Genova Martedì 1 dicembre 2009

Genova con l'Africa: un centro di formazione in Sudan

Per informazioni sulle associazioni di volontariato di Genova contattate il Celivo al numero 010 5956815.

Leggi gli altri articoli della rubrica Volontariato

Genova - Dal 2003 l'associazione Genova con L'Africa realizza iniziative e progetti di emergenza, educazione alla pace e cooperazione allo sviluppo lavorando in sinergia con l'Ong sudanese A.a.a. (Arcangelo Ali Association), con Cesar (Coordinamento Enti solidali a Rumbek ) e Amani.

Nel Sudan meridionale e i sui monti Nuba la guerra, che è durata ventidue anni e ha mietuto due milioni di morti, è finita. Fame e malattie, però, restano. Continua la tragedia di un Paese dove i conflitti covano ancora sotto la cenere: «nel Sudan tutto è da ricostruire e non esistono le infrastrutture», spiega Valentina Tamburro, presidentessa dell'associazione.
I volontari di Genova con l'Africa si impegnano nella promozione culturale e nella sensibilizzazione sul territorio ligure e non solo per far conoscere le tematiche di più forte impatto sulla condizione dei paesi africani. L'associazione organizza conferenze, convegni e incontri, formazione nelle scuole e mostre anche in collaborazione con associazioni internazionali.

Venerdì 4 dicembre 2009, alle ore 18.00 presso l'Hotel Mediterranée di Genova Pegli, avrà luogo un convegno Noi e l'Africa nella crisi internazionale - Presentazione di un modello di sviluppo in Sud Sudan. Si parlerà di formazione, di istruzione e del ruolo delle donne in Africa. Sarà un modo per far conoscere progetti di solidarietà e di cooperazione allo sviluppo di cui Genova con l'Africa si occupa da anni.
Si toccheranno anche le nuove sfide della globalizzazione, che noi occidentali stiamo affrontando e sulle quali siamo ancora impreparati. Si affronteranno alcuni aspetti legati all'importanza della cultura e dalla formazione quali chiavi fondanti del vero sviluppo locale.

Nella seconda parte del convegno verrà illustrato un progetto di cooperazione internazionale che si concretizzerà nella costruzione di un centro di formazione per insegnanti nel Sud Sudan, il Cuiebet Teachers Training Center, presso lo Stato dei Laghi.
Costruire una scuola magistrale vuol dire dare a milioni di bambini un futuro diverso, in cui sia possibile la prosperità, la serenità, la pace, il lavoro. Il Teachers Training Center di Cuiebet, oltre a curare l'aggiornamento professionale dei 250 insegnanti già esistenti, ogni anno formerà trenta giovani nuovi docenti.

Grazie alla scuola, già nei prossimi cinque anni 4.500 bambini potranno finalmente avere l'istruzione primaria, grazie ad insegnanti preparati e qualificati. Senza contare che una maggiore presenza di insegnanti e un sistema educativo che funziona è il miglior modo possibile per richiamare all'istruzione quel 60% di bambini che oggi non frequentano la scuola.

Potrebbe interessarti anche: , Associazione San Marcellino: dall'accoglienza ai laboratori, per ritrovare il gusto della vita , Premio per esperienze innovative di partnership sociali 2017 al progetto Smart Home , Il mago dei bambini speciali: una fiaba per parlare di disabilità , 150 anni di Azione Cattolica Diocesana: una veglia per festeggiare , Mondo in pace 2017 a Palazzo Ducale: il programma

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.