Concerti Genova Martedì 1 dicembre 2009

Down in Shadows degli N.y.X

Genova - Se, negli anni Settanta, una band nostrana avesse mai ospitato nel proprio disco qualche quotato guest straniero, la notizia sarebbe presto balzata agli onori della cronaca musicale.

Oggi, è un po' diverso. Eppure può accadere che un valido duo emergente torinese - gli N.y.X di Walter F. e Danilo A. "Pannico" - entrino di diritto nel "Paese dei Balocchi" del prog nazionale in compagnia di musicisti "storici" come David Jackson (ex Van Der Graaf Generator e, oggi, collaboratore degli Osanna) e Trey Gunn (King Crimson, David Sylvian, etc.). Il nuovo lavoro si intitola Down in Shadows ed è stato prodotto dalla Electromantic di Beppe Crovella (tastierista di Arti e Mestieri).

E non è un caso che nel loro DNA musicale il carattere dominante sia figlio dell'universo dissonante dei King Crimson e dei Van Der Graaf Generator. La voce di Walter F. rincorre la flessibilità espressiva di Peter Hammill e, appena il contraltare fiatistico di Jackson si fa vivo, il richiamo all'ensemble britannico sfiora la clonazione di modelli. Quanto all'ascendente crimsoniano suona da sola la title track (in due parti), infarcita all'inverosimile di artifici ritmico- armonico-timbrici.

Gli N.y.Z. tentano, però, ogni tanto di variare simili condizionamenti macchiando ulteriormente il "racconto" di particolari coloriture: Colour sembra una ballata lennoniana orchestrata dalla Penguin Cafe Orchestra durante l' Alan's Psychedelic Breakfast di floydiana memoria; O.y.o (on your own) è un funky stanco su cui ben si adatta la vis improvvisativa del sax di Jackson. Echi di Porcupine Tree (Wait) e di Magma (C18H21NO3) completano un quadro - di per sé - già piuttosto definito e rifinito.

Gli appassionati dei Crimson e dei VDGG si divertiranno assai a percepire come la "storia" dei loro beniamini viva anche altrove. Impossibile parlare di nostalgia: gli N.y.X. conoscono a menadito quei codici e dimostrano - più del dovuto - una dimestichezza d'uso. Composizioni ordinate, seriamente strutturate. È una buona base, ma attenzione perché dietro all'angolo zelo e calligrafia sono sempre in agguato. Mai fidarsi del Gatto e la Volpe.

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Hereditary Le radici del male Di Ari Aster Horror U.S.A., 2018 Quando l’anziana Ellen muore, i suoi familiari cominciano lentamente a scoprire una serie di segreti oscuri e terrificanti sulla loro famiglia che li obbligherà ad affrontare il tragico destino che sembrano aver ereditato. Guarda la scheda del film