lunedì 1 febbraio 2010

La Leggenda dei New Trolls al Carlo Felice

© Franco Coletta ass Franco Cadenasso e Andrea Facco

Genova - L'attesa era molta e si protraeva ormai da più di un mese. Il nucleo storico di Senza Orario Senza Bandiera e del primo Concerto grosso di nuovo insieme, pur nella denominazione d'origine protetta La Leggenda New Trolls. Comunque la sostanza non cambia. È il sogno di ogni fan vedere riuniti Vittorio De Scalzi e Nico Di Palo (sodalizio rinato alla fine del 2006) con il batterista Gianni Belleno e il bassista Giorgio D'Adamo.

I rinnovati (e ritrovati) Fab Four della Lanterna si avvalgono comunque della preziosa presenza "corale" sul palco di Andrea Maddalone (chitarra solista da sogno), Francesco Bellia (versatile alla chitarra ritmica e basso) e della new entry Ricky Bolognesi (tastiere). Usciti, invece, Alfio Vitanza - sempre con i Latte Miele - e Mauro Sposito, ora attivi con la nuova esperienza "filologica" tutta "beatlesiana" di The Beatbox.

La prima al Teatro Carlo Felice del 30 gennaio 2010 si è rivelata, in primis, un successo di pubblico, non sappiamo quanto atteso, tanto che non sono mancati incovenienti sull'assegnazione dei posti in sala (chi vi scrive ha rischiato di godersi lo spettacolo in piedi).

Sotto la regia di luci e colori di Pepi Morgia, si alza il sipario, eccoli: "...non speravamo di tornare qui". Così recita - quasi a soggetto - un verso di Vent'anni, canzone scelta per aprire la performance. La Leggenda New Trolls decide di partire in souplesse, premendo sul leggero acceleratore di una nostalgia intimistica: Una miniera, Visioni, Davanti agli occhi miei e l'inedita Radio Luxembourg (con tanto di citazione da Something, degli altri Fab Four, quelli di Liverpool).

Poi sale sul palco lo Gnu Quartet e si entra nel progressive più autentico: il primo Concerto Grosso, il Vivace del n. 2, la suggestiva cadenza dal vertice compositivo di The Seven Seasons, la forza stravolgente di Le Roi Soleil. La squadra convince e sviluppa bel gioco sulla trequarti del pentagramma. Fine primo tempo con Poster di Baglioni a cappella.

La reprise dà fiato al rock con le improvvisazioni Nella sala vuota, poi si declina verso alcuni evergreen della melodia New Trolls (Ho veduto, Let it be me, Che idea e Aldebaran) ravvivati da un passaggio di ospiti: Armando Corsi e Edmondo Romano (nell'omaggio a De André, Creuza de mâ), i figli Armanda De Scalzi e Mamo Belleno (Quella carezza della sera) e addirittura Renato Zero (un attestato di amicizia solo vocale e non corale visto che nel suo cameo si è limitato a salutare il pubblico e a decantare le virtù dei nostri).

Sembra finita, ma il sipario si riapre per la terza volta e si chiude veramente in corsa: Musica, Ho veduto e Una notte sul Monte Calvo, come non la si sentiva dai tempi dell'Atomic System.

Affiatamento ma soprattutto potenza sonora. Una storia che continua a convincere pubblico e critica. Un plauso particolare spetta a Gianni Belleno. Il suo drumming ha ricordato gli episodi migliori "salvati" sul bellissimo Live del 1976: controllo di cassa, variazioni sui piatti, energia (ricordate Michael Giles dei King Crimson o Jon Hiseman dei Colosseum?). Anema e core più muscoli e polmoni. L'arrivo di Bolognesi alle tastiere (ottime le sue parti organistiche), hanno fatto di Vittorio De Scalzi un divertito battitore libero che difficilmente abbandona la chitarra elettrica (il primo amore non si scorda mai). Misurato - anche per carattere musicale - Giorgio D'Adamo che ha alternato il basso ad una bellissima chitarra vintage Gretsch color verde pistacchio. E la voce di Di Palo? Beh, quella continua a dimostrare che - al di là della Leggenda - la storia deve andare avanti.

Unico appunto? Lo smoking paillettato si poteva evitare. Per fortuna la musica trasmette magie al di là (o al di qua) degli occhi.

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La prima pietra Di Rolando Ravello Commedia Italia, 2018 È un normalissimo giorno di scuola, poco prima delle vacanze di Natale, e tutti sono in fermento per la recita imminente. Un bambino, intento a giocare con gli altri nel cortile della scuola, lancia una pietra rompendo una finestra e ferendo lievemente... Guarda la scheda del film