Concerti Genova Giovedì 26 novembre 2009

L'intervista con Giusy Ferreri

© Alessandro Gerini

Genova - Alzi la mano chi non ha riconosciuto la sua inconfondibile voce nello spot del Monte dei Paschi di Siena che gira in queste settimane in TV. Ma il cielo è sempre più blu di Rino Gaetano, cantata da Gaetana. Così si è fatta chiamare per un certo periodo della sua carriera Giusy Ferreri, così si chiamava sua nonna, a cui ha dedicato l'omonimo disco. L'ormai definitivamente ex cassiera in un supermercato del milanese - «l'aspettativa è finita», dice - sta attraversando un periodo decisamente fecondo. Ha partecipato insieme a tantissimi altri grandi nomi della scena italiana all'ammucchiata musicale organizzata da Baglioni per il re-editing di Questo piccolo grande amore (Q.P.G.A., in uscita venerdì 27 novembre) cantando il brano Noi sulla città. E venerdì 20 novembre è uscito anche il suo Fotografie, disco di cover con undici brani di cantautori italiani ed internazionali.

C'è anche la perla sempreverde di Rino Gaetano nell'album, al fianco di Nick Drake, Vinicio Capossela, Tenco, Estate di Bruno Martino, Besame mucho, Yesterdays di Jerome Kern, Charles Aznavour, Paolo Benvegnù. «La scelta dei brani rappresenta il mio bagaglio musicale, che si è evoluto nel tempo e che in mie precedenti esperienze musicali ho avuto il piacere di interpretare», dice Giusy. Accanto ai brani italiani e a Yesterdays (scelto da Giusy) quelli stranieri sono stati scelti e riadattati con testi in italiano da Tiziano Ferro. «Ci siamo conosciuti due settimane prima della chiusura di X Factor nello studio di Michele Canova (che è anche il produttore di Fotografie, n.d.r.) e abbiamo lavorato insieme a Non ti scordar mai di me. Lo stimo molto, nonostante sia giovane ha già una grande esperienza». E con Baglioni come è andata? «Dopo aver collaborato con Ornella Vanoni, questa proposta completa un quadro importante. Ne vado molto fiera, è un grande arricchimento e il brano è bellissimo».

Il disco presenta una scaletta molto eclettica. Che musica hai ascoltato da quando eri ragazzina? «Ho ascoltato di tutto, dai Queen a Janis Joplin, dal rock al blues, dal grunge, che con i Nirvana ha segnato la mia adolescenza, a Billie Holiday e Bessie Smith, che ho conosciuto più avanti. Oggi mi piacciono molto gli Interpool e i Franz Ferdinand. E poi Drake, Pj Harvey, Fiona Apple e la scena italiana: Afterhours, Marlene Kuntz».

È stato più difficile fare la gavetta o passare attraverso X Factor? «La gavetta è dura, piena di illusioni e delusioni. Quando il tentativo con Il Party (il primo singolo pubblicato con BMG sotto il nome di Gaetana nel 2005 n.d.r.) andò male pensai di essermi bruciata. Ma ho avuto difficoltà anche nel talent show: il primo provino non andò bene, il termine per entrare era scaduto e la chiamata non arrivava». È andata come è andata. «Simona Ventura ha avuto una grande sensibilità nei miei confronti: lì è cambiata la mia vita. Una chance era tutto quello che cercavo per dimostrare chi ero».

Con Non ti scordar di me e Gaetana sono piovuti i dischi di platino. Giusy ce l'ha fatta. Ora che hai realizzato il tuo sogno, che altri obiettivi hai? «Poter proseguire su questa strada, lavorare con Linda Perry - di cui ho pubblicato due inediti nell'album Gaetana. Magari fare un duetto con lei. E poi mi piacerebbe seguire l'esempio di Tiziano Ferro, Caterina Caselli e Linda, lavorare nella produzione». Da dicembre si butterà sul nuovo disco di inediti. Nel frattempo va in giro per l'Europa, prima in Grecia e poi in Olanda, dove riceverà lo European Border Breakers Awards, consegnato agli artisti che al debutto hanno sfondato i confini del porprio paese.

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Il castello di vetro Di Destin Daniel Cretton Drammatico U.S.A., 2017 Una giovane donna di successo è cresciuta accudita da genitori anti-conformisti, una madre eccentrica e un padre alcolizzato. Il padre, vivendo nella povertà più assoluta a causa del suo licenziamento, distraeva i suoi figli raccontando... Guarda la scheda del film