Concerti Genova Martedì 26 maggio 2009

Gog: presentata la stagione 2009-2010

Genova - Mentre il Carlo Felice è in attesa di conoscere il suo destino, la GOG, la storica società di concerti genovese – che nel 2012 festeggerà i 100 anni di vita – rilancia e dopo una stagione tra le più belle che si possano trovare in Italia (basterà ricordare i concerti di Sokolov, Barenboim, e la Passione secondo Matteo di Bach a Pasqua: e forse non è esagerato dire che si tratta di alcuni tra gli eventi culturali di maggior prestigio in assoluto che abbiano avuto luogo a Genova nell’ultimo anno), presenta al pubblico la nuova e scintillante Stagione Artistica 2009 – 2010. «La crisi c’è, e colpisce anche il nostro settore, con lo Stato che si disimpegna sempre di più – dice Pietro Borgonovo, il direttore artistico – ma noi vogliamo crederci!».

Dunque, 26 concerti, da ottobre 2009 a maggio 2010, e prezzi invariati rispetto a quest’anno: se ci si abbona entro metà luglio si spendono dai 375 ai 220 Eu (a seconda del posto scelto), quindi meno di 15 Eu a concerto; e resta la possibilità per i giovani under 30 di avere una poltrona a 120 Eu (meno di 5 euro a concerto!). Sono prezzi assolutamente inauditi per le proposte culturali che fa la GOG, che andrebbero sottoscritti ad occhi chiusi.

Ma vediamo nel dettaglio in cosa consiste la nuova stagione: si comincia sabato 10 ottobre, col ritorno a Genova di uno degli artisti più amati dal pubblico della GOG: Uto Ughi. Il grande violinista e divulgatore suonerà con la sua orchestra “i Virtuosi di Roma” due concerti di Mozart. Il 26 ottobre tornerà a Genova un grande come Luis Bacalov, col suo quartetto e in un programma straordinario tra Piazzolla, Gardel e ovviamente la sue musiche. Il 9 novembre altro concerto da non perdere con il duo pianistico delle fascinose e bravissime sorelle Labèque, che si porteranno dietro alcuni strumenti baschi e suoneranno tra le altre cose il Bolero di Ravel.
A dicembre, prima di Natale, il 19 ritorno alla GOG di Heinz Holliger, unanimemente considerato il più grande oboista vivente, che festeggerà la bellezza di 70 anni suonando Schumann e Britten insieme al pianista Alexander Lonquich.

Il 2010 comincerà con un récital del tenore Jan Bostridge impegnato in Schubert e Schumann (di cui nel 2010 ricorreranno i 200 anni della nascita); poi, ritorno di Grigory Sokolov, il 1° febbraio: è un record, nessun artista era stato invitato a furor di popolo per l'ottava stagione consecutiva (e c’è già una data ipotetica per il 2011). E dopo 15 giorni, forse il concerto più atteso di tutta la stagione: il ritorno a Genova di Maurizio Pollini: artista schivo e riservatissimo, anche per lui Schumann e poi gli amati Studi op. 25 di Chopin; già sulla carta, un trionfo. Un concerto che vale da solo l’abbonamento. Più avanti, verso Pasqua, il Vespro della Beata Vergine di Claudio Monteverdi, a 400 anni dalla prima rappresentazione: se ne farà carico il gruppo La Risonanza diretto da Fabio Bonizzoni, un’autorità nel campo della musica rinascimentale e barocca. Il 26 aprile ancora spazio ai miracoli della voce umana col ritorno a Genova dell’Hilliard Ensemble in un bel programma di madrigali inglesi e italiani. Il 10 maggio, altro concerto “borderline”, che fa la sponda a quello di Bacalov: a Genova per la prima volta Empire Brass, per il quale, ci dicono, la gente vorrebbe già prenotarsi.

Insomma, un’offerta quanto mai ampia e variegata, una fonte di piacere e di cultura, tra le poche rimaste in città, cui suggeriamo a tutti di abbeverarsi, o almeno provarci. «Lasciarsi travolgere dalla musica è una delle esperienze più belle della vita – afferma ancora Pietro Borgonovo – per questo voglio ringraziare tutti gli abbonati e gli amici della GOG per il loro supporto, l’incoraggiamento, l’aiuto. Sono loro la vera ricchezza di questa società e spero che non li deluderemo mai». A proposito, se volete dare un’occhiata su Facebook, il gruppo GOG è più che mai fiorente! Dunque, buona estate a tutti, ci rivediamo il 10 ottobre al concerto di Uto Ughi.

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Quasi nemici L'importante è avere ragione Di Yvan Attal Drammatico, Commedia Francia, 2017 Neïla Salah è cresciuta a Créteil, nella multietnica banlieu parigina, e sogna di diventare avvocato. Iscrittasi alla prestigiosa università di Panthéon-Assas a Parigi, sin dal primo giorno si scontra con Pierre Mazard, professore celebre per i suoi... Guarda la scheda del film