Concerti Genova Mercoledì 29 luglio 2009

Festival Amore sacro amor profano

Genova - Terza edizione per Amore sacro amor profano, festival dedicato alla tradizione italiana e internazionale del cantautorato, che ogni anno va in scena sul palcoscenico di via Bocca, nel centro storico di Arenzano. Il titolo è rubato al verso finale di Bocca di rosa, uno dei brani più celebri di Fabrizio De Andrè, cantautore per antonomasia della tradizione genovese.

La rassegna curata dall'associazione culturale Coloriamo Musica prevede tre serate, di cui l'ultima dedicata interamente alla Liguria: una novità rispetto agli scorsi anni, con l'obiettivo di valorizzare i giovani talenti che compongono la nuova canzone d'autore ligure e attirare un pubblico di ogni fascia d'età.
I concerti sono tutti gratuiti e iniziano alle 21.30.

La rassegna parte con Riccardo Tesi & Banditaliana (sabato 1 agosto), un gruppo poco conosciuto in Liguria ma che ha all'attivo tournée in tutta Europa. Tesi, che suona l'organetto diatonico, vanta collaborazioni con artisti del calibro di Fabrizio De Andrè, Ivano Fossati e Gianmaria Testa. La band riprende le melodie tipiche della tradizione folk italiana adattandole a testi di propria composizione. Si prosegue con Eva Cortes (martedì 4 agosto), cantautrice nata in Honduras che vive da molti anni in Spagna, che qui presenta in anteprima il suo album Como agua entre los dedos, un incrocio fra jazz e bossa nova, accompagnata da tre musicisti di tre nazionalità diverse, una band formatasi appositamente per questo concerto.

La giornata conclusiva (sabato 7 agosto) parte dalle 18.30, con quattro showcase in altrettanti locali del centro arenzanese: il bar pizzeria Lago Tana (via Rio Nave 5), il bar Carlo Felice (via Lungomare Kennedy), il Caffè della Piazza (via Bocca 45) e il pub Old Fashioned (via Ghiglini). Gli artisti che si esibiranno sono rispettivamente Antonio Clemente, Michele Savino, Gennaro 'Zazza' Esposito e il trio guidato da Karen Ciaccia.

La sera il doppio concerto di Ceanne McKee e i Belzer, due nomi di spicco del cantautorato genovese. Ceanne è il nome d'arte di Chiara Ragnini, presidentessa dell'associazione Genovatune, che da quest'anno è fra i promotori del festival. «Ad Arenzano sarò accompagnata da Michele Savino, che si unirà a me dopo il suo showcase pomeridiano, e proporrò brani già noti insieme ad alcuni inediti - racconta. - La Liguria è sempre più ricca di artisti, ma gli spazi per consentire loro di esprimersi sono sempre meno. Basti pensare a quanti locali hanno chiuso negli ultimi due anni».
«Come diceva Max Manfredi, a Genova se alzi un tombino ci trovi un cantautore - rincara Giulio Belzer. - La scena cantautorale è ancora ricchissima, ma i tempi sono cambiati rispetto alla Scuola degli anni Sessanta: è sempre più difficile trovare spazio per proporsi e creare occasioni di incontro con il pubblico. Noi ad Arenzano presentiamo il nostro primo album, L'ultimo giorno d'inverno, che uscirà ad ottobre».

Potrebbe interessarti anche: , Campofestival: musica dalle aree celtiche, XXII edizione al Castello Spinola , Rovazzi: il nuovo video Faccio quello che voglio ambientato anche a Genova , Niente Festival Cresta 2018 ai Giardini Baltimora: «Nessuno ci ha detto nulla» , Villa Bombrini Estate V!va 2018: programma, concerti ed eventi , EstateSpettacolo 2018 al Porto Antico: programma, concerti ed eventi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Hereditary Le radici del male Di Ari Aster Horror U.S.A., 2018 Quando l’anziana Ellen muore, i suoi familiari cominciano lentamente a scoprire una serie di segreti oscuri e terrificanti sulla loro famiglia che li obbligherà ad affrontare il tragico destino che sembrano aver ereditato. Guarda la scheda del film